Prima prova Maturità 2018: criteri di valutazione

Di Valeria Roscioni.

Tracce Prima prova maturità 2018: i criteri di valutazione usati dalla commissione per la correzione del primo scritto e per la scelta del voto

PRIMA PROVA MATURITà 2018: COME VENGONGO CORRETTE LE TRACCE. L'Esame di Maturità 2018 è dietro l'angolo e, dopo i nomi dei commissari esterni, per i maturandi è ufficialmente arrivato il momento di pensare alla prima prova. Chi sarà l'autore selezionato dal Ministero per l'analisi del testo? Quali saranno le tematiche scelte per l'articolo di giornale e il saggio breve? Sono queste le domande che i ragazzi si stanno facendo e a cui troveranno risposta solo il giorno dell'Esame di Stato. Certi interrogativi, lo sanno tutti, sono più che normali, ma non devono offuscare la mente occupando il posto di domande ben più importanti come, per esempio quelle relative alla correzione delle prove scritte.

Le previsioni per le tracce di quest'anno: Prima prova Maturità, tototema completo

PRIMA PROVA 2018: CRITERI DI CORREZIONE DELLE TRACCE E VOTO. Sapere quali sono gli elementi che i commissari prendono in considerazione è infatti fondamentale per impostare in modo corretto lo studio evitando di tralasciare argomenti importanti o, magari, di allenarsi concentrandosi sugli elementi sbagliati. Per quanto riguarda la prima prova, per esempio, non basta affatto scrivere in un italiano corretto ed evitare l'analisi del testo o il tema storico per non incappare in una valutazione negativa, ma occorre tenere a mente altre indicazioni importanti.

Gruppo Facebook Maturità 2018: appunti, tesine e tanti maturandi come te!

Se vuoi conoscere i criteri di valutazione che adotterà la commissione, leggi con attenzione la gallery qui sotto:

TRACCE MATURITA' 2018: TUTTE LE TIPOLOGIE DI PRIMA PROVA. Le guide di Studenti.it per affrontare al meglio il primo scritto dell'Esame di Sato.