"Aboliamo l'esame di terza media": la proposta di Francesca Puglisi del PD

L'esame di terza media non serve a nulla dato che gli studenti sono obbligati poi a continuare gli studi e dovrebbero essere abolite anche le bocciature: sei d'accordo?

di Barbara Leone 18 aprile 2012
Il Ministro dell'Istruzione Francesco Profumo sta pensando di riformare l'esame di terza media, ma c'è qualcuno che è andato oltre. Francesca Puglisi, responsabile Scuola della segreteria del Partito democratico, ha infatti lanciato la proposta di abolire l'esame di terza media in quanto ormai questo esame non serve più a niente: "Con l'esame di terza media non si concludono gli studi perché i nostri alunni sono tenuti a proseguirli per l'assolvimento dell'obbligo per altri due anni. Quell'esame di terza media, che non conclude nulla da quando abbiamo innalzato a 16 anni l'obbligo scolastico, può essere eliminato. A che serve una licenza media oggi, quando il minimo che si richiede a un cittadino è la certificazione di un obbligo decennale?".

ESAME DI TERZA MEDIA, SI CAMBIA! Clicca qui >>

scuola_media_1Per Francesca Puglisi dovrebbe essere rivisto anche il sistema delle bocciature: "Bocciare non serve a migliorare: sappiamo che solo il 2 o 3% degli studenti avrà un beneficio reale dalla ripetizione di un anno scolastico, ma la maggior parte di essi finirà in quel 21% di drop-out che penalizza l'Italia, una vera zavorra che peserà sulle spalle di tutti noi, quando dovremo tentare di includere coloro che avremo perso per la strada, in modo senz'altro meno efficace e senz'altro più costoso dell'Istruzione. Le bocciature sono condizionate da una serie di fattori, a cominciare dalle origini economico sociali della famiglia di origine e dal contesto territoriale in cui si è nati che in Italia ancora oggi incide sia sul rendimento e sul successo formativo e scolastico, sia sulle scelte dopo la scuola secondaria di primo grado. La scuola 'selettiva' non fa altro che perpetuare all'infinito l'immobilità sociale di cui è affetto il nostro Paese. Per riattivare l'ascensore sociale di cui abbiamo bisogno, chiediamo agli insegnanti di combattere per la scuola del non uno di meno".

COME SCEGLIERE LA SCUOLA SUPERIORE. Clicca qui>>

Ad avvalorare la proposta contro le bocciature è una indagine Ocse, secondo la quale far ripetere uno o più anni scolastici agli studenti è solo costoso da un punto di vista economico e sociale, ma è inutile dal punto di vista dell'istruzione, in quanto i ragazzi costretti a ripetere l'anno difficilmente ottengono miglioramenti notevoli. Quindi, invece di bocciare gli studenti e spendere circa 4 miliardi di euro ogni anno per le bocciature e gli abbandoni scolastici, si dovrebbero utilizzare questi soldi per aiutare i ragazzi a colmare le proprie lacune scolastiche durante l'anno in corso per permettere loro di raggiungere gli obiettivi previsti.

TESINE PER L'ESAME DI TERZA MEDIA. Clicca qui >>

E conclude la Puglisi: "Non bocciare non vuol dire, però, permissivismo e lassismo, né significa abbassare la qualità, anzi è esattamente il contrario. Non bocciare significa valutare le competenze e, soprattutto, prevenire i disagi, significa seguire il cammino di ogni studente attraverso sistemi relazionali adeguati, supportare le difficoltà, creare percorsi di valorizzazione e incentivo".

PER QUALE TIPO DI SCUOLA SEI PIU' PORTATO? Clicca qui >>

Che ne pensate? L'esame di terza media è veramente così inutile? E le bocciature servono a qualcosa o andrebbero abolite?

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

18
Commenti

Pagina 1 di 2:
1 2 > »
patrizia mercoledì, 13 giugno 2012

abolizione esame terza media

più che abolirlo bisognerebbe riformare i contenuti ed il numero delle materie studiate : sono troppo nozionistiche e dispersive. alla fine si pretende di conoscere tutto di tutte le materie e nella testa dei ragazzi rimane ben poco: basti pensare che educazione fisica non è più attività fisica ma una materia di studio come le altre ( alla faccia dei problemi di obesità e pigrizia dei ragazzi di oggi) e tecnologia è una materia assurda così come viene impostata e poi io agli esami io ho 5 prove scritte, per non dire 6 visto che l'invasi comprende due materie) e devo portare tutto il programma di tutte le materie alle prove orali: ma è una maturita?

n° 6
ciccio mercoledì, 13 giugno 2012

I problemi sono altri!!!

"A che serve una licenza media oggi, quando il minimo che si richiede a un cittadino è la certificazione di un obbligo decennale?"

A che serve il Parlamento oggi, se la maggior parte dei deputati è venduta o inquisita o, addirittura, ha come finalità il solo vitalizio?

Il problema è altrove, non nell'esame: la scuola sta a pezzi, dal punto di vista economico, didattico, informatico e, non ultimo, dirigenziale.

Dirigenti che dovrebbero zappare, che parlano il burocratese, che mai hanno la bontà di entrare in classe per rendersi conto delle reali difficoltà dei ragazzi e dei docenti. Classi spesso strapiene perché gli insegnanti "poco perbene" sono assenti e le classi vengono divide a gruppi (capita più di quanto si pensi).

Assenza di appendiabiti, termosifoni bucati, banchi e sedie di cui è meglio non parlare, tende inesistenti........

Si parla spesso, e in maniera abusata, di bocciatura. Quale?
Quella voluta dalla Gelmini per numero di assenze o quella didattica?

Nel primo caso, è una questione normativa, nel secondo, invece, bisognerebbe aprire uin capitolo a parte e discutere seriamente del significato "bocciatura", sia dal punto di vista didattico sia da quello formativo.

La scuola è stata bocciata da tempo: Berlinguer, Moratti, Fioroni e Gelmini, quest'ultima ha dato il colpo di grazia.

Quando la scuola privata, in special modo quella cattolica, grazie al governo D'Alema, è stata equiparata a quella pubblica, a dispetto di quanto affermato nella Costituzione (.....senza oneri per lo Stato), è iniziata l'agonia.

Ora siamo alla morte!!!!!!!!!

n° 5
kaby giovedì, 7 giugno 2012

ecco l'esercito dei trota...

Sono pienamente favorevole all'abolizione. Il sistema scolastico italiano (università compresa) è da anni ridotto ad esamificio, la scuola non è più un luogo di crescita, di apprendimento e di trasmissione dei saperi, è soltanto un altro ingranaggio del sistema capitalistico...un mezzo per "selezionare" (quando va bene), e non un mezzo per educare. Educare e selezionare sono 2 cose molto diverse.
L'educazione è rivolta alle persone, la selezione si applica alle cose. Curioso come ci siano persone contente di vedersi "selezionare" manco fossero prosciutti stagionati.
La bocciatura non è una vittoria del merito, ricordatevelo. E' una sconfitta per tutti. E ricordatevi anche che la meritocrazia non è nient'altro che l'altra faccia del vecchio e mai sconfitto classismo che punisce le differenze e premia l'omologazione.
In questo sistema che ci vuole in aperta competizione l'un con l'altro non c'è più spazio nemmeno per riflettere su questo, e capita quindi di leggere commentini stupidi di gente IDIOTA e IGNORANTE che plaude ogni qual volta un compagno viene lasciato indietro perché non ce la fa.
E ci metto dentro pure gli insegnanti che si scoprono tali solo nel momento in cui devono registrare un giudizio su un libraccio di carta, mentre latitano quando si tratta di dover fare il loro vero mestiere. Insegnare è una vocazione che hanno in pochi, non è esattamente come fare l'impiegato alle poste, ma questa è un'altra storia.
In base a questi "signori" la bontà di un sistema si giudica sulla base di quanti bocciati ci sono all'anno, non di certo sull'effettiva maturazione culturale e individuale dell'alunno.
Il "TROTA" non è nient'altro che il risultato di questo sistema assurdo che pian piano ci sta tornando contro come un boomerang. A quanti si compiacciono per l'esamificio a cui hanno ridotto il sistema dell'istruzione italiana dico: siete tutti dei TROTA!
Quando leggo cose come "è altamente educativo insegnare fin dalle medie ai ragazzi a stare al mondo" e altre oscenità mi viene la pelle d'oca.
Non ho parole per qualificare questa gente. Lobotomizzati, non mi viene altro.

n° 4
cobi giovedì, 7 giugno 2012

R: ecco l'esercito dei trota...

> Sono pienamente favorevole all'abolizione. Il sistema scolastico italiano (università compresa) è da anni ridotto ad esamificio, la scuola non è più un luogo di crescita, di apprendimento e di trasmissione dei saperi, è soltanto un altro ingranaggio del sistema capitalistico...un mezzo per "selezionare" (quando va bene), e non un mezzo per educare. Educare e selezionare sono 2 cose molto diverse.
> L'educazione è rivolta alle persone, la selezione si applica alle cose. Curioso come ci siano persone contente di vedersi "selezionare" manco fossero prosciutti stagionati.
> La bocciatura non è una vittoria del merito, ricordatevelo. E' una sconfitta per tutti. E ricordatevi anche che la meritocrazia non è nient'altro che l'altra faccia del vecchio e mai sconfitto classismo che punisce le differenze e premia l'omologazione.
> In questo sistema che ci vuole in aperta competizione l'un con l'altro non c'è più spazio nemmeno per riflettere su questo, e capita quindi di leggere commentini stupidi di gente IDIOTA e IGNORANTE che plaude ogni qual volta un compagno viene lasciato indietro perché non ce la fa.
> E ci metto dentro pure gli insegnanti che si scoprono tali solo nel momento in cui devono registrare un giudizio su un libraccio di carta, mentre latitano quando si tratta di dover fare il loro vero mestiere. Insegnare è una vocazione che hanno in pochi, non è esattamente come fare l'impiegato alle poste, ma questa è un'altra storia.
> In base a questi "signori" la bontà di un sistema si giudica sulla base di quanti bocciati ci sono all'anno, non di certo sull'effettiva maturazione culturale e individuale dell'alunno.
> Il "TROTA" non è nient'altro che il risultato di questo sistema assurdo che pian piano ci sta tornando contro come un boomerang. A quanti si compiacciono per l'esamificio a cui hanno ridotto il sistema dell'istruzione italiana dico: siete tutti dei TROTA!
> Quando leggo cose come "è altamente educativo insegnare fin dalle medie ai ragazzi a stare al mondo" e altre oscenità mi viene la pelle d'oca.
> Non ho parole per qualificare questa gente. Lobotomizzati, non mi viene altro.

Che schifo la spocchia, l'arroganza di chi, contrariamente a quel che predicava Socrate, "sa di sapere" e pensa di avere il diritto di compatire gli altri dall'alto del suo trono illuminato di Verità assoluta con la V maiuscola... E pensare che per quanto riguarda i contenuti mi troveresti in parte d'accordo, riguardo il capitalismo, il trota e l'arrivismo che tenta di schiacciare il prossimo, ma il modo in cui ti poni nei confronti degli altri, ergendoti al di sopra di tutto e di tutti, fa di te una persona che definirla pessima è dir poco.

kaby giovedì, 7 giugno 2012

r: r: ecco l'esercito dei trota...

La spocchia? Di quale spocchia parli? L'unica spocchia che vedo io è quella dei tanti piccoli forcaioli che animano il forum, contenti di farsi prendere allegramente per il culo dal primo pifferaio che passa e che promette di "segare" quanto prima (magari già in tenera età) il compagno meno diligente, che è quasi sempre quello più povero o proveniente dai contesti più disagiati e da situazioni familiari difficili.
Tanto il ricco somaro ce lo mette in quel posto comunque, nonostante tutti gli esami del mondo. Aggiungerne altri? Fate pure, il risultato non cambierà finché non si mettono a fuoco i problemi veri.
Questa è la vostra meritocrazia.
Socrate lascialo stare. Siamo in forum fatto appositamente per commentare e discutere. Mi dispiace che tu conosca così poco i tuoi diritti, ti do una notiziona: sì, qui ognuno ha il diritto di giudicare, commentare e dire la sua.
"So di non sapere" è il paravento dietro al quale si nascondono i codardi, a me non serve. Io la mia la dico sempre, qui come altrove. Incazzatevi di più piuttosto, e quello che non sapete dovete impararlo alla svelta...e se invece qualcosa la sapete la dovete gridare forte!

cobi giovedì, 7 giugno 2012

R: r: r: ecco l'esercito dei trota...

> La spocchia? Di quale spocchia parli? L'unica spocchia che vedo io è quella dei tanti piccoli forcaioli che animano il forum, contenti di farsi prendere allegramente per il culo dal primo pifferaio che passa e che promette di "segare" quanto prima (magari già in tenera età) il compagno meno diligente, che è quasi sempre quello più povero o proveniente dai contesti più disagiati e da situazioni familiari difficili.

Ehm ehm ehm...
"spocchia

nome femminile
l'atteggiamento di chi si sente superiore agli altri e lo fa vedere:
Esempio: una persona piena di spocchia
Sinonimi: alterigia, boria, presunzione, superbia."
(EPIC FAIL)

> Tanto il ricco somaro ce lo mette in quel posto comunque, nonostante tutti gli esami del mondo. Aggiungerne altri? Fate pure, il risultato non cambierà finché non si mettono a fuoco i problemi veri.

Quindi è meglio che chi è nato fortunato in famiglia ricca possa andare avanti coi soldi di papi e che chi s'impegna veramente per raggiungere un obbiettivo debba desistere? Ripeto: SCHIFO.

> Questa è la vostra meritocrazia.

Ripeto: SCHIFO!!!

> Socrate lascialo stare. Siamo in forum fatto appositamente per commentare e discutere. Mi dispiace che tu conosca così poco i tuoi diritti, ti do una notiziona: sì, qui ognuno ha il diritto di giudicare, commentare e dire la sua.

1) Già, evitiamo di rispondere alle cose scomode... Tanto tu "sai di sapere" no?
2) A parte che non siamo in un foro, lì ti devi registrare e fare i conti coi moderatori, cosa che non accade in un blog, forse è per questo che ti permetti di parlare con tale tracotanza; strano, dall'illuminato detentore della Verità assoluta non mi aspettavo un simile EPIC FAIL ;-)
3) Verissimo. Infatti anch'io sto giudicando, commentando e dicendo la mia. Non ti va bene, spocchioso dio in terra dei miei stivali?

> "So di non sapere" è il paravento dietro al quale si nascondono i codardi, a me non serve. Io la mia la dico sempre, qui come altrove. Incazzatevi di più piuttosto, e quello che non sapete dovete impararlo alla svelta...e se invece qualcosa la sapete la dovete gridare forte!

Bene, ecco che gettiamo la maschera! dio (minuscola voluta) si è mostrato a noi poveri mortali in tutta la sua onniscienza! Meno male che ci sei tu, luce divina, ad illuminare le nostro oscure menti ottenebrate: guidaci, oh signore di 'sta cippa!

P.S.: finalmente ho capito chi devo ringraziare quando su Internet mi viene dato del "radical-chic" quando esprimo idee contrarie al regime di pseudestra (o falsinistra che è lo stesso) che regna in Italia, finché ci sono in giro bestie come te che, citando un proverbio indonesiano dello stesso significato di uno biblico più noto, vedono il microbo nel mare e non l'elefante sulla palpebra, capaci solo di giudicare e puntare il dito (forse perché totalmente incapaci di fare qualsiasi cosa d'altro), non ci sarà alcuna alternativa reale perché fra te ed i vari Monti non si sa chi sia meno peggio...

Francesca mercoledì, 23 maggio 2012

ma che brillante idea!..

abolire l'esame di terza media è proprio una una bellissima idea. A cosa serve in fondo far impegnare uno studente e sottoporlo a una prova per testare le conoscenze acquisite in tre anni! A cosa serve far sostenere prove,test,orali a ragazzi e ragazze che devono essere inseriti all'interno di una società entro la quale puoi diventare QUALCUNO in base solo A CHI SEI e non a quello che sai? Per questo sono d'accordo, è altamente educativo insegnare sin dalle medie ai ragazzi a stare al mondo, che passino aventi senza affrontare un esame e senza comprendere cosa significhi realmente impegnarsi per meritare una promozione, un voto alto, un riconoscimento.

n° 3
Nas mercoledì, 23 maggio 2012

R: ma che brillante idea!..

> abolire l'esame di terza media è proprio una una bellissima idea. A cosa serve in fondo far impegnare uno studente e sottoporlo a una prova per testare le conoscenze acquisite in tre anni! A cosa serve far sostenere prove,test,orali a ragazzi e ragazze che devono essere inseriti all'interno di una società entro la quale puoi diventare QUALCUNO in base solo A CHI SEI e non a quello che sai? Per questo sono d'accordo, è altamente educativo insegnare sin dalle medie ai ragazzi a stare al mondo, che passino aventi senza affrontare un esame e senza comprendere cosa significhi realmente impegnarsi per meritare una promozione, un voto alto, un riconoscimento.


Non sono per niente d'accordo! L'esame della terza media non è un esame importantissimo, si sa. Ma serve per iniziare i ragazzi alla vita, e ad affrontare anche l'esame del liceo! L'esame di terza media mi è servito moltissimo anche per tranquillizzarmi per l'esame del liceo perché ho avuto esperienza nel creare una tesina, nell'affrontare una commissione. Inoltre ti rendi conto dell'importanza che ha la scuola. Se togliamo gli esami, diventerà tutto un asilo nido! Non parlo assolutamente di politica, parlo di scuola, di cultura e di vita. :)

Fuxia mercoledì, 23 maggio 2012

Ma magari!

Magari lo facessero!

n° 2
Fuchs mercoledì, 23 maggio 2012

R: Ma magari!

> Magari lo facessero!

Pensa a studiare oca.

Chiudi
Aggiungi un commento a "Aboliamo l'esame di terza media": la proposta di Francesca Puglisi del PD...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Pagina 1 di 2:
1 2 > »

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.09.22 alle 10:12:46 sul server IP 10.9.10.106