Prima prova maturità 2014, la traccia su terremoti e catastrofi

Di Tommaso Caldarelli.

Tutte le risorse utili per te

Prima prova maturità 2014, e se la traccia scelta dal Miur parlasse dei disastri naturali, degli tsunami e dei terremoti? E' possibile, visto che quest'anno è il decimo anniversario del terremoto e dello tsunami nell'Oceano Indiano, che ha colpito in maniera incredibilmente seria l'Indonesia e tutto il Sud-Est Asiatico. Si è trattato di uno degli eventi sismici più importanti della storia, e sicuramente uno dei più seri da quando l'uomo è in grado di misurare i terremoti: la forza dell'evento sismico è stata un milione e mezzo di volte più potente di una bomba nucleare.

SCEGLI LA MIGLIORE- Maturità 2014: 10 strategie vincenti per le prove scritte della maturità

MATURITA' 2014, LO TSUNAMI DEL 2004 - Tutto è iniziato circa all'una del 26 dicembre 2004 quando la placca tettonica Indiana sì è "tuffata" sotto la placca di Birmania, causando uno dei più grandi terremoti mai visti: magnitudo momento del grado 9,3 (si pensi che la magnitudo 12 è ritenuta un'energia sufficiente per spaccare in due la Terra) e una durata di 8 minuti. L'ipocentro c'è stato a circa 180 km ad ovest delle coste di Sumatra, una delle isole dell'Indonesia: il terremoto ha causato un'onda anomala, uno tsunami, alto fino a 27 metri, che ha raggiunto le coste dell'Africa, attraversando dunque tutto l'Oceano Indiano. Il terremoto si è sentito fino nelle isole Maldive, dall'altra parte dell'Oceano, e sono stati misurati dei dislivelli sia nell'altezza dell'Oceano Indiano che di quello Pacifico. In tutto il terribile tsunami ha causato un numero di morti ancora imprecisato: fra i 150mila e i 400mila: non è possibile avere una stima precisa perché l'Indonesia, lo stato più colpito, ad un certo punto ha smesso di contare i morti. Allo stesso modo in Indonesia si sono contati, fra le altre cose, un numero imprecisato di sfollati.

ANNIVERSARIO IMPORTANTE - Prima prova maturità 2014, uscirà lo Sbarco in Normandia?

MATURITA' 2014, IL TERREMOTO DELL'AQUILA - Altra tragedia naturale recente che si può certamente citare è il terremoto dell'Aquila, il 6 aprile 2009. Un sisma di grado 5,8 per la scala Richter che ha causato danni ingenti nel centro storico del capoluogo d'Abruzzo, ancora in stato arretrato di ricostruzione, e ha colpito particolarmente le frazioni di Onna, Roio, Villa Sant'Angelo, Castelnuovo, Tempera, San Gregorio e Paganica, alcune di esse completamente rase al suolo. L'evento si è scatenato alle 3 e 32 della notte e ha fatto crollare due edifici simbolo del sisma: il palazzo della Prefettura, o del governo, e la casa dello Studente, dormitorio dell'università dell'Aquila con dentro anche alcuni studenti che sono purtroppo morti nel crollo. Il bilancio ha visto oltre 300 morti, oltre 1600 feriti e qualcosa come 80mila sfollati. A cinque anni dal terremoto, il capoluogo abruzzese sta ancora tentando di risollevarsi e di ripartire completamente.

PUOI ESCLUDERLO - Maturità 2014: le tracce che non usciranno alla prima prova

MATURITA' 2014, I TERREMOTI SI POSSONO PREVEDERE? - Proprio in relazione al terremoto dell'Aquila, una delle questioni più discusse all'epoca fu: i terremoti sono prevedibili? Si può sapere con anticipo che un evento sismico si sta per verificare, e in questo senso, dunque, prendere per tempo le dovute precauzioni? La risposta breve offerta dalla scienza è: no. La risposta più articolata è che non è possibile prevedere con esattezza mese, giorno, ora e minuto di un evento sismico. Invece, dice l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, non è possibile dire che non sia possibile dare alcune indicazioni su "periodi a rischio di maggiore sismicità" attraverso lo studio di alcuni "elementi precursori": questi possono essere" variazione inconsueta della velocità delle onde sismiche, variazioni nel contenuto di gas radon nelle acque di pozzi profondi, mutamenti nel livello delle acque di fiumi e di laghi, movimenti crostali" o per assurdo anche "assenza di micro-sismi" in una zona ad alto rischio sismico. In ogni caso sono "previsioni approssimative che non possono essere utilizzate per dare un allarme alla popolazione".

PRIMA PROVA MATURITA' 2014: LE TRACCE E LE INFORMAZIONI

- Prima prova maturità 2014 - analisi e commento di un testo letterario. Il testo letterario è sempre una buona scelta se non sei molto preparato/a sugli argomenti di attualità. Questa guida ti riassume tutto ciò di cui hai bisogno.

- Traccia Prima prova 2014: come si fa un saggio breve Il materiale selezionato dal ministero ti preoccupa? Con questa guida non sarà un problema argomentare pienamente tutte le tue convinzioni e fare una grande prova

- Traccia Prima prova 2014: come si fa l’articolo di giornale Conosci la regola delle cinque W? Se pensi di cimentarti con l'articolo di giornale questo è il vademecum che fa per te.

- Tracce Prima prova 2014: guida al tema storico Se la cronaca degli eventi è il tipo di argomenti in cui vai forte, il tema storico potrebbe fare per te. Ecco tutte le informazioni.

- Tracce Prima prova 2014: guida al tema di attualità. Segui l'attualità e gli argomenti di cronaca non hanno segreti per te? Forse ti troverai a tuo agio con il tema di attualità. Scopri qui come farlo.