Laurea triennale in Sociologia... e poi?

Di Marta Ferrucci.

Il corso in Sociologia offre tantissimi sbocchi occupazionali dovuto alla varietà degli argomenti trattati nel corso di studi ma con percorsi specialistici e master "ad hoc" si stringe il campo e si possono acquisire vere e proprie professionalità

La laurea in sociologia è uno di quei percorsi che non costringono il laureato a prendere una determinata strada professionale lasciando invece un'ampio ventaglio di possibilità. Molto spesso quando si chiede ad un laureato in Sociologia quali sono i lavori a cui pensa di poter accedere al termine degli studi ci sentiamo rispondere "tutto e niente!"; se in parte questo è vero - conosco laureati in Sociologia che sono diventati degli ottimi venditori!- è anche vero che ci sono delle strade che sono più "naturali" da prendere rispetto ad altre. Ecco quali.

La laurea in Sociologia può aprire diversi sbocchi nelle strutture e nelle organizzazioni che si occupano dello sviluppo territoriale (come i tecnici di politiche territoriali) e delle politiche socio-culturali (mediatori culturali; esperti nelle politiche di prevenzione; nelle politiche per i giovani, le famiglie ecc.); altre occupazioni sono individuabili nei vari livelli delle amministrazioni pubbliche e dell'imprenditoria privata, dove il sociologo può occuparsi della gestione delle risorse umane o delle ricerche di mercato.
Il campo d'azione del laureato sono anche i metodi e tecniche della ricerca sociale, sondaggi e altre forme di rilevazione dell'opinione pubblica, può diventare un giornalista e operatore della società dell'informazione oppure un operatore presso associazioni politiche, sindacali e di categoria o, ancora, insegnante di scienze sociali nella scuola secondaria o sociologo professionale.

Chi sceglie di approfondire gli studi con un master o con la laurea specialistica potrà ulteriormente raffinare le proprie competenze e specializzarsi in un determinato settore.

Ad esempio a Bologna - sede di Forlì - è attiva la laurea specialistica in Criminologia Applicata per l'Investigazione e la Sicurezza, quella in Sociologia della Salute e degli Stili di Vita mentre a Bologna quella in Occupazione, Mercato e Ambiente.
A Milano invece si approfondiscono le Scienze Sociali mentre ad Urbino gli aspetti della multiculturalità. Innumerevoli sono le specializzazioni offerte dagli atenei così come i master proposti tanto dalle università come quelli organizzati da privati. La Sapienza di Roma organizza il Master Immigrati e Rifugiati, l'Università Europea di Roma approfondisce il tema delle risorse umane con un Master di I Livello in Coaching, Leadership e Sviluppo delle Risorse Umane, a Pisa si può frequentare il Master in Gestione dei Conflitti Interculturali ed Interreligiosi ma sono solo alcune delle centinaia di possibilità da sfruttare se, dopo la laurea, ci si scopre appassionati di un determinato settore che si vuole approfondire.