Traccia prima prova maturita' 2015: cos'e' l’Isis? L’approfondimento

Di Elisa Chiarlitti.

Una traccia sul terrorismo internazionale è tra le possibilità più accreditate dai maturandi 2015. Per capire bene cos’è l’Isis, la sua organizzazione e le sue finalità, l’Adnkronos propone questo approfondimento da cui prendere spunto per sviluppare la traccia del primo scritto

COS’E’ L’ISIS - Nato nell'aprile 2013 dal ramo iracheno di al-Qaeda, il sedicente Stato islamico (Is) è l'organizzazione terroristica più pericolosa al mondo. Una serie di successi militari in rapida successione hanno portato il gruppo jihadista a proclamare nel giugno del 2014 la nascita di un califfato, con 'capitale' Raqqa, nei territori della Siria e dell'Iraq settentrionali finiti sotto il controllo. In queste zone l'Is ha stabilito una forma di controllo parastatale, iniziando a battere moneta e dotandosi di una struttura di governo.

Prima prova maturità 2015: saggio breve, tracce svolte e consigli

IL LEADER DELL’ISIS - Il suo leader, Abu Bakr al-Baghdadi, è un iracheno originario di Samarra, reduce dal jihad in Afghanistan. Secondo il quotidiano 'Guardian', Al-Baghdadi, apparso per la prima volta in un video nel luglio 2014, sarebbe ferito e non sarebbe più in grado di guidare l'organizzazione. La notizia, tuttavia, non è stata confermata da fonti ufficiali.

L'Is può contare su decine di migliaia di combattenti, in parte occidentali. Molti jihadisti che hanno aderito alla causa del califfato sono partiti da Londra, Bruxelles e Parigi. Tra le fila del califfato combattono anche circa 50 italiani.

Prima prova maturità 2015: tutto sul saggio breve artistico-letterario

COME SI FINANZIA L’ISIS - Le principali fonti di finanziamento dell'organizzazione terroristica sono la vendita illegale di petrolio, i riscatti originati dai rapimenti, le richieste di pizzo ai commercianti delle zone occupate e le donazioni di singoli simpatizzanti, in particolare dall'area del Golfo. Negli ultimi tempi i militanti dell'Is hanno iniziato anche a vendere al mercato nero reperti trafugati nei siti archeologici di Siria e Iraq.

Maturità 2015: dritte per il saggio breve e il tema storico

LA STRATEGIA DELL’ISIS - L'Is ha una strategia ben delineata che sfrutta internet e i social per diffondere il terrore in tutto il mondo. Oltre ai brutali video delle decapitazioni di ostaggi occidentali, i seguaci di al-Baghdadi possono contare su una nutrita rete di account Twitter e pagine Facebook per amplificare il loro messaggio a scopo propagandistico e per reclutare nuovi miliziani. Il primo ostaggio decapitato dall'Is è stato il giornalista statunitense James Foley.

La comunità internazionale ha reagito all'Is formando una coalizione militare. Guidata dagli Usa, la coalizione dal settembre 2014 colpisce obiettivi dei jihadisti in Siria e Iraq.

A cura dell’Adnkronos