Professioni Sanitarie 2017: il piano B per chi non passa Medicina

Di Maria Carola Pisano.

Professioni Sanitarie 2017: il corso è solo un'alternativa per chi non passa Medicina. Scopri i risultati del sondaggio

PROFESSIONI SANITARIE 2017

Online le domande e le soluzioni del test Professioni Sanitarie 2017 dell'Università di Udine: verifica le domande in comune e controlla le risposte corrette!

Sono tantissimi gli studenti che oggi hanno partecipato al test Professioni Sanitarie 2017 e pochi i posti disponibili. Dei tanti che hanno fatto richiesta di iscrizione alla prova, quanti di loro vogliono veramente proseguire con gli studi e quanti invece lo usano come piano B nel caso non passassero a Medicina 2017? L'abbiamo chiesto proprio alle aspiranti matricole: ecco cosa abbiamo scoperto su Professioni Sanitarie 2017.

Professioni Sanitarie 2017: l'alternativa per chi non passa a Medicina
Professioni Sanitarie 2017: l'alternativa per chi non passa a Medicina — Fonte: istock

Le stesse materie scientifiche e gli esami simili sono un'ottimo motivo per scegliere di iscriversi a Professioni Sanitarie 2017 nel caso in cui non si riuscisse ad entrare nella graduatoria di Medicina. I corsi di laurea triennali delle Professioni Sanitarie consentono di non perdere del tutto un anno anche non superando il test di Medicina: c'è chi intende usare l'anno per studiare approfonditamente le materie scientifiche argomento d'esame, chi invece ha in programma di fare gli esami in comune e poi chiedere il trasferimento. Dei partecipanti alle prova, quanti di loro considerano il corso solo un'alternativa? Lo abbiamo chiesto direttamente ai candidati e la risposta è sorprendente: per circa il 98% degli intervistati che ha svolto entrambi i test d'ingresso 2017 Professioni Sanitarie è il piano B nel caso in cui non superassero il test Medicina. Solo per l'1,5% è la prima scelta, mentre lo 0,5% non ha ancora deciso in quale facoltà iscriversi. 

Ecco tutte le informazioni da conoscere se vuoi entrare a Professioni Sanitarie: