Controllo utente in corso...

Prova Invalsi: i criteri di valutazione dell'esame

Il Test Invalsi preoccupa molti studenti di terza media in vista dell'esame finale: ecco in cosa consistono le prove e quali sono i criteri di valutazione

di Barbara Leone 5 aprile 2012
Il Test Invalsi è una delle prove più temute dagli studenti di terza media che devono sostenere l'esame finale. In cosa consiste esattamente la prova e quali sono i criteri di valutazione? La Prova Invalsi di Italiano è costituita da 25 quesiti ed è suddivisa in due parti: nella prima parte, che riguarda la comprensione del testo, gli studenti devono leggere due brani e poi rispondere a 15 domande specifiche sui testi; nella seconda parte, che riguarda la lingua italiana, gli studenti devono rispondere a 10 domande di grammatica italiana. La Prova Invalsi di Matematica consiste in 25 quesiti sugli argomenti del programma scolastico.

TUTTE LE PROVE DELL'ESAME DI 3° MEDIA (CLICCA QUI >>)

studentessa_confusaLa Prova Invalsi di Italiano serve prima di tutto per valutare la "padronanza linguistica" dello studente, cioè se è in grado di comprendere ed utilizzare nel migliore dei modi la propria lingua (l'italiano, appunto). La padronanza linguistica si può valutare proprio attraverso la lettura di un testo e le relative domande che servono per capire se lo studente ha compreso la storia che ha appena letto e conosce le principali regole grammaticali.

ALLENATI CON LE PROVE INVALSI 2011
> La prova Invalsi di Italiano
> La prova Invalsi di Matematica
> La griglia di correzione delle prove 2011: SCARICA IL FILE

Le domande della prima parte della Prova di Italiano servono per valutare:
- la competenza testuale, cioè se lo studente riesce a comprendere e ricordare le informazioni che ha ottenuto dal brano appena letto. Esempio di una domanda sulla competenza testuale: "Il tema centrale del testo è: A. l’evoluzione nel tempo di un rapporto di amicizia; B. il progressivo allentarsi di un rapporto di amicizia; C. la riflessione su un rapporto d’amicizia ormai finito; D. il rimpianto per un rapporto d’amicizia ormai finito";
- la competenza lessicale, cioè se lo studente conosce il significato di particolari vocaboli all'interno del testo. Esempio di una domanda sulla competenza lessicale: "Con quale di queste parole non si può sostituire l’aggettivo “solida” alla riga 16? A. Concreta; B. Robusta; C. Stabile; D. Reale";

TERZA MEDIA: VAI AL FORUM (CLICCA QUI >>)

- la competenza grammaticale, cioè se lo studente è in grado di fare una analisi grammaticale del testo, individuando i vari elementi di una frase (aggettivi, pronomi, verbi e così via). Esempio di una domanda sulla competenza grammaticale: "La parola “mentre”, alla riga 19, indica che tra ciò che viene detto prima e ciò che viene detto dopo c’è un rapporto di: A. opposizione; B. causa-effetto; C. contemporaneità; D. consequenzialità".

COME FARE LA TESINA DI 3° MEDIA (CLICCA QUI >>)

La maggior parte delle domande della Prova di Italiano hanno già 4 risposte, tra le quali lo studente dovrà scegliere quella corretta, come, ad esempio: "Il testo che hai letto è: A. una pagina di diario; B. una storia fantastica; C. un racconto autobiografico; D. un articolo di rivista". Ogni studente dovrà mettere una crocetta sulla risposta che ritiene esatta. Ci possono essere anche domande aperte, come ad esempio "Trasforma il discorso diretto (tra virgolette) in discorso indiretto, riscrivendolo sulle righe sottostanti. Le Nazioni Unite avevano annunciato: “Entro un anno invieremo una forza di pace”. Le Nazioni Unite avevano annunciato che ...". Ed in questo caso lo studente dovrà scrivere da solo la risposta. Guarda quali sono i 18 errori più comuni di italiano >>

Oppure domande in cui vengono date una serie di affermazioni, che possono essere attribuite, ad esempio, a due diversi personaggi del testo letto. E per ogni affermazione, lo studente dovrà indicare a quale personaggio si riferisce. Esempio: "Il narratore e l’amico hanno una percezione completamente diversa del periodo che trascorrono insieme al mare ogni anno. A chi dei due si può attribuire il pensiero espresso in ciascuna frase della tabella? A. Le vacanze estive sono una sospensione della vita vera; B. Ogni estate è uguale all’altra; C. L’inverno è una pausa che interrompe il ritmo del vivere; D. Ogni inverno reca con sé un cambiamento; E. L’estate passa troppo in fretta". 

TESINA DI 3° MEDIA sull'energia (CLICCA QUI >>)


La Prova Invalsi di Matematica serve per valutare le conoscenze matematiche di ogni studente, cioè se ha compreso i vari procedimenti di matematica, algebra e geometria studiati e se è in grado di utilizzarli senza problemi, capendo quale procedimento deve utilizzare per risolvere un particolare quesito. Rispondendo correttamente alle domande di matematica, ogni studente può dimostrare di saper risolvere i problemi utilizzando gli strumenti di matematica che ha studiato in classe.

TRA FELICITA' E PESSIMISMO, tesina svolta (CLICCA QUI >>)

Le domande di Matematica possono essere a risposta chiusa (come quelle di Italiano) e lo studente dovrà scegliere la risposta corretta tra quelle proposte, come ad esempio: "Su una carta stradale due località sono distanti 3 cm. Sapendo che la scala della carta è di 1:1.500.000, a quale distanza si trovano le due località? A. 4,5 km; B. 15 km; C. 45 km; D. 450 km". Oppure domande nelle quali si richiede allo studente di scrivere da solo la risposta (come ad esempio il risultato di una equazione algebrica o la spiegazione di un procedimento necessario per ottenere un determinato risultato). Esempio: "In un laboratorio si devono riempire completamente 7 contenitori da un litro travasando il liquido contenuto in flaconi da 33 cl ciascuno. Il liquido rimanente viene gettato via. Quale è il numero minimo di flaconi che occorrono per riempire tutti i 7 contenitori? Quanto liquido viene gettato via?".

TESINA SUL RAZZISMO (CLICCA QUI >>)

Le due Prove Invalsi servono per valutare in maniera oggettiva i risultati di studio raggiunti da ogni studente in Italiano e Matematica durante la scuola media sui vari argomenti che dovrebbero essere stati spiegati dagli insegnanti. Può però capitare che un particolare argomento, inserito nella Prova, non sia stato approfondito a scuola e che lo studente non sia quindi in grado di rispondere correttamente a tutte le risposte. In tal caso, spetta ai singoli insegnanti il compito di valutare il risultato della Prova Invalsi in relazione alle reali conoscenze dei propri studenti.

Prove Invalsi anni precedenti Soluzioni prove Invalsi
> Prova Invalsi Matematica 2008-09
> Griglia di correzione 2009
> Prova Invalsi Italiano 2008-09 > Griglia di correzione 2009
> Prova Invalsi Italiano 2007-08   > Griglia di correzione della prova di Italiano
> Prova Invalsi Matematica 2007-08 > Griglia di correzione della prova di Matematica
 > Prova Invalsi Italiano 2009-2010
 > Prova Invalsi Matematica 2009-2010
 > Griglia di correzione 2010



Esercitati con le Prove Invalsi di Italiano e Matematica degli anni precedenti
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Prova Invalsi: i criteri di valutazione dell'esame...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.24 alle 12:47:09 sul server IP 10.9.10.176