Controllo utente in corso...

Scuola: via libera a 67.000 assunzioni di precari

Il governo ed i sindacati della scuola hanno raggiunto un accordo che prevede nuove assunzioni tra i precari per far fronte ai posti vacanti nelle scuole ed evitare la formazione di nuovo precariato in futuro

di Barbara Leone 14 luglio 2011
Accordo raggiunto per i precari della scuola. Ieri a Palazzo Chigi si è svolto un incontro tra i sindacati, il Ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, il Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, ed il sottosegretario alla Presidenza, Gianni Letta. Ed è stato dato il via libera, per il triennio 2011/2013, all'assunzione di circa 67.000 precari. L'assunzione riguarderà infatti 30.482 docenti e 36.488 tecnici-amministrativi, che andranno a ricoprire i posti vacanti nelle scuole di tutta Italia. Con un comunicato stampa, il Ministero dell'Istruzione ha fatto sapere che il piano di assunzioni "è una risposta concreta al problema del precariato e delle graduatorie, e garantisce la stabilità del servizio scolastico ed educativo e le aspettative di quegli insegnanti abilitati iscritti nelle graduatorie ad esaurimento che prestano continuativamente da anni la propria attività tramite incarichi annuali".

coppia_prof_3Inoltre questo piano di assunzioni "eviterà la formazione di nuovo precariato in futuro e risponde ad una nuova filosofia: prevede infatti esclusivamente assunzioni basate sul reale fabbisogno del sistema d'istruzione, come sarà sempre, d'ora in poi, per tutte le assunzioni nel mondo della scuola". Attualmente sono 250.000 gli insegnanti precari, inseriti nelle graduatorie. Coloro che diventeranno docenti di ruolo non potranno "chiedere il trasferimento in altre province per un periodo di cinque anni". L'approvazione delle nuove assunzioni permetterà, nel tempo, di "risolvere definitivamente un problema nato nei decenni passati a causa di scelte politiche irresponsabili", che hanno permesso quindi la formazione di graduatorie così lunghe.

Per combattere il precariato nella scuola, il Ministero dell'Istruzione punta, quindi, ad aggiornare le graduatorie ogni 3 anni e non ogni 2 come succede adesso. Inoltre si vuole arrivare a modificare anche i corsi di laurea che formano gli insegnanti, introducendo il numero chiuso, per evitare che il numero di docenti in attesa di posti continui ad aumentare più del dovuto. Secondo alcune indiscrezioni, per il triennio 2012/2014, i posti per i corsi di laurea in tutta Italia saranno circa 25.000.

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Scuola: via libera a 67.000 assunzioni di precari...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.25 alle 05:42:23 sul server IP 10.9.10.176