Esame terza media 2018: la prova di inglese

Di Redazione Studenti.

Tutto sull’esame di inglese: di terza media: cosa sapere sulla prova scritta 2018, i consigli per svolgerla al meglio e per superare l'orale

ESAME TERZA MEDIA INGLESE 2018

La prova scritta di inglese è una delle componenti dell’esame di terza media 2018 ed è quindi importante prepararsi adeguatamente ad affrontarla. Ti piacerebbe sapere di più sulle tracce che potresti trovarti davanti e come funzionano? In questa guida ti spieghiamo tutto quello che devi sapere sull'esame di inglese di terza media, sia sulla parte scritta che su quella orale e, infine, ti chiariremo anche come funziona il voto.
Alla fine, per capire meglio di cosa stiamo parlando, potrai consultare esempi pratici ed approfondimenti sulla lettera in inglese e la comprensione del testo.

  1. Che cos’è e come funziona la prova d’inglese
  2. La traccia dell’esame di inglese di terza media
    2.1. La comprensione del testo in inglese
    2.2. La lettera ad un amico in inglese
  3. La prova orale in inglese
  4. Consigli per affrontare la prova di inglese
  5. Il voto dell’esame di inglese di terza media


1. CHE COS’È E COME FUNZIONA LA PROVA DI INGLESE DELL’ESAME DI TERZA MEDIA

L’esame d’inglese di terza media ha l’obiettivo di testare le tue abilità di scrittura in lingua straniera e le tue capacità di comprenderla quando si tratta di leggere un testo in lingua originale.
Per fare la prova hai a disposizione un totale di tre ore e durante lo svolgimento potrai usare il vocabolario d’inglese.


2. LA TRACCIA DELL’ESAME DI INGLESE DI TERZA MEDIA

Alla prova scritta d'iglese dell'esame di terza media la commissione ti proporrà due tipologie di tracce: la lettera a un amico e la comprensione del testo. Tu potrai scegliere liberamente quale svolgere, a seconda delle tue capacità e di quanto ti senti pronto a svolgere l’una piuttosto che l’altra.
Scopriamo di più sui due tipi di compito.


2.1. La comprensione del testo in inglese

Nella parte di comprensione ti verrà presentato un brano in inglese tratto da un libro, un giornale o una rivista. Al brano seguirà un questionario composto da domande sul contenuto e sul significato del testo. Le risposte dovranno essere scritte in inglese.
Per conoscere tutti i dettagli ed i consigli sulla comprensione del testo vai alla guida: Esame terza media inglese 2018: la comprensione del testo


2.2. La lettera a un amico in inglese

In alternativa puoi decidere di scrivere la lettera ad un amico in inglese. L’argomento viene scelto dalla commissione e descritto nella traccia ma ci sono dei temi che ricorrono più spesso di altri come:

  • la presentazione ad un nuovo amico di penna
  • il racconto di un viaggio che hai fatto
  • la descrizione della scuola che farai l’anno prossimo e delle tue aspettative
  • le vacanze della prossima estate

Per conoscere le regole da seguire in questa tipologie di traccia e consultare gli esempi di tracce svolte vai alla guida: Esame inglese terza media: come scrivere la lettera ad un amico.


3. LA PROVA ORALE IN INGLESE DELL’ESAME DI TERZA MEDIA

La prova scritta di lingua, però, non è l’unica parte dell’esame di terza media in cui dovrai dimostrare la tua conoscenza dell’inglese. È molto probabile, infatti, che anche all’orale ti venga fatta qualche domanda in lingua inglese.
Per iniziare con il piede giusto e non farti cogliere di sorpresa ti consigliamo di inserire un argomento di inglese nella tua tesina di terza media così da preparare il tuo discorso in anticipo, esercitandoti anche con la pronuncia. Ricorda, però, di non imparare la presentazione a memoria, perché ripetere qualcosa a macchinetta potrebbe colpire negativamente la commissione.
Ricorda che è importante studiare bene l’argomento che andrai a proporre perché dovrai dimostrare ai professori che lo conosci alla perfezione.


4. CONSIGLI PER AFFRONTARE LA PROVA DI INGLESE DELL’ESAME DI TERZA MEDIA

Consigli per prepararsi allo scritto:

  • Nelle settimane e nei giorni prima dell’esame allenati alla comprensione del testo con i brani che trovi nel tuo manuale d'inglese e che non hai già svolto in classe.
  • Sfrutta Internet e cerca qualche articolo in lingua, ad esempio sul tuo cantante preferito o su un argomento che t'interessa. Leggilo e con il vocabolario traduci le parole che non conosci. Cerca di memorizzarne il significato: questo ti aiuterà ad imparare tanti termini nuovi con poco sforzo.
  • Per la lettera in inglese, invece, impara quale sarà la struttura da dare, leggi alcuni esempi ed esercitati a scrivere più che puoi. Potresti comporre lettere in cui parli di un film che ti è piaciuto, di un viaggio indimenticabile che hai fatto o di un episodio che ti ha fatto ridere. Fai leggere e correggere i tuoi elaborati a qualcuno che conosce bene la lingua e fatti spiegare quali errori hai fatto, così potrai evitarli all’esame.
  • Il giorno della prova leggi attentamente le consegne che troverai nella traccia e prenditi un paio di minuti per capire quale svolgere, in base al tuo interesse per l’argomento e al tuo grado di preparazione. Ad esempio, se nel corso dell’anno non hai mai preso voti molto alti con le esercitazioni sulla lettera, punta sulla comprensione del testo, e viceversa.
  • Sfrutta al meglio il vocabolario che, durante la prova, sarà il tuo migliore amico. Usalo sia per capire il significato dei termini inglesi che non conosci, sia per controllare lo spelling delle parole inglesi che hai scritto tu e sulle quali hai qualche dubbio. In questo modo eviterai errori di ortografia.
  • Fai il compito prima in brutta copia. Una volta finito, rileggi sia la consegna che il tuo elaborato per controllare se hai davvero portato a termine tutto quello che ti veniva chiesto di fare.
  • Copia il tuo compito in bella copia, prenditi uno o due minuti di pausa e poi rileggilo per correggere eventuali errori che ti erano sfuggiti. Se è tutto a posto puoi consegnare.


5. IL VOTO DELL’ESAME DI INGLESE DI TERZA MEDIA

Così come per tutte le altre prove d’esame, anche per il test d’inglese la commissione ti darà un voto da 1 a 10 che poi andrà a fare la media aritmetica con i giudizi della prova di italiano, di matematica, del test Invalsi, dell’orale, della seconda prova di lingua straniera -se nella tua scuola si fa- e con il tuo punteggio di ammissione all’esame di Stato.