Saggio breve socio-economico: come si scrive

Di Valeria Roscioni.

Saggio breve socio-economico alla maturità 2017: come scriverlo? Consigli per l’analisi delle fonti e indicazioni sullo svolgimento alla prima prova

SAGGIO BREVE SOCIO-ECONOMICO

Il saggio breve socio-economico è, insieme a quello a quello tecnico-scientifico, artistico-letterario e storico-politico, uno dei quattro ambiti che rientrano nella tipologia B delle tracce della prima prova di maturità 2017.
Il giorno del primo scritto, dunque, ogni studente che sceglie di scrivere un saggio breve potrà scegliere di svolgere l'ambito in cui si sente più ferrato, in base alle proprie competenze e all'interesse per l'argomento.
In questo articolo puoi scoprire tutto quello che ti serve sapere per affrontare e svolgere al meglio il saggio breve di abito socio-economico alla prima prova di maturità 2017.

  1. Cos’è un saggio breve socio-economico
  2. Saggio breve socio-economico: fonti e consigli per l’approccio
  3. La struttura di un saggio breve socio-economico
  4. Come scrivere un saggio breve socio-economico
Saggio breve socio-economico
Saggio breve socio-economico — Fonte: istock

1. COS’È UN SAGGIO BREVE SOCIO-ECONOMICO

Esattamente come per gli altri ambiti, anche per il saggio breve socio-economico riceverai in dotazione, insieme alla traccia, un dossier: si tratta di un insieme di documenti utili per comprendere meglio l’argomento che dovrai poi sviluppare nella stesura del saggio breve. Per ciò che concerne l’ambito socio-economico, le tracce e di conseguenza i dossier riguardano spesso e volentieri tematiche tratte dalla realtà che viviamo sulla nostra pelle quotidianamente. Tra quelle uscite negli ultimi anni all’esame di Maturità troviamo ad esempio:


2. SAGGIO BREVE SOCIO-ECONOMICO: FONTI E CONSIGLI PER L’APPROCCIO

I documenti contenuti nel dossier del saggio breve socio-economico sono, nella maggior parte dei casi, articoli di giornale, dati statistici, saggi e inchieste di studiosi del settore. Riguardando tematiche prettamente sociali (come l’immigrazione, la globalizzazione, la crisi economica) non è difficile riuscire a sviluppare una propria tesi a riguardo se, nel corso degli ultimi mesi, ci si è documentati su questi temi leggendo i giornali o libri specializzati, informandosi online su ciò che accade nel mondo. Questo consentirà di avere una veduta più ampia su determinate tematiche ed evitare di scrivere qualcosa di banale o di poco veritiero.
Sono inoltre avvantaggiati nello svolgimento del saggio breve socio-economico coloro che studiano (o hanno studiato) materie come:

  • Sociologia
  • Economia
  • Diritto

Infatti i documenti proposti, riguardando l’economia e la società, potrebbero contenere termini specifici, non facilmente comprensibili da tutti gli studenti. Proprio per questo motivo può tornare utile possedere conoscenze pregresse. Attenzione: utile, ma non indispensabile! Non c’è nulla che ti sarà precluso se avrai dalla tua una buona cultura personale circa le tematiche di attualità.


3. LA STRUTTURA DI UN SAGGIO BREVE SOCIO-ECONOMICO

Quando ti verranno consegnate la traccia del saggio breve socio-economico e il relativo dossier, le prima cose che dovrai fare saranno:

  • Leggere attentamente la traccia e i documenti
  • Sottolineare ciò che nei documenti ti sembra più rilevante
  • Mettere in relazione le fonti l’una con l’altra, in modo da comprenderne i collegamenti, le similitudini e le differenze
  • Suddividere le fonti in categorie, a seconda della tesi che sostengono

Una volta analizzato a fondo l’intero contenuto del dossier, arriverà per il momento di prendere posizione. Rispetto all’argomento della traccia, qual è il tuo pensiero? Questa sarà la domanda che dovrai porti, aiutandoti ovviamente con gli spunti che ti saranno offerti dai documenti. Una volta scelto “da che parte stare”, seleziona le fonti che ti potrà essere utile citare per sostenere la tua tesi, e quelle che invece sono contrarie al tuo pensiero (stai attento: non devi usarle tutte, bensì solo quelle che ti sembrano veramente utili per il discorso che vuoi sviluppare). Come ben sai, infatti, il tuo saggio breve socio-economico dovrà essere strutturato nel seguente modo:

  1. Titolo
  2. Introduzione e presentazione dell’argomento
  3. Corpo centrale del saggio breve in cui, con l’ausilio dei documenti del dossier, dovrai sviluppare:
    3.1 Tesi: dovrai esplicare il tuo pensiero riguardo l’argomento proposto, avvalorandolo con citazioni tratte dai documenti che ti sono stati forniti insieme alla traccia
    3.2 Antitesi: dovrai poi lasciar spazio alle tesi che si contrappongono al tuo pensiero, in modo da donare al lettore un quadro chiaro e completo della questione, offrendogli i diversi punti di vista
    3.3 Sintesi: infine, aiutandoti sempre con i documenti del dossier, dovrai riaffermare la tua tesi, che dovrà essere il meno possibile sottoponibile a smentite: rafforzato dallo scontro con l’antitesi, da cui sarà uscito vincitore, il tuo pensiero dovrà essere a tal punto convincente da sembrare inattaccabile
  4. Conclusione


Aggiungi, oltre a ciò che trovi nelle fonti, qualcosa che proviene dal tuo bagaglio culturale: sarà sicuramente apprezzato dal professore e/o dalla commissione.


4. COME SCRIVERE UN SAGGIO BREVE SOCIO-ECONOMICO

Una volta individuato tutto ciò che ti occorre per sviluppare il tuo saggio breve di ambito socio-economico e per sostenere la tua tesi, potrai iniziare a scrivere. Ricorda, innanzitutto, di organizzare le tue idee in una scaletta, seguendo la struttura che ti abbiamo illustrato sopra (tesi-antitesi-sintesi). Indica i punti in cui hai intenzione di inserire le citazioni tratte dal dossier, così da non dimenticartene al momento della stesura.
L’apparente semplicità del tema, spesso fortemente legato all’attualità, non deve trarti in inganno. Scegli con cura il punto di vista da adottare o la tesi da dimostrare cercando un approccio fresco e personale. Sempre per via della questione semplicità potresti cadere nella trappola dell’originalità a tutti i costi e sarebbe un vero peccato. Ricordati di non strafare e che, comunque, devi argomentare sempre in modo oggettivo e facendo riferimento alle fonti contenute nella traccia.
Il tono e lo stile devono sempre rimanere abbastanza formali e mai e poi mai l’elaborato deve mancare di chiarezza. Fai attenzione a non dare nulla per scontato e quando rileggi controlla che non siano presenti espressioni colloquiali: dovrai mantenere sempre una forma impersonale (“Si afferma che…”, “Si sostiene la tesi secondo la quale…”), stando ben attento a non usare mai la prima persona.
Una volta terminata la stesura del tuo saggio breve socio-economico dovrai:

  • Rileggerlo due volte: la prima per vedere se ha una coerenza logica e se le parti di cui è composto sono ben correlate tra loro; la seconda per individuare eventuali errori ortografici o morfo-sintattici (ovvero quegli errori che riguardano l’accordo fra articolo e nome, soggetto e verbo, oppure la scelta del modo e del tempo verbale adeguato)
  • Trovargli un titolo intrigante che lasci intuire la tua idea sull’argomento
  • Ricopiarlo in bella copia