Seconda prova: tra le più temute della maturità 2017

Di Maria Carola Pisano.

Manca pochissimo alla maturità 2017 e gli studenti cominciano a sentire l'ansia da esame, soprattutto quando si parla di seconda prova

COUNTDOWN PER LA SECONDA PROVA MATURITA' 2017

E' ufficialmente iniziato il countdown per la seconda prova maturità 2018. L'anno scolastico è ormai in dirittura d'arrivo ma non per gli studenti dell'ultimo anno delle superiori che avranno a che fare con la scuola ancora per un po' di tempo per l'esame di Stato. Il giorno di inizio è il 21 giugno, in cui affronteranno la prima prova, unica per tutti gli istituti. A seguire, il 22, la seconda prova, le cui materie - scelte dal Miur - sono differenti per ogni indirizzo di studi.

Seconda prova maturità
Seconda prova maturità — Fonte: istock

MATERIE MATURITA' 2017 MIUR

Le materie cambiano infatti a seconda dell'indirizzo di studi ma le tracce rimangono nazionali: quindi gli studenti di uno stesso indirizzo affronteranno la stessa traccia. Mentre con la prima prova si può anche dar spazio alla propria creatività, per la seconda prova di maturità 2017 i maturandi dovranno prepararsi per dimostrare di esser ferratissimi sull'argomento stabilito dal Ministero dell'Istruzione (ad esempio, matematica per il liceo scientifico).

Delle difficili prove che i maturandi sono chiamati ad affrontare per l'esame di Stato 2017, qual è quella che temono di più?

Si potrebbe erronaemente pensare al quizzone, la temuta terza prova. Ma da un nostro sondaggio emerge che, tra gli scritti e l'orale di maturità, le prove di cui gli studenti hanno più timore sono rispettivamente l'orale e la secondo scritto. Il motivo? Semplice: l'orale perché dovranno esporre la tesina, un progetto su cui hanno investito forze e tempo; la seconda prova perché, mentre per la prima si possono avanzare delle ipotesi e preparsi sulle tracce più quotate, le tracce della seconda rimangono sempre un'incognita.

SECONDA PROVA MATURITA' 2017 SCIENTIFICO

La seconda prova considerata più difficile è quella degli studenti del liceo scientifico, i quali si dovranno confrontare con un test di matematica suddiviso in dieci quesiti e due problemi. I maturandi dovranno scegliere 5 fra i 10 quesiti e uno dei problemi, potranno usare la calcolatrice - ma non un modello programmabile - e avranno a disposizione sei ore, mentre l'uscita è consetita solo dopo tre ore dall'ora di inizio.

Se sei tra i maturandi che temono la seconda prova tanto che vorrebbero evitarla, dobbiamo comunicarti che purtroppo non ti potrai sottrarre all'esame ma, con le simulazioni e i nostri suggerimenti, lo affronterai con un altro spirito:

  • Simulazioni per i licei: per gli studenti del liceo classico, scientifico, artistico, delle scienze umane, linguisti e musicale, ecco tutte le simulazioni da fare per allenarvi in previsione del 22 giugno.
  • Simulazioni per istituti tecnici: se sei un maturando di un istituto tecnico, esercitati con gli esempi delle tracce per il tuo specifico corso di studi.
  • Simulazioni per istituti professionali: per gli studenti all'ultimo anno degli istituti professionali, le simulazioni per esercitarsi durante le due settimane che ci separano dal secondo scritto.