Esame terza media: addio al test Invalsi e bocciature

Di Chiara Casalin.

L’esame di terza media cambierà: ecco cosa sapere sulla riforma delle prove e dei voti, sul test Invalsi, sulle commissioni e sulle bocciature

ESAME TERZA MEDIA

Sembra proprio che i cambiamenti previsti per l’esame di terza media potrebbero rendere la vita un po’ più facile agli studenti che affronteranno la prova dal prossimo anno scolastico in poi. Secondo quanto riporta una notizia del quotidiano online Italia Oggi, ripresa anche da siti specializzati, a partire dal 2018 gli studenti non dovranno più affrontare il test Invalsi all’interno dell’esame e il voto di questa prova, che si svolgerà invece durante l’anno, non farà più media con il voto finale dell’esame ma sarà inserito solo nella certificazione delle competenze dello studente. Inoltre altri cambiamenti dovrebbero riguardare l’assegnazione dei voti e le commissioni d’esame.

ADDIO TEST INVALSI

Rirofma esame terza media: cosa cambia
Rirofma esame terza media: cosa cambia — Fonte: istock

Secondo quanto si legge sul sito di Tecnica della Scuola, il test invalsi di terza media si baserà su ben tre materie: italiano, matematica e inglese e gli studenti dovranno comunque farlo obbligatoriamente, altrimenti non potranno accedere all’esame finale.
Un’altra delle modifiche che dovrebbero essere introdotte riguarda il sistema dei voti: a fine esame non ci saranno più valutazioni come “ottimo”, “distinto”, ecc., ma si passerà a giudizi in lettere dalla A alla E, con la A che corrisponderà all’attuale ottimo, la D all’insufficienza e la E che sarà assegnata agli studenti che non hanno raggiunto le competenze.
Inoltre sembra proprio che dai prossimi anni scolastici sarà il preside della scuola a ricoprire il ruolo di presidente di commissione, e non più un professore proveniente da altri istituti.

MENO BOCCIATURE

Secondo quanto si legge sul sito Orizzonte Scuola, poi, la riforma dell’esame punterà anche a far calare la dispersione scolastica, cioè l’abbandono degli studi prima di aver ottenuto il diploma di maturità o la laurea. Come? Cercando di limitare le bocciature all’esame di terza media che, secondo quanto scritto su Italia Oggi, sono considerate uno dei fattori che contribuiscono all’abbandono scolastico. Diventerà più difficile essere bocciati all’esame di terza media? La risposta sembra essere “sì”! Sarà il consiglio di classe, infatti, a decidere se promuovere lo stesso uno studente anche se ha raggiunto solo parzialmente i livelli di apprendimento previsti.
Per sapere se queste novità entreranno ufficialmente in vigore e a partire da quando bisogna comunque attendere le conferme del Ministero dell'Istruzione. Studenti.it vi terrà aggiornati come sempre!
Intanto per sapere di più leggete qui.