Ridotta la pratica forense a 18 mesi, ma solo per i nuovi praticanti

Di Valentina Vacca.

C'è fermento tra i praticanti avvocati: è stato infatti deciso di ridurre la pratica forense da 24 a 18 mesi. La nuova regola però vale solamente per i nuovi praticanti e non per quelli vecchi. Molti giovani futuri avvocati si stanno mobilitando per far sì che la riduzione riguardo tutti

Col DL n. 214/2011 "Salva Italia" del 24 gennaio 2012 sono state stabilite delle nuove disposizioni riguardanti tutte le professioni regolamentate dalla legge, tra cui quelle legali. Le nuove norme del DL "Salva Italia" hanno stabilito la riduzione della pratica forense da due anni a 18 mesi, con la possibilità di svolgere i primi sei mesi in concomitanza con il corso di studio per il conseguimento della laurea.

TEST: SARESTI UN BUON AVVOCATO? Clicca qui>>

L’aspirante avvocato grazie a questo DL potrà iniziare la pratica presso uno studio legale sei mesi prima del conseguimento della laurea e svolgere, dopo tale periodo iniziale, un solo anno di pratica.avvocati200

LA SEZIONE GIURISPRUDENZA DI STUDENTI.IT. Clicca qui>>

Purtroppo però la nuova norma riguarda solamente gli iscritti al registro a partire dal 25 gennaio 2012. Questo significa che tutti coloro che risultano iscritti prima di questa data non potranno usufruire di questo beneficio. Alcuni Ordini degli Avvocati, come quelli di Genova, Firenze, Pordenone, Torino, Treviso e Vicenza in questi giorni stanno cercando di far estendere il beneficio anche a tutti i praticanti iscritti precedentemente al 25 gennaio 2012.

FORUM DEI PRATICANTI AVVOCATI. Clicca qui>>

Ovviamente tutti i praticanti si stanno mobilitando: sul sito Mininterno la discussione sul forum si è fatta particolarmente accesa e alcuni propogono di contattare Striscia la notizia; sulle mail dei CDO che non hanno esteso il beneficio a tutti i praticanti stanno arrivando continuamente lettere di protesta da parte dei giovani futuri avvocati.

FORUM DI GIURISPRUDENZA. Clicca qui>>


Effettivamente come si fa a dar torto a questi ragazzi? Perché fare questa discriminazione? Non hanno forse diritto anche loro a una riduzione?