Prima prova maturità 2016: gli errori da evitare della traccia

Di Valeria Roscioni.

Traccia prima prova maturità: i segreti per uno svolgimento perfetto. Scopri a cosa devi fare molta attenzione

PRIMA PROVA 2016: LO SCRITTO PIU' SEMPLICE DELLA MATURITA'. In confronto alla temuta seconda prova o all'articolato quizzone, la prima prova è di certo l'esame scritto della Maturità meno temuto dagli studenti. Questo, però, non è affatto un buon motivo per sottovalutarla, anzi. In realtà infatti prendere un voto alto alla prima prova non è semplicemente un modo per iniziare l'Esame di Stato col piede giusto e, magari, assicurarsi la benevolenza di uno dei commissari, ma è anche fondamentale se si vuole totalizzare un buon punteggio agli scritti. Pensateci bene: per quanto più semplice degli altri il primo scritto ha il loro stesso identico peso all’interno del risultato finale. In questo risiede la sua importanza fondamentale: prendere un buon voto significa accaparrarsi punti preziosi che, forse, non vi verranno concessi con altrettanta generosità da matematica, greco e affini o, magari, dalla terza prova. Gruppo Facebook Maturità 2016: appunti, tesine e tanti maturandi come te

DA NON PERDERE: Tracce prima prova: il tototema

PRIMA PROVA: GLI ERRORI DA EVITARE. Quasi si sarebbe tentati di pensare: “Prima prova: ti piace vincere facile?”. Invece non è esattamente così. L’errore, purtroppo, è dietro l’angolo, infingardo e traditore ma, fortunatamente, evitabilissimo se si presta un po’ di attenzione. Un ottimo modo per essere certi di aver controllato con cura è conoscere già quali sono i punti più insidiosi della prova, quelli in cui è più facile fare uno scivolone.

Noi di Studenti.it li abbiamo individuati per voi: eccoli