Servizio Civile Nazionale in Italia e all'estero

Di Barbara Leone.

Il Servizio Civile Nazionale offre ai giovani tra i 18 ed i 28 anni la possibilità di "dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore della ricerca di pace"

Dopo il diploma, durante gli anni universitari o subito dopo la laurea, sono molti gli studenti che cercano un lavoro per guadagnare un po' di soldi. Una soluzione interessante può essere quella di partecipare al concorso per lo svolgimento del Servizio Civile Nazionale e dedicare un anno della propria vita all'impegno solidale, per aumentare il proprio bagaglio culturale e svolgere un'attività utile ed istruttiva allo stesso tempo. Il Servizio Civile Nazionale Volontario è stato istituito con la riforma della leva militare obbligatoria e quindi con la fine dell’obiezione di coscienza al servizio militare. Il Servizio Civile Nazionale permette a chi lo scegliere di perseguire diversi obiettivi:
- concorrere alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari;
- favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale;
- partecipare alla salvaguardia e alla tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, forestale, storico artistico, culturale e della protezione civile;
- promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale;
- contribuire alla propria formazione civica, sociale, culturale e professionale mediante attività svolte anche in Enti ed Amministrazioni operanti all`estero.

Che cos'è il Servizio Civile Nazionale?
Il Servizio Civile Nazionale offre ai giovani tra i 18 ed i 28 anni la possibilità di "dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore della ricerca di pace". Come si legge sul sito ufficiale del Servizio Civile Nazionale "chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile volontario, sceglie di aggiungere un'esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro, nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica". Ogni anno vengono banditi diversi concorsi, da diverse strutture, per aderire al Servizio Civile Nazionale ed aiutare "le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese".

Il Servizio Civile Nazionale consente agli Enti accreditati (amministrazioni pubbliche, associazioni non governative, associazioni no profit) di "avvalersi di personale giovane e motivato, che, stimolato dalla possibilità di vivere un'esperienza qualificante nel campo della solidarietà sociale, assicura un servizio continuativo ed efficace". Ogni candidato può scegliere il programma che ritiene più interessante e presentare la domanda di partecipazione entro la data di scadenza riportata nel bando ufficiale. I settori lavorativi disponibili sono molti ed adatti alle varie esigenze e preferenze: assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale, servizio civile all'estero. Si passa dal lavorare con persone portatrici di handicap ad offrire la propria collaborazione presso biblioteche o altre associazioni.

Ed ogni anno sono molti i ragazzi che, dopo aver svolto i 12 mesi di Servizio Civile, continuano a mantenere contatti collaborativi con l'ente presso la quale hanno lavorato. Il Servizio Civile è una vera e propria opportunità di lavoro per molti giovani: ai volontari spetta un compenso di € 14,46 netti giornalieri, per un totale € 433,80 netti mensili. L`orario di servizio varia da ente ad ente ed è stabilito in base alla natura del progetto scelto. Indicativamente l'attività non deve essere inferiore alle 30 ore settimanali, per un totale annuo di 1.400 ore.

Chi può presentare la domanda di partecipazione al Servizio Civile Nazionale?
Possono partecipare alla selezione tutti i giovani, senza distinzione di sesso, che alla data di presentazione della domanda siano in possesso dei seguenti requisiti:
- abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno d'età (27 anni e 364 giorni);
- siano in possesso della cittadinanza italiana;
- godano dei diritti civili e politici;
- non siano stati condannati con sentenza di primo grado per delitti non colposi commessi mediante violenza contro persone o per delitti riguardanti l'appartenenza a gruppi eversivi o di criminalità organizzata;
- siano in possesso di idoneità fisica, certificata dagli organi del Servizio Sanitario Nazionale (ASL competente o medico di famiglia su apposito modulario) con riferimento allo specifico settore d'impiego per cui intendono concorrere.

Come e quando si può presentare la domanda di partecipazione al Servizio Civile Nazionale?
La domanda di partecipazione può essere presentata dopo la pubblicazione del bando di concorso sulla Gazzetta ufficiale ed entro la data di scadenza riportata sul bando stesso. La domanda di partecipazione deve essere presentata all'Ente prescelto, presso il quale si vuole effettuare il Servizio Civile Nazionale. La domanda di partecipazione deve essere redatta in carta semplice, secondo il modello che si può scaricare sul sito del Servizio Civile Nazionale e deve essere firmata dal candidato e corredata dalla fotocopia di un documento d’identità in corso di validità. 

Servizio Civile all'estero
Oltre che presso gli Enti italiani è possibile effettuare un anno di Servizio Civile presso enti e amministrazioni che svolgono la loro attività all'estero, nell'ambito di iniziative organizzate dall'Unione Europea o da altri organismi internazionali. Anche in questo caso sono diverse le aree di attività: dalla promozione culturale alla cooperazione allo sviluppo, dall'assistenza agli interventi di ricostruzione post-conflitto. Per coloro che scelgono il Servizio Civile all'estero, oltre al compenso mensile di € 433,80 è prevista una indennità pari a € 15,00 al giorno, ed un contributo per le spese di alloggio e mantenimento all'estero di € 20,00 al giorno se queste spese non sono sostenute e anticipate dagli enti titolari dei progetti.


Link utili:
www.serviziocivile.it
www.arciserviziocivile.it
www.gazzettaufficiale.it