Controllo utente in corso...

Maturità 2009: la traduzione di Latino

Traduzione dei paragrafi 88 e 89 tratti dal Libro I del De Officiis di Cicerone, che sono stati assegnati alla seconda prova della Maturità 2009 del Liceo Classico. Nell'opera Cicerone parla dei doveri a cui ogni uomo deve attenersi dal momento che fa parte di uno stato. L'opera è stata composta alla fine del 44 a.C. ed è l'ultima opera dell'autore latino. L'opera è un trattato di etica pratica ed ha un tono precettistico che non si ritrova nelle altre opere di stampo filosofico di Cicerone

di Tutor di Studenti.it 26 giugno 2009
88. Non bisogna ascoltare coloro i quali credono che dobbiamo adirarci fieramente con i nostri nemici e anzi vedono appunto nell’adirarsi il carattere distintivo dell’uomo magnanimo e forte: no, le virtù più belle, le virtù più degne di un uomo grande e nobile sono la mitezza e la clemenza. Negli Stati liberi in cui regna l’uguaglianza del diritto bisogna anche dare prova di una certa arrendevolezza e di quella che è solita chiamarsi padronanza di sé per non incorrere nell’accusa di inutile e odiosa scontrosità se ci capita di adirarci con visitatori inopportuni o con sollecitatori sfrontati. E tuttavia la mite e mansueta clemenza è degna di lode solo a patto che per il bene superiore dello Stato si adoperi anche la severità senza la quale non esisterebbe nessun governo. Ogni punizione e ogni rimprovero però, devono essere privi di offesa e mirare non alla soddisfazione di colui che punisce o rimprovera, ma solo al vantaggio dello Stato.

89. Bisogna anche stare attenti che la pena non sia maggiore della colpa e che non avvenga che per le medesime ragioni alcuni siano duramente puniti, altri neppure richiamati al dovere. E’ da evitare soprattutto la collera nell’atto stesso del punire: chi si accinge al castigo in preda alla collera non manterrà mai quella giusta via di mezzo che intercorre fra il troppo e il poco, metodo che piace tanto ai Peripatetici ed è giustamente gradito, ma poi non dovrebbero lodare l’ira dicendo che essa è un utile dono della natura. No, l’ira deve essere tenuta lontana in tutte le cose e bisogna fare in modo che i governatori dello Stato assomiglino alle leggi che sono spinte a punire non per impeto d’ira, ma per dovere di giustizia.
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

4
Commenti

maturandA venerdì, 26 giugno 2009

troppo libera

è una traduzione decisamente libera....troppo...."stravolge" il testo...

n° 2
Cinzia venerdì, 26 giugno 2009

Troppo libera

Ma no..è troppo libera!!!

n° 1
Maturanda venerdì, 26 giugno 2009

Re: Troppo libera

Decisamente!!!

Blue Eagle venerdì, 26 giugno 2009

Re: Troppo libera

Tanto libera da poter essere tranquillamente considerata errata in alcuni passaggi.

Chiudi
Aggiungi un commento a Maturità 2009: la traduzione di Latino...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.19 alle 01:16:52 sul server IP 10.9.10.235