Gelmini: sostegno economico per le paritarie

Il Ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, ha annunciato di voler introdurre un bonus finanziario per le scuole paritarie, in modo di offrire a tutti la possibilità di scegliere liberamente tra scuola pubblica e privata

di Barbara Leone 18 giugno 2009

salvadanaioLo scorso mese la notizia di un possibile finanziamento alle scuole private si era già diffusa, dopo che la Camera aveva approvato tre mozioni, in base alle quali si chiedeva che con la prossima finanziaria fossero restituiti gran parte dei fondi tagliati alle scuole paritarie ed aumentate le risorse future per questi istituti. Adesso il Ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, torna a parlare di finanziamenti alle scuole private per dare a tutti la possibilità di scegliere liberamente tra la scuola pubblica e la scuola privata.

Il ministro, in un'intervista al Corriere della Sera, ha infatti dichiarato: "Costituzione alla mano, voglio che tutti abbiano il diritto di scegliere se andare alla scuola pubblica o alla scuola paritaria. Quindi, siccome le scuole paritarie costano, sto pensando a una riforma che dia la possibilità di accedere a un bonus a chi vuole frequentarle. La libertà di scelta è un diritto costituzionale. E sono tante le riforme che si possono fare risparmiando soldi e facendo funzionare la scuola".

Inoltre Mariastella Gelmini ha di nuovo commentato il rapporto Ocse sulla scuola italiana, considerandolo un "dossier che finalmente supporta la posizione del governo sulle riforme: reclutamento degli insegnanti, necessità di introdurre la meritocrazia, ringiovanire il corpo insegnante, incentivi. Tutte cose che vado dicendo da più di un anno". E sui dati dell'Ocse relativi alla Finlandia, ha aggiunto che questi dati dimostrano che "non è vero che bisogna puntare sulla quantità, bensì sulla qualità. Intendo: quantità di soldi, di ore di insegnamento".

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

9
Commenti

Pagina 1 di 2:
1 2 > »
giuseppe domenica, 22 agosto 2010

la scuola pubblica è una vergogna per i professori che insegnano.

Illustrissimo Ministro la scuola pubblica deve chiudere soprattutto a Potenza i professori sono tutti raccomandati dalla politica comunista e dittatoriale i ragazzi hanno paura di studiare perchè minacciati di seguire gli ideali i pensieri e ti fanno perdere la propria dignità personale e politica ,nella scuola pubblica potentina basta con i finanziamenti dello stato. inoltre voglio precisare caro Ministro di prendere severi provvedimenti e di mandare gli ispettori soprattutto nella scuola statale I.T.C. F.S. NITTI A POTENZA , con soldi dello stato hanno fatto politica PD.

n° 9
cc sabato, 4 luglio 2009

Bene

Bene.

Un modo, non l'unico, per essere liberi dalla dittatura laicista, relativista, pessima, stupida e ignorante di parte della scuola statale.

n° 8
federica martedì, 23 giugno 2009

ma non ti vergogni?!!

Senza parole... Vergogna!!!

n° 7
Sara martedì, 23 giugno 2009

Stiamo attenti a tirare in ballo la costituzione!

Io frequento una scuola semi-privata (comunale), ma questo solo perché questo Stato non ha incentivato sufficientemente, anzi, non ha incentivato affatto, l'istruzione pubblica. Mi sono quindi trovata costretta a scegliere una scuola paritaria in quanto era l'unico vero liceo linguistico di milano (e non ex magistrale o ex PACLE o ex istituto tecnico turistico ecc.). Quindi, se queste sovvenzioni agli studenti che scelgono di frequentare una scuola paritaria vengono stanziate, le mie tasche ne avrebbero sicuramente gran giovamento; ma, detto ciò, sono ASSOLUTAMENTE contraria allo stanziamento di questi fondi, che potrebbero essere molto più intelligentemente impegnati per lo sviluppo, il miglioramento e la crescita della scuola pubblica. Il livello della qualità d'istruzione di un Paese è dato, infatti, dalle istituzioni scolastiche pubbliche e gratuite, a cui tutti hanno costituzionalmente diritto. E questo "costituzionalmente" Perchè al nostro ministro piace tanto tirare in ballo la costituzione a suo piacimento, cosa piuttosto ridicola per un ministro facente parte del governo Berlusconi, che la costituzione se l'è bella che dimenticata.

n° 6
maurizio domenica, 21 giugno 2009

ma questa è proprio ignorante

ma questo ministro nn serve a niente su alcune decisioni manca proprio di comprensione
con quale logica dare soldi alle scuole private che regalano diplomi!!! le dovrebbero proprio chiudere

n° 5
Chiudi
Aggiungi un commento a Gelmini: sostegno economico per le paritarie...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 2:
1 2 > »

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.10.21 alle 12:19:40 sul server IP 10.9.10.106