Come funziona

Le procedure per organizzare le attività pomeridiane sia in maniera diretta che tramite un'associazione

di Unione degli Studenti 12 giugno 2007

Il Dpr 567 prevede diverse modalità di gestione delle iniziative studentesche:

Progetti gestiti direttamente dalla scuola
Possono essere gestiti anche dal Comitato Studentesco. Per questi progetti è un "comitato di gestione" espresso dal Comitato Studentesco a curare la gestione delle iniziative. Il Comitato di Gestione è coordinato da uno studente maggiorenne che si assume ogni responsabilità connessa all’organizzazione e al funzionamento delle iniziative.
Il Comitato elabora un progetto ed un preventivo di spesa che poi passano al Consiglio d’Istituto.

Come fare il progetto
Nel progetto devono essere indicate: descrizione e finalità dell’iniziativa, costi che deve direttamente sostenere la scuola, altre necessità legate all’organizzazione (uso dei locali, pulizia, ecc...) che deve sostenere la scuola. E’ il Comitato Studentesco, come già detto, attraverso il Comitato di Gestione da lui espresso a dover materialmente organizzare l’iniziativa.

Progetti gestiti in convenzione
Sono quei progetti che sono gestiti in convenzione con associazioni o terzi in genere. In questo caso è l’associazione a gestire e organizzare materialmente l’iniziativa. Serve in ogni caso l’approvazione da parte del Comitato Studentesco e del Consiglio d’Istituto del progetto dell’iniziativa e del preventivo di spesa.

La convenzione
Lo strumento che rende possibile la collaborazione con l’associazione è la convenzione, un contratto in cui l’associazione si impegna a fornire agli studenti determinati servizi e ad organizzare determinate iniziative utilizzando eventualmente locali e strutture dell’Istituto assumendosi ogni responsabilità connessa.
Questo vuol dire che l’associazione è pagata direttamente dalla scuola (solo per le "spese vive" come recita il DPR) per i servizi offerti e che gestisce, durante la realizzazione dell’iniziativa i locali della scuola altrettanto direttamente. Può, per esempio, avere materialmente "le chiavi", ed è responsabile della vigilanza, dell’ordine, della custodia e della pulizia.  

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Come funziona...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.08.31 alle 06:17:10 sul server IP 10.9.10.177