Distributori di profilattici nelle scuole a Torino: è polemica tra i presidi

La proposta di installare distributori di preservativi nelle scuole superiori non piace a tutti i presidi perché la scuola non deve incentivare l'amore libero: e tu che ne pensi?

di Barbara Leone 29 maggio 2012
Nel comune di Chieri, in provincia di Torino, il consigliere Raffaele Furgiuele ha proposto di installare nelle scuole del paese i distributori di profilattici, come è già avvenuto in diverse scuole di Torino. Ed è scoppiata la polemica tra i presidi delle scuole chiamate in causa. Sono molti infatti i dirigenti scolastici che si oppongono fortemente all'installazione dei distributori nei propri istituti.

I PRESERVATIVI ARRIVANO NEI BAGNI DELLE SCUOLE, MA E' POLEMICA >>


distributore_condomSecondo il consigliere comunale non c'è niente di male a mettere questi distributori nelle scuole in quanto "il tema dell’educazione sessuale deve essere posto al centro di un ampio dibattito, in concerto con l’assessorato alla Cultura e trattato da un’apposita commissione. Non saremo mica tutti così bigotti?". Ma a quanto pare la proposta non ha ottenuto molti consensi.

ASSOCIAZIONE STUDENTESCA DISTRIBUISCE PRESERVATIVI ALL'UNIVERSITA', MA VIENE CONTESTATA >>

Il preside del liceo Monti, Salvatore Perna, ha immediatamente commentato così la proposta sul quotidiano La Stampa: "I preservativi nella mia scuola? Non li accetterei nemmeno me li imponesse il ministero". Il motivo? "Non credo proprio che la scuola debba spingere verso l’amore libero. Qui ci si occupa di istruzione, non di pratiche sessuali. I problemi da affrontare sono altri".

I METODI DI CONTRACCEZIONE: IL PRESERVATIVO >>

Il preside dell’Istituto Tecnico Vittone, Angelantonio Magarelli, invece, si dichiara possibilista, ma dovrebbero essere tutti d'accordo all'installazione, genitori ed insegnanti: "Non avrei nulla in contrario all’ingresso delle macchinette automatiche. Prima bisognerebbe discuterne con le famiglie e il corpo docente. Quello della prevenzione è un argomento serio, che può toccare diversamente la sensibilità dei genitori. Se la maggioranza fosse d’accordo, saremo pronti a intervenire. Lo scorso anno abbiamo persino partecipato a un concorso promosso da un celebre marchio di profilattici: i ragazzi hanno preparato delle vignette pubblicitarie e hanno ricevuto in cambio una telecamera".

SAI CHE CONTRACCETTIVO SEI? SCOPRILO CON IL TEST >>

Il sindaco del paese, Francesco Lancione, preferisce lasciare la scelta alle singole scuole e non parlarne nelle riunioni comunali: "Non abbiamo nessuna competenza sull’argomento. Il consigliere Furgiuele farebbe meglio a riflettere sulle questioni che porta all’attenzione della giunta. Queste sono solo inutili provocazioni".

SCARICA LA RICERCA SUI METODI CONTRACCETTIVI >>

Gli studenti non considerano così indispensabile l'installazione dei distributori, perché, al giorno d'oggi, i preservativi si possono trovare ovunque, come ha dichiarato una studentessa del Liceo Monti: "I preservativi ormai non sono più un tabù. Li vendono anche al supermercato"; o come ha aggiunto un'altra studentessa: "Se proprio ci fosse l’urgenza di comprarne uno, abbiamo una farmacia a cento metri dal campus scolastico. Ci fa sorridere che qualcuno, nel 2012, si preoccupi ancora di queste cose".

EDUCAZIONE SESSUALE: DOMANDE E RISPOSTE SUL FORUM >>


Ma se gli studenti sono i primi a cui non interessano, i distributori di profilattici nelle scuole a chi dovrebbero servire? E tu cosa ne pensi? Saresti d'accordo se nella tua scuola fosse installato uno di questi distributori o pensi che sarebbe una spesa inutile?

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Distributori di profilattici nelle scuole a Torino: è polemica tra i presidi...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.07.29 alle 04:35:50 sul server IP 10.9.10.238