Capitolo 1 de I Promessi Sposi: riassunto e commento

Di Barbara Leone.

Riassunto capitolo 1 de I promessi Sposi: riassunto breve del Primo capitolo e commento. Leggi la nostra analisi con focus su temi, personaggi e stile usato da Manzoni

CAPITOLO 1 PROMESSI SPOSI RIASSUNTO - Per molti studenti l'anno scolastico inizia proprio con le letture de I promessi sposi di Alessandro Manzoni e si sviluppa nei mesi successivi con la lettura e l'analisi degli altri capitoli. Un caposaldo della letteratura italiana, insomma, che a scuola viene letta e commentata in ogni dettaglio dei suoi 38 capitoli.

- Tutti i riassunti capitolo per capitolo
- Analisi dei personaggi de I promessi sposi

"Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien quasi a un tratto, tra un promontorio a destra e un'ampia costiera dall'altra parte": con queste parole Alessandro Manzoni inizia il primo capitolo de I Promessi Sposi. Il romanzo si apre infatti con la descrizione dei luoghi in cui è ambientata la prima fase della storia. L'autore poi passa a descrivere la dura situazione delle regioni sottomesse alla dominazione spagnola, che si contrappone alla bellezza del paesaggio.
 
 
Riassunto capitolo 1 de I Promessi Sposi
Riassunto capitolo 1 de I Promessi Sposi

PROMESSI SPOSI CAPITOLO 1 DESCRIZIONE DEI LUOGHI E PERSONAGGI - Il primo personaggio che viene presentato è Don Abbondio, il curato del paese, che, come ogni sera, sta passeggiando mentre legge il suo breviario. Il modo di camminare di Don Abbondio permette all'autore di dare un quadro psicologico del personaggio: è un uomo abitudinario, che desidera una vita tranquilla. Ha circa 60 anni, è colto (sa il latino) e agiato (può permettersi quotidianamente una serva, Perpetua, e un buon bicchiere di vino).


Non è una persona coraggiosa, “non era certo nato con un cuor di leone, era come un vaso di terracotta costretto a viaggiare in compagnia di molti altri vasi di ferro”. La sua filosofia è quella di scansare tutti i contrasti e di vivere più tranquillamente possibile e, quando non può evitare lo scontro, cerca sempre di allearsi col più forte. Ma, “inghiottendo in silenzio tanti bocconi amari”, dando spesso ragione agli altri, facendosi vedere così disponibile e paziente, accumula dentro di sé una gran rabbia, che poi sfoga con le persone più deboli, quelle che sa che non se la prenderebbero con lui, facendo così vedere un altro aspetto di sé, quello prepotente e arrogante.

Riassunto Promessi sposi - Introduzione| Capitolo 1|Capitolo 2 |Capitolo 3 |Capitolo 4 |Capitolo 5|Capitolo 6| Capitolo 7| Capitolo 8 | Capitolo 9 | Capitolo 10| Capitolo 11| Capitolo 12|Capitolo 13| Capitolo 14| Capitolo 15| Capitolo 16| Capitolo 17| Capitolo 18| Capitolo 19| Capitolo 20| Capitolo 21| Capitolo 22| Capitolo 23| Capitolo 24| Capitolo 25| Capitolo 26| Capitolo 27| Capitolo 28| Capitolo 29| Capitolo 30| Capitolo 31| Capitolo 32| Capitolo 33| Capitolo 34| Capitolo 35| Capitolo 36| Capitolo 37| Capitolo 38|
 

RIASSUNTO PRIMO CAPITOLO PROMESSI SPOSI - DON ABBONDIO INCONTRA I BRAVI: La tranquillità della passeggiata di Don Abbondio è interrotta dall'incontro con i Bravi, due loschi figuri che lavorano per Don Rodrigo, il signorotto del paese. Come Don Abbondio si accorge che i due bravi aspettano proprio lui e che non ha scampo (non ci sono infatti vie laterali che può prendere per non incrociarli) si avvicina a loro fingendosi tranquillo. I due bravi gli sbarrano la strada e gli intimano di non celebrare il matrimonio tra Renzo Tramaglino e Lucia Mondella ("Questo matrimonio non s'ha da fare") e lo informano di essere stati mandati da Don Rodrigo. Spaventato al nome di Don Rodrigo, Don Abbondio si dichiara più volte disposto ad ubbidire alla sua volontà ed i due bravi se ne vanno, lasciandolo sconvolto.

Da non perdere:
I Promessi Sposi: riassunto completo breve

RIASSUNTO BREVE PRIMO CAPITOLO PROMESSI SPOSI - L'incontro tra Don Abbondio ed i Bravi permette a Manzoni di fare una digressione sul clima di violenza che caratterizza il Ducato di Milano sotto la dominazione spagnola: i deboli devono subire le angherie dei potenti e non sono tutelati dalla Giustizia. All’interno di questo duro quadro sociale si inserisce Don Abbondio e Manzoni fornisce la spiegazione della sua vocazione a parroco: il curato è infatti un uomo poco aggressivo e pacifico, che non avrebbe potuto resistere in una società violenta come quella dei territori sotto la dominazione Spagnola nel XVII secolo. Da qui la sua decisione di inserirsi in una classe riverita e potente come quella ecclesiastica e di elaborare un sistema di totale neutralità o di schieramento con il più forte come metodo di difesa dai pericoli del mondo esterno.

Focus:
I Promessi Sposi: i video-riassunti con le spiegazioni dettagliate

CAPITOLO 1 PROMESSI SPOSI RIASSUNTO DETTAGLIATO - IL CONSIGLIO DI PERPETUA A DON ABBONDIO:
Dirigendosi verso casa, Don Abbondio si interroga su cosa dire a Renzo per evitare il matrimonio, sulle sue possibili reazioni e su che cosa avrebbe potuto dire ai Bravi. Poi inveisce contro Don Rodrigo, non senza però aver dato prima la colpa ai “ragazzacci” ce si mettono in capo di sposarsi per non saper che fare, mettendo in difficoltà i galantuomini. Giunto a casa, sconvolto, dopo vari tentennamenti, si confida con la sua serva, Perpetua, una donna popolana decisa, energica e un po’ pettegola. Perpetua gli consiglia di rivolgersi al vescovo di Milano, ma Don Abbondio, terrorizzato all’idea di ribellarsi a un potente, rifiuta il saggio consiglio e, stremato, si ritira nella sua stanza, raccomandando a Perpetua la massima riservatezza sulla faccenda.

CAPITOLO 1 PROMESSI SPOSI: COMMENTO - Don Abbondio è il protagonista assoluto del primo capitolo. I Bravi sono descritti come dei "falsi aiutanti" di Don Abbondio, perché vogliono fargli credere che ciò che loro gli dicono sia per aiutarlo e per il suo bene ma, naturalmente non è così. L'incontro tra Don Abbondio ed i Bravi, oltre a dare il via alla storia, serve a far comprendere la vera personalità di Don Abbondio. Perpetua è un personaggio secondario, ma è allo stesso tempo la figura complementare di Don Abbondio. Sono due personaggi statici. Perpetua è una popolana, spontanea, manca di viltà ma ha i suoi difetti, fondamentalmente buona è molto legata al padrone.

Nel primo capitolo dei Promessi Sposi emergono due temi di fondo: la violenza e la contrapposizione tra oppressori ed oppressi. In questo capitolo sono presenti diversi registri linguistici, ognuno dei quali caratterizza un personaggio. Un registro molto informale e rozzo nel dialogo tra Don Abbondio e Perpetua, mentre il registro è più formale, ma solo per fare ironia, nel dialogo tra i Bravi e Don Abbondio, perché essi credendosi dei galantuomini non possono utilizzare un gergo informale.Riassunto secondo capitolo promessi sposi