Prima prova maturità 2014, come evitare gli errori più insidiosi

Di Tommaso Caldarelli.

I consigli di una prof per le tracce

Prima prova maturità 2014, come fare per evitare gli errori più insidiosi. Oggi è una professoressa, da molti anni insegnante nelle scuole superiori italiane, che scrive una lettera per illustrare quali siano, a suo modo di vedere, i lati della prova su cui concentrarsi maggiormente per evitare brutti strafalcioni e figure non proprio splendide. Anche perché, dice la professoressa Macchi al Sussidiario, la prima prova è molto importante nell'ambito complessivo dell'esame di maturità.

TUTTI GLI APPUNTAMENTI - Maturità 2014, leggi qui

PRIMA PROVA MATURITA' 2014, I CONSIGLI - Ecco perché la prima urgenza è quella di concentrarsi e scegliere la prova al meglio, per evitare di doverci tornare sopra a prova iniziata. Sono moltissimi gli studenti che, credendo di essere particolarmente versati su una certa tipologia di prova, la scelgono, magari in maniera un po' affrettata, per poi doverci tornare sopra precipitosamente a metà del tempo. Ci sono poi consigli per ogni tipologia di prova: per quanto riguarda la A, la categoria analisi del testo, la professoressa fa presente che conoscere a menadito l'autore può non essere il problema principale.

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE - Prima prova maturità, il totoesame

PRIMA PROVA MATURITA' 2014, LE ATTENZIONI - Bisogna infatti dimostrare di saper comprendere il testo proposto, prima di spiegare la poetica o lo stile produttivo dell'autore in questione. E' per questo che fra comprensione e contestualizzazione vince sempre la comprensione: solo una volta che si è dimostrato di aver capito di cosa parla il testo si può passare ad allargare il raggio. Per quanto riguarda le tipologie saggio breve e articolo di giornale, il grande rischio è uscire fuori tema: se l'argomento scelto è socio-economico, non si può far virare la traccia fino a scrivere un testo di tipo filosofico. Inoltre bisogna comprendere con esattezza i testi proposti, per evitare di utilizzarli a sproposito e forzarne il significato. Bisogna comprendere appieno, dice la prof, quale sia la tesi che i testi propongono, in quale direzione vanno.

CHI TI TROVERAI DAVANTI - Maturità 2014, le materie dei commissari esterni

PRIMA PROVA MATURITA' 2014, NON SBAGLIARE - Piuttosto importante è poi capire che ogni tipo di tema ha una sua terminologia: ad esempio nel tema scientifico ci si aspetta di trovare terminologie scientifiche, tanto che la prova verrà corretta anche "dal commissario di fisica e scienze". Passando alla tipologia D, bisogna far presente che la traccia è quella del tema "generale", "non del tema generico": bisogna fare attenzione a non trasformare la prova "nella fiera dei luoghi comuni", e dunque il tema va scelto solo se si conosce in profondità l'argomento della prova, se ci si muove con facilità nel tema, se si sono fatte delle letture di qualche genere.

PRIMA PROVA MATURITA', QUELLO DI CUI HAI BISOGNO

- Prima prova maturità, i riassunti degli autori più importanti: Chi potrebbe uscire alla maturità 2014? Tutti gli autori che il Miur potrebbe scegliere, tutte le informazioni per te, le trovi qui

- Tracce maturità 2014: 20 anniversari da tenere d’occhio per la prima prova: Spesso il ministero sceglie le tracce del tema sulla base degli anniversari, e quest'anno ce ne sono molti. Ecco quelli da tenere d'occhio.

-Tracce prima prova maturità 2014: l'autore per l'analisi del testo: Le tracce precedenti scelte dal ministero negli scorsi anni, possono aiutarti a capire cosa uscirà quest'anno.