Stati Uniti e Australia: stage retribuiti nel settore agricolo

Di Valeria Roscioni.

Confagricoltura offre una preziosa opportunità a tutti i giovani che vogliono fare un’esperienza all’estero

Se sogni di fare uno stage all’estero e ti piace lavorare nel settore agricolo allora gli stage organizzati da Confagricoltura in Australia e negli Stati Uniti sono un’occasione da non perdere. I tirocini, per i quali è prevista una retribuzione media tra i 18 e i 20 dollari l’ora, avranno una durata compresa tra i tre e i dodici mesi con partenze calendarizzate da gennaio a marzo a seconda della destinazione. In alcuni casi è previsto anche un trimestre presso un’università americana.

In Australia i partecipanti potranno svolgere lo stage in aziende di seminativi, allevamenti di bestiame e piantagioni di banane. Inoltre i viticoltori potranno effettuare un tirocinio come operatore di cantina e/o come assistente di laboratorio.
I requisiti richiesti sono: avere buona conoscenza della lingua inglese, avere un titolo in Enologia e Viticoltura (o aver completato una vendemmia) e non aver superato i 29 anni d’età.

CERCHI UN LAVORO? SCOPRI TUTTE LE OFFERTE DI STUDENTI.IT

Anche negli Usa i partecipanti potranno scegliere tra una vasta rosa d’esperienze come specifica sul sito dedicato all’iniziativa: “dalle campagne ‘coast to coast’ di raccolta su macchinari John Deere ad allevamenti suini da riproduzione (Illinois). C’è l’opportunità di formarsi sulla costruzione e manutenzione di campi da golf (Washington), ma è possibile impegnarsi nella ricerca applicata sugli alberi da frutto (Washington), o sul grano di qualità destinato all’industria (Oregon). Da agosto a dicembre si può anche compiere uno stage in una azienda vitivinicola.”

100 STAGE RETRIBUITI ALL'ESTERO PER DISOCCUPATI

I requisiti richiesti sono: avere buona conoscenza della lingua inglese, avere due anni di esperienza nel settore richiesto e non aver superato i 29 anni d’età.

Ti interessa? Per partecipare e per saperne di più visita il sito dedicato all’iniziativa CLICCA QUI