Prima prova 2017: lo schema del saggio breve

Di Marta Ferrucci.

Maturità, Prima prova 2016: consigli utili per strutturare e svolgere il saggio breve. Non perdere la guida per impostare la scaletta tema per la maturità 2016

SCHEMA SAGGIO BREVE PRIMA PROVA MATURITA’

Tutti gli anni la traccia del saggio breve della prima prova di maturità è il tipo di tema d’italiano più gettonato dagli studenti.
Se anche tu sei propenso a svolgere questa tipologia di scritto perché il tema storico, l’articolo di giornale, o le altre tipologie di tracce ti sembrano troppo difficili da affrontare, allora leggi la nostra guida che ti spiega qual è lo schema di un saggio breve. Alla fine saprai quale struttura dargli per impostarlo correttamente.

  1. Lo schema del saggio breve alla prima prova di maturità 2017
  2. Titolo del saggio breve
  3. Introduzione del saggio breve
  4. Sviluppo del saggio breve
  5. Conclusione del saggio breve
  6. Esempi di saggio breve svolti

1. LO SCHEMA DEL SAGGIO BREVE ALLA PRIMA PROVA DI MATURITÀ 2017

Il saggio breve è un tipo di scrittura argomentativa. Che cosa vuol dire questo termine? Significa che l’autore, oltre ad esporre l’argomento, ne dà anche una propria interpretazione critica e comunica la sua opinione, motivandola in modo logico e coerente.
Nel caso della prima prova di maturità, quindi, devi ragionare su uno degli argomenti proposti dal Miur sfruttando i documenti allegati come elementi a sostegno per la tua tesi.

Prima di iniziare a scrivere, quindi, analizza bene le fonti, cioè i materiali che troverai nella traccia (possono essere immagini di dipinti, brani tratti da articoli di giornale, libri, riviste e altro ancora), individua le informazioni che ti vengono date e quali sono le posizioni espresse nei testi.
Poi pensa a qual è la tua opinione e quali documenti possono aiutarti a sostenerla.
Terminato questo passaggio è arrivato il momento di creare lo schema del saggio breve, cioè la scaletta che ti servirà per impostare il tuo tema.
Lo schema è composto di quattro parti:

  • Titolo
  • Introduzione
  • Svolgimento
  • Conclusione


Per ognuna di queste dovrai appuntare in modo sintetico le cose da scrivere. Poi, quando avrai finito, potrai iniziare a scrivere il tuo saggio breve, collegando bene le varie parti tra loro.
Ora però, verdiamo insieme cosa inserire nelle varie parti dello schema che ti abbiamo appena descritto.

2. TITOLO DEL SAGGIO BREVE DELLA PRIMA PROVA

Saggio breve: come svolgerlo
Saggio breve: come svolgerlo

Il titolo del tuo saggio breve dovrà essere una frase breve ed incisiva, che riassume l’argomento esposto nel tema e invoglia il lettore a leggere.
Puoi comporre il titolo quando hai finito di scrivere il tuo elaborato, ma noi ti consigliamo di prepararne uno provvisorio già quando stendi la scaletta; poi, una volta completato tutto, potrai perfezionarlo e decidere la sua forma definitiva.

3. INTRODUZIONE DEL SAGGIO BREVE DELLA PRIMA PROVA DI MATURITÀ

Nella parte iniziale presenta l’argomento di cui stai trattando, senza dilungarti troppo.
Ricorda che l’introduzione serve anche per far capire al lettore in quale modo analizzerai il tema che hai scelto. In poche parole, dovrà rendere chiaro quale di queste tipologie di saggio breve svolgerai:

  • Argomentativo: in cui presenti la tua tesi e la supporti facendo riferimenti ai testi e ai documenti che hai a disposizione.
  • Critico: prendi in considerazione una delle opinioni esposte nelle fonti e la contesti, supportando la tua posizione con dati e fatti oggettivi.
  • Esplicativo: ha lo scopo di spiegare ai lettori un argomento, fornendo informazioni tratte dai testi che ti sono stati forniti. In questo tipo di saggio non si sostiene una tesi vera e propria.

4. SVILUPPO DEL SAGGIO BREVE

Passiamo ora alla parte più corposa del saggio, cioè quella centrale. In questa sezione dovrai far conoscere la tua tesi (nel caso del saggio argomentativo) e dovrai sostenerla con riferimenti alle fonti e alle nozioni provenienti dal tuo bagaglio culturale. Puoi anche parlare dell’antitesi, cioè dell’opinione che si contrappone alla tua, spiegando per quali motivi, secondo te, non è valida.
Anche nel caso del saggio breve di tipo critico o esplicativo la parte dello sviluppo deve contenere riferimenti al materiale che hai letto nella traccia, oppure a cose che conosci perché le hai imparate a scuola o da solo.
Quando andrai a creare il tuo schema del saggio breve, quindi, nella sezione dedicata allo sviluppo elenca in modo sintetico le informazioni e i dati da inserire.

5. CONCLUSIONE

La parte finale del tuo tema serve a chiudere il tuo discorso, dandogli un significato.
In questa parte puoi riassumere brevemente i punti fondamentali a favore della tua tesi e ribadire la sua validità.

6. ESEMPI DI SAGGIO BREVE SVOLTI

Per scoprire maggior dettagli sulla scrittura di un saggio leggi la nostra guida completa: Come scrivere un saggio breve. Se invece vuoi leggere qualche saggio breve svolto, dai un’occhiata agli esempi che trovi qui di seguito:

Qui sotto, invece, trovi la nostra guida completa per scrivere al meglio il saggio breve.