Scuola, l'obbligo sale fino ai 18 anni? Le parole della Ministra Valeria Fedeli

Di Maria Carola Pisano.

Scuola dell'obbligo: l'idea è di estenderla fino ai 18 anni. Ecco le parole del Ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

SCUOLA, LE NOVITA' DAL MINISTRO FEDELI

Il Ministro dell'Istruzione  Valeria Fedeli
Il Ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli — Fonte: getty-images

Che per la scuola è tempo di grandi novità lo sappiamo: è di qualche giorno fa la notizia della partenza, in fase sperimentale, del diploma in quattro anni; nel 2019 incontreremo invece un nuovo tipo di Esame di Stato; forse verrà introdotto l'Erasmus anche per le ultime due classi delle superiori. Ma le novità, a quanto pare, non finiscono qui. Oggi il Ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli durante un intervento al Meeting di Rimini, ha parlato di un'eventualità che riguarda la scuola dell'obbligo.

SCUOLA DELL'OBBLIGO IN ITALIA

In Italia l'obbligo scolastico è fissato a dieci anni: cioè si richiede agli studenti una permanenza nel sistema scolastico - a prescindere dai risultati ottenuti - di almeno dieci anni. Questo vorrebbe dire che, allo stato attuale delle cose, l'età minima per l'accesso al lavoro è di 16 anni. Potrebbe presto cambiare questa soglia? Ecco le parole della Fedeli: "Si dovrebbe fare una rivisitazione complessiva dei cicli scolastici da un punto di vista della qualità dei percorsi didattici interni. Io sarei per portare l'obbligo scolastico a 18 anni perché un'economia come la nostra, che vuole davvero puntare su crescita e benessere, deve puntare sull'economia e sulla società della conoscenza".

"Il percorso educativo e formativo" conclude la Ministra Fedeli "che non smette mai nel corso della vita, ha comunque bisogno di avere una più larga partecipazione possibile, almeno fino a 18 anni, poi per percorsi anche diversificati del liceo, degli istituti tecnici professionali. Il sapere e le nuove competenze sono un elemento fondamentale".