In vacanza a Rodi (seconda parte)

Di Marta Ferrucci.

Il racconto di una settimana passata nell'isola greca. Consigli anti-affollamento, per risparmiare e fare una vacanza diversa, all'insegno di divertimento e cultura

Divertirsi la sera tra discoteche e casinò

La notte Rodi si accende di luci e colori.

Dentro la città vecchia si può cenare in luoghi suggestivi seminascosti nei vicoli medievali oppure nei ristoranti più turistici delle piazzette principali.
Qui i turisti vengono letteralmente accalappiati dai camerieri che vogliono riempire il locale.

Ci sono posti per tutte le tasche: se volete spendere davvero poco potete mangiare un kebab, una gyros-pitta (piadina arrotolata ripiena di carne aromatica e verdura) oppure un'insalata greca in una delle tante rosticcerie con tavolini. Una zona che offre posti economici in cui mangiare è il mercato nuovo, fuori dalle mura e vicino al porto di Mandraki. Sempre in questa zona ci sono bancarelle che vendono spugne e conchiglie, che fanno tatuaggi (non costano molto ma durano molto meno di quanto dicono!), chioschetti di gelato, negozi di vestiti ecc...

Chi ama il gioco d'azzardo troverà pane per i suoi denti al casinò, situato nello storico edificio del “Grande Albergo delle Rose”. Qui si trovano 30 giochi da tavolo e 300 slot machines. Per entrare bisogna avere minimo 23 anni.. Orario : tutti i giorni dalle 15.00 alle 06.00 / Sabato & Domenica 24h.

La città di Rodi ha una decina di discoteche e tanti bar. una delle più "in" del momento è "Gas", in via 25 martiou 2. Attaccata a Gas c'è il bar-discoteca Blue Lagoon, arredato come una nave di pirati, con pappagalli e piscina. Sulla costa ovest della città si trova il "barstreet", una zona con numerosi locali e clubs, tra cui l'Hard Rock Cafè, nei quali si festeggia ogni sera.


Symi, un'isola da non perdere


A 24 miglia marine da Rodi, sorge l'isola di Simi, un gioiello sia per la posizione geografica che per l'architettura neoclassica e colorata che offre a chi entra nel suo golfo.

Quest'isola è stata per lunghi anni il più importante cantiere navale dell'Egeo ed un fiorente centro per la raccolta delle spugne.

Oggi è un'isola nella quale si può scegliere di trascorrere una tranquilla vacanza (l'isola è piccola e non è presa d'assalto dai turisti) oppure si può anche visitare in giornata con una gita in traghetto da Rodi.
Appena si entra nel golfo di Simi, colpiscono subito i colori delle piccole case. Passeggiando per le strade ci si può inoltrare in vicoli sassosi dove sono gli asinelli a trasportare le valige dei turisti. Fiori colorati si arrampicano sui muri delle costruzioni e tutto appare molto curato.

I traghetti partono tutti i giorni dal porto di Rodi: il costo della gita è contenuto (sono soldi ben spesi, garantito!) e nel giro è prevista anche la visita al monastero di Panormiti, dedicato all'Arcangelo Gabriele.

Per avere informazioni su questa ed altre gite, sulle partenze dei traghetti in generale e per fare i biglietti, c'è un'agenzia di viaggi all'interno del Mercato Nuovo.

Links utili:
RODI Sito in italiano con curiosità ed info utili
RODOS.COM In inglese: mappe, info, dove dormire ecc...
LINDOS: QUALCHE INDIRIZZO Dormire, mangiare, curiosità su Lindos