5 consigli per scegliere il corso universitario

Di Mattia Toaldo.

Consigli su come scegliere la facoltà universitaria

Siccome siamo dei gradassi ci permettiamo di darvi cinque imperativi per la scelta della facoltà universitaria. La prossima settimana ve ne daremo altri, piano piano sennò vi impressionate.

Regola numero uno: fai quello che ti pare
La peggior cosa che si può fare nella scelta della facoltà universitaria è fare ragionamenti del tipo "ma quella facoltà è inutile" oppure "sì è noiosa ma poi..". Un corso di laurea che non vi piace è un corso che difficilmente riuscirete a portare a termine e una mezza laurea in ingegneria vale molto meno di una laurea tutta intera in lettere.

Regola numero due: sei sicuro di voler fare l'università?
Per perfezionare le proprie conoscenze ci sono oggi decine di corsi parauniversitari che offrono curriculum altrettanto validi di una laurea, durano di meno e sono più adatti a chi non vuole passare la vita sui libri ma vuole imparare subito una professione. Se vuoi saperne di più dai un'occhiata qui accanto alla voce "alternative all'università".

Regola numero tre: l'università non è più quella di una volta
Come forse avrai sentito dire dall'anno scorso l'università è stata riformata e ora ci sono vari livelli di laurea, centinaia di corsi diversi e un sacco di altre amenità. Per saperne di più vai alla sezione "riforma" di questo sito (vedi qui accanto).

Regola numero quattro: la laurea a qualcosa serve
Il tipico discorso da vecchiette-alla-fermata-dell'autobus è "mio figlio ha la laurea ed è disoccupato" e via altre idiozie sulla laurea che non serve a niente. Idiozie perchè la stragrande maggioranza dei laureati (nota bene: in tutti i tipi di laurea) ad un anno dalla laurea ha un lavoro. E chi non ce l'ha è semplicemente perchè sta seguendo un corso post-universitario oppure perchè non sta cercando veramente un lavoro.

Regola numero cinque: non seguire gli amici
Un errore molto frequente è quello di scegliere il corso universitario basandosi sulle preferenze degli amici: se tizia va a fare medicina a siena, allora anche caia che è sua amica ci andrà, anche se non le piace la facoltà.
Gli amici, quelli veri, rimangono tali anche se non fanno la vostra stessa facoltà. E poi l'università è un luogo fantastico per conoscere gente nuova.

Dopo questa ondata di buoni sentimenti vi diamo appuntamento alla prossima settimana con consigli sui posti dove studiare, su come mantenersi e tanto altro ancora.