Servizi di pagamento

Di Redazione Studenti.

Approfondimento sui più importanti servizi di pagamento: dagli assegni circolari al cash menagement

Parlando dei servizi di pagamento, dobbiamo ricordare tra i più importanti:

• il rilascio di assegni circolari;
• le carte di credito;
• le carte di debito;
• il remote banking;
• il cash menagement;
• altri servizi di pagamento.

Gliassegni circolari sono quegli assegni che vengono consegnati dalla banca dietro versamento allo sportello del relativo ammontare oppure, se il richiedente è un correntista della banca, dietro addebitamento del conto corrente del richiedente.
Si caratterizzano per il fatto che non richiedono un rapporto di conto corrente con l'ente creditizio a cui ci si rivolge per ottenerli (basta pagare il relativo importo in contanti al momento della richiesta dell'assegno allo sportello) e sono uno strumento di pagamento ben accettato in quanto costituiscono l'impegno formale della banca di corrispondere al possessore dell'assegno l'importo su di esso indicato, quindi chi riceve l'assegno circolare ha la certezza assoluta che recandosi presso un qualsiasi sportello della banca emittente potrà ottenere il pagamento dell'assegno.
Va ricordato però che non tutte le banche sono autorizzate ad emettere assegni circolari, infatti per farlo occorre una particolare autorizzazione rilasciata dal CICR (Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio). Le banche prive di tale autorizzazione stipulano solitamente degli accordi con altri istituti di credito muniti della necessarie autorizzazione ed emettono assegni circolari pagabili presso l'istituto di credito convenzionato.
Per la banca, questo tipo di operazione è anche un'operazione di approvvigionamento a breve termine, infatti la banca ha a disposizione l'importo dell'assegno circolare emesso dal momento in cui esso viene richiesto fino al momento in cui il beneficiario dell'assegno non si presenterà allo sportello della banca per richiederne il pagamento.
Si tratta tra l'altro di un'operazione di approvvigionamento che, se da un lato ha lo svantaggio di essere a brevissimo termine, dall'altro ha il grande vantaggio di non comportare per l'impresa bancaria il sostenimento di alcun onere, anzi semmai la riscossione delle relative commissioni.

Per quanto attiene alle carte di credito, come sappiamo sono tessere magnetiche emesse dalle banche ma anche da altre grandi organizzazioni internazionali, che permettono al possessore di regolare le prestazioni ottenute senza corrispondere moneta legale. Il soggetto che riceve il pagamento tramite carta di credito si presenta poi presso l'istituto emittente per ottenere il pagamento del relativo importo. Periodicamente infine l'istituto che ha rilasciato la carta di credito addebita il conto corrente del possessore se si tratta di una banca oppure richiede al possessore il pagamento con contanti o con assegni se si tratta di una diversa organizzazione.

Le carte di debito invece sono delle carte che permettono di pagare senza utilizzare moneta legale con addebito immediato sul conto corrente. La differenza quindi sta nel tempo dell'operazione: con la carta di credito il possessore paga e poi periodicamente regola la sua posizione nei confronti dell'istituto emittente, con le carte di debito invece il possessore paga e il suo conto viene immediatamente addebitato del relativo importo. Le carte di debito più comuni sono le carte bancomat e PagoBancomat.

Il remote banking è il servizio che la banca offre a chi dispone di un collegamento a internet e in taluni casi anche di un cellulare permettendo la gestione del conto corrente a distanza, impartendo ordini attraverso la rete oppure mediante l'uso del cellulare. E' un servizio ad alto contenuto tecnologico che permette ovviamente oltre agli atti dispositivi (giroconti, bonifici, etc) anche la visualizzazione dell'estratto conto e del saldo in tempo reale.

Il cash menagement costituisce un'evoluzione del remote banking permettendo soprattutto alle grandi imprese di tenere sotto controllo costantemente i movimenti e i saldi dei vari conti correnti aperti presso i vari istituti di credito con cui l'impresa ha un rapporto di clientela. Questo permette ad esempio di effettuare non solo operazioni dispositive, ma anche giroconti da un conto all'altro della stessa impresa in modo da evitare ad esempio che un conto vada scoperto e che un altro sia ampiamente attivo, perché questo significherebbe pagare inutilmente degli alti interessi passivi e quindi peggiorare senza motivo la situazione economica dell'impresa.

Altri servizi di pagamento sempre più diffusi sono le domiciliazioni delle utenze, il pagamento delle imposte realizzato in via automatica tramite l'istituto di credito, la disposizione di bonifici permanenti (ad esempio per il pagamento di periodici che impongono un pagamento rateale) e i servizi di tesoreria effettuati per conto degli enti pubblici.