Professioni Sanitarie 2014: prospettive occupazionali

Di Valeria Roscioni.

Quali sono le Professioni Sanitarie che offrono un lavoro sicuro? I dati di Almalaurea con i profili più richiesti e quelli più colpiti dalla crisi

PROFESSIONI SANITARIE: PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI. Il momento del test d’ingresso di Professioni Sanitarie si avvicina e l’iscrizione ti mette in crisi perché ancora non hai deciso qual è il corso che fa per te? Un valido aiuto all’orientamento in questo caso può essere costituito dai dati riguardanti le probabilità di trovare lavoro dopo la laurea. Tenere in considerazioni le prospettive occupazionali e quali sono le Professioni Sanitarie più richieste è un modo per aggiungere elementi oggettivi da tenere in considerazione al momento della scelta. Ecco cosa dicono i dati del rapporto Almalaurea e quelli dell’Osservatorio Professioni Sanitarie del Miur.

Orientati con noi: Professioni sanitarie: quali sono?

PROFESSIONI SANITARIE: LAVORO SICURO SI’ O NO? Il primo e poco consolante dato in merito alle prospettive occupazionali per i laureati in Professioni Sanitarie è che la crisi ha colpito anche questo settore causando una diminuzione del tasso di occupazione del 25% passando dall’84% (dato del 2007) al 59,4% (dato del 2012). A risentire di questo pesante crollo sono state tutte e quattro le aree a cui fanno capo i vari corsi di laurea di Professioni Sanitarie anche se alcuni profili, come per esempio quelli legati alla riabilitazione, sono attualmente ancora più ricercati di altri che, invece, come Ostetricia (il cui calo delle prospettive occupazionali è del 30%), stanno risentendo in particolar modo del periodo difficile.

Da non perdere: Test Ingresso Professioni sanitarie 2014: la guida

PROFESSIONI SANITARIE PIU’ RISCHIESTE. Vediamo nel dettaglio quali sono i profili legati alla laurea in Professioni Sanitarie più richiesti e quali quelli più in crisi.

Le 5 Professioni Sanitarie più richieste sono:
Fisioterapista e del logopedista (chanche occupazionali 88%),
Igienista dentale (chanche occupazionali 87%)
Infermiere (chanche occupazionali 83%)
Audioprotesista (chanche occupazionali 82%)
Podologo (chanche occupazionali 81%)

Le 4 Professioni Sanitarie più in crisi sono:
Assistente Sanitario (chanche occupazionali 54%)
Ostetrica (chanche occupazionali 49%)
Tecnico di laboratorio e il tecnico neurofisiopatologia (chanche occupazionali 48%)
Tecnico di fisiopatologia cardiocircolatoria (chanche occupazionali 44%).