Come diventare criminologo: i consigli di Natale Fusaro

Di Marta Ferrucci.

Quella del criminologo più che una professione è una specializzazione: ecco i consigli di Natale Fusaro, avvocato penalista, criminologo, perito del Tribunale Penale di Roma e docente di Criminologia all'Università La Sapienza di Roma, un esperto del settore che spiega quali sono le strade da percorrere e le doti che bisogna possedere per diventare un vero Perry Mason

COME DIVENTARE CRIMINOLOGO - Con l'entrata in vigore della legge sulle indagini difensive - Legge 7 dicembre 2000 n. 397 - la possibilità per i criminologi e gli esperti di Scienze Forensi di poter coadiuvare la difesa mediante la redazione di consulenze e perizie è diventata una concreta realtà.

Da qui la nuova e grande opportunità di poter contribuire con rigore e metodo scientifico al raggiungimento della verità processuale, facendo in modo che quest'ultima risulti il più vicino possibile alla verità storica.

Offerte di lavoro - Tante opportunità di lavoro per criminologi

LA FIGURA DEL CRIMINOLOGO - Nella cultura italiana, la figura del criminologo viene genericamente ricondotta alle scienze mediche, psichiatriche e psicologiche, e solo in minor parte alle scienze giuridiche. Nella cultura anglosassone invece la stessa proviene da un background sociologico. In ogni caso, qualunque sia la formazione primaria, l'attività del criminologo comporta l'acquisizione di competenze interdisciplinari e multidisciplinari che permettano il raggiungimento di una visione com­plessiva ed integrata delle Scienze Forensi.

Come nasce la professione del criminologo e come formarsi

L'INVESTIGAZIONE CRIMINALE - Per quanto riguarda in particolare l'investigazione criminale, la partecipazione del criminologo a tale attività, consente l'integrazione dei diversi approcci utilizzati da specifici professionisti quali: funzionari di polizia, medici legali, tecnici criminalisti. In particolare il criminologo consente la rilevazione, la valutazione e l'interpretazione dei dati alla luce delle scienze psichiche e comportamentali, grazie alla conoscenza dei fenomeni criminali e della reazione sociale ad essi.

Nel mio caso, la mia professione principale è quella dell'Avvocato penalista. Per passione faccio il Criminologo e in tale veste sono Pe­rito del Tribunale Penale di Roma e della Procura della Repubblica di Roma.

LA PROFESSIONE DI NATALE FUSARO - Per quanto riguarda l'ambito universitario, sono docente di Criminologia e Criminalistica all'Università di Roma "Sapienza" e coordina­tore scientifico del Master di II Livello in Scienze Forensi "Criminologia-Investigazione-Security-Intelligence" istituito all'interno del medesimo Ateneo, sotto la direzione del Prof. Francesco Bruno.

CAMPI DI INTERVENTO DEL CRIMINOLOGO - I campi d'intervento del criminologo sono molteplici e spaziano dall'ambito squisitamente penitenziario a quello della prevenzione del crimine, a quello della sicurezza urbana e industriale, a quello dell'intelligence.

Come lavorare sulla scena del crimine

COME INIZIARE - A chi vuole intraprendere questa strada, consiglio di tenere ben presente che prima di diventare criminologo, bisogna avere acquisito una propria professionalità, poiché fare il criminologo non è una profes­sione, ma la specializzazione di una professione. Ricevo puntualmente e-mail di ragazzi che ancora frequentano le superiori e già mi chiedono come fare per diventare criminologo; a tutti rispondo che un tempo ci si poteva specializzare solo se si proveniva da studi di giurisprudenza, di medicina, di psicologia e di sociologia; oggi c'è un'apertura maggiore anche verso lauree inerenti il settore delle scienze della formazione e quello delle scienze della comunicazione.

Per fare il criminologo bisogna avere una cultura enciclopedica, ma bisogna innanzitutto avere una professione propria, poichè continuo a ripetere, la figura del criminologo sic et simpliciter non esiste, esiste un giurista criminologo, uno psichiatra criminologo, uno psicologo crimi­nologo, un sociologo criminologo, ma non può esistere un diplomato in ragioneria che dopo una laurea triennale si metta a fare il criminologo.

Infine, per svolgere con successo questa attività di specializzazione bisogna necessariamente possedere elevate capacità deduttive, votarsi all'umiltà ed essere animati da un costante desiderio di conoscenza.

Dal 5° numero di StudentiMagazine