Test Medicina: arriva il ricorso gratuito

Di Valeria Roscioni.

Ricorso straordinario Test Medicina 2014: lo studio di Bonetti offre l’opportunità di aderire gratuitamente. Ecco come e perché

RICORSO TEST MEDICINA 2014 GRATUITO. Le ammissioni in sovrannumero decretate dalla sentenza del Tar stanno spingendo molti studenti ad intraprendere la via del ricorso contro il test d’ingresso di Medicina. I tempi per aderire a quello collettivo creato dall’Udu (il cui costo era di soli 15 euro) sono però scaduti e ora non resta che tentare la via del ricorso straordinario a ben altro prezzo. Dato che, però, c’è di mezzo la graduatoria e l’immatricolazione presso l’Università indicata come prima scelta, sono molti gli studenti che si stanno informando su questa alternativa. L’interesse è tale che l’avvocato dell’Unione degli Universitari Michele Bonetti ha deciso di offrire questa possibilità anche a meno abbienti. Noi della redazione di Studenti.it gli abbiamo scritto per avere maggiori informazioni al riguardo. Ecco cosa ci ha risposto.

Novità da non perdere: Graduatoria test Medicina: arriva la conferma di interesse. La scadenza

Ricorsi test Medicina: informazioni sulle tipologie esistenti

TEST MEDICINA 2014: COME FUNZIONA IL RICORSO STRAORDINARIO GRATUITO “La scelta di assumere la difesa a titolo gratuito per gli studenti non ammessi al corso di laurea a numero chiuso e che sono ancora in tempo per impugnare gli atti proponendo un ricorso straordinario al Capo dello Stato è in linea con la convinzione etica che la funzione sociale della professione forense imponga la necessità di offrire la propria consulenza anche a chi non ha la possibilità di remunerarla. – ha scritto Bonetti - Sappiamo che la mancata ammissione al corso di laurea a numero chiuso crea un momento di forte sconforto non solo nei giovani, che sognano di diventare medici, odontoiatri, architetti, veterinari e tanto altro, ma anche nelle loro famiglie e ancor di più nelle famiglie in difficoltà economica e che non possono sostenere anche i costi di un ricorso. Il numero chiuso è ormai divenuto un problema sociale del nostro Paese e strumenti quali il gratuito patrocinio, a cui comunque come Avvocato dell'Udu aderisco, sono purtroppo insufficienti. Sappiamo che la nostra scelta sarà sicuramente criticata e strumentalizzata. Tuttavia sottolineo che questa scelta interviene dopo che già 2000 ricorrenti hanno ottenuto un provvedimento che consente loro l’immatricolazione soprannumeraria e dopo una fortissima pubblicizzazione da parte dei media. E’ una scelta dunque pensata per non lasciare indietro nessuno anche se sono più che consapevole che in tal modo una notevole fetta del nostro contenzioso sarà eliminata, in un momento di grande richiesta di ricorsi straordinari per il nostro Studio.

Le informazioni dell'avvocato Bonetti: Ricorso test Medicina 2014: tutto sulla sentenza del Tar

RICORSO STRAORDINARIO GRATUITO: CHI PUO’ FARE RICHIESTA E LE SCADENZE: “Per questa ragione, dopo la proposizione di un ricorso al Tar vincente e apripista a cui si è potuto accedere con soli 15 euro, richiediamo agli studenti decisi ad Unirsi alla battaglia contro il numero chiuso con i ricorsi straordinari e con un reddito familiare inferiore a euro 15.000,00 di allegare alla documentazione richiesta anche il CUD familiare (o l' ISEE che ogni studente deve avere). In tal caso, lo Studio Legale Michele Bonetti Avvocato & Partners, che da sempre dedica la propria competenza anche all'attività cosiddetta pro bono con casi pilota e apripista in tutte le materie socialmente rilevanti e l'UDU hanno deciso di sostenere e di assistere tutti gli studenti, anche quelli in difficoltà economica, per garantire a tutti un "accesso gratuito" alla giustizia per una università libera, pubblica e contro un numero chiuso illegittimo. Basterà che da uno dei due documenti richiesti (la somma dei Cud dei familiari presenti nello stato di famiglia o l'Isee) si evinca un reddito inferiore ai 15.000 euro lordi che tutte le spese processuali anche "vive" (notifiche, pubblici proclami, motivi aggiunti, contributi unificato etc.) saranno a nostro carico. Faremo tutto il possibile per accelerare i tempi processuali ivi compresa la proposizione di istanze cautelari. Per tali iniziative il termine previsto per aderire è sino al 14 agosto 2014.”

Hai altri dubbi? Test medicina 2014: tutto sui ricorsi straordinari