Gerusalemme liberata: il riassunto

Di Valeria Roscioni.

Riassunto Gerusalemme Liberata: gli avvenimenti dei canti più importanti e i personaggi principali

GERUSALEMME LIBERATA, RIASSUNTO: L’INCIPIT E LA MAGA ARMIDA La Prima Crociata è iniziata da ben sei anni quando Goffredo di Buglione, che sta attendendo la fine dell’inverno in Libano, riceve la visita dell'Arcangelo Gabriele che lo esorta a prendere le redini dell’esercito cristiano e ad espugnare definitivamente Gerusalemme. Le forze del demonio sono però decise ad opporsi e, quando le truppe giungono nei pressi della città Santa, mandano la maga Armida ad ammaliare i soldati. La donna, bellissima e travestita da principessa spartana proveniente da Damasco, riesce infatti a convincere i migliori combattenti a seguirla nel suo castello.

Riassunti e temi svolti: iscriviti al gruppo su Fb

RIASSUNTO GERUSALEMME LIBERATA: IL DUELLO TRA ARGANTE E TANCREDI Intanto le sorti della battaglia si complicano quando il guerriero musulmano Argante decide di sfidare uno dei soldati cristiani a duello dando vita ad uno scontro da cui dipenderanno le sorti dell’intera guerra. A combattere contro l’infedele viene così mandato Tancredi, uno dei soldati più forti. Il duello va avanti a lungo fino a che, col calare della notte, viene sospeso.

GERUSALEMME LIBERATA, RIASSUNTO BREVE: LA FUGA DI ERMINIA E L’AMORE TRA TANCREDI E CLORINDA. Tra coloro che assistono allo scontro c’è Erminia, principessa di Gerusalemme, infedele ma innamorata di Tancredi e preoccupata per le sorti del suo amato che, però, nutre dei sentimenti per Clorinda, la vergine guerriera musulmana, che egli ama ricambiato malgrado la loro differenza di credo. Erminia, vedendo il suo amore ferito, decide di indossare l’armatura di Clorinda e di andarlo a cercare ma, sorpresa dai cristiani, fugge via trovando rifugio presso un gruppo di pastori con cui deciderà di rimanere allontanandosi per sempre dagli orrori della guerra. La fuga della principessa viene intanto notata da Tancredi stesso che la scambia per Clorinda e, quindi, decide di inseguirla nel bosco finendo così prigioniero di Armida.
Nel frattempo anche un altro eroe cristiano, Rinaldo, sta per abbandonare l’accampamento. Egli, infatti, dopo aver ucciso un compagno d’armi, decide di scappare via.

RIASSUNTO GERUSALEMME LIBERATA: LA BATTAGLIA DI SOLIMANO E L’AMORE DI RINALDO PER ARMIDA. La guerra procede così vedendo in vantaggio ora uno schieramento ora l’altro anche grazie ai vari interventi di natura a volte divina altre demoniaca. Quando arriva il giorno del duello, infatti, un angelo aiuta il sostituto di Tancredi, che nel frattempo è scomparso, nel combattimento, ma i diavoli fanno sì che lo scontro diretto si trasformi in una battaglia. Non solo: l’intervento di Solimano, e del suo esercito musulmano proveniente dall’Egitto, mette i crociati in estrema difficoltà. I cristiani verranno salvati da questo ennesimo pericolo dall’arcangelo Michele e dall’arrivo degli eroi cristiani che, liberati da Rinaldo, fanno ritorno all’accampamento. L’eroe ha però pagato a caro prezzo la loro fuga: Armida vedendolo si è innamorata di lui e lo ha attirato a sé.

RIASSUNTO GERUSALEMME LIBERATA: IL DUELLO TRA TANCREDI E CLORINDA. Goffredo di Buglione ordina allora ai suoi uomini di costruire una torre per dare l'assalto definitivo a Gerusalemme, ma il suo piano fallisce quando Argante e Clorinda riescono ad incendiarla distruggendola. La vergine guerriera, però, non riesce a rientrare entro le mura e finisce così per combattere contro il suo amato Tancredi che, non riconoscendola per colpa della corazza scura da lei indossata al posto di quella chiara portata di solito, la uccide. Clorinda muore così tra le braccia del suo amato dopo avergli chiesto di ricevere il battesimo ed essere stata accontentata. Lo sconforto dell’eroe è tale da spingerlo a pensare al suicidio, ma l’apparizione in sogno della stessa Clorinda riuscirà a dissuaderlo dal proprio intento.

GERUSALEMME LIBERATA, RIASSUNTO BREVE: RINALDO SPEZZA L’INCANTESIMO. Le difficoltà per l’esercito cristiano non sono finite: la torre non può essere ricostruita perché il mago Ismeno ha lanciato un incantesimo sulla selva di Saron per fare in modo che i crociati non possano utilizzare altro legno. L’unico che può spezzare il sortilegio è Rinaldo che, però, è ancora prigioniero della Maga Armida. Goffredo invia così due eroi cristiani, Carlo e Ubaldo, a liberarlo. Il crociato, pentito di aver ceduto all’amore e alla passione per un’infedele riesce nella missione per cui è stato richiamato dando la possibilità ai suoi compagni di avere tutte le armi di cui hanno bisogno.

RIASSUNTO GERUSALEMME LIBERATA: LA BATTAGLIA CONCLUSIVA. Nella battaglia conclusiva Rinaldo uccide Solimano mentre Tancredi, in una valle distante dall’epicentro della battaglia, combatte contro Argante e lo uccide rimanendo, però, ferito. A soccorrerlo arriverà Erminia, ormai una pastorella, che infine avrà almeno la consolazione di poter salvare la vita all’uomo che ama.

Il poema si conclude con Goffredo che pianta il vessillo cristiano all'interno delle mura di Gerusalemme.