La Prima Guerra Mondiale

Di Elisa Chiarlitti.

La Prima Guerra Mondiale nasce da una crisi tra l’Impero Austro Ungarico e la Serbia ma anche dalle rivalità imperialistiche degli Stati europei. Fu un conflitto sostanzialmente diverso dai conflitti precedenti per la gran quantità di risorse umane, belliche ed economiche coinvolte

RIASSUNTO PRIMA GUERRA MONDIALE - Il periodo che intercorre tra il 1880 e il 1914 è un periodo di benessere diffuso in Europa: la depressione economica è stata ben arginata e il progresso industriale e scientifico ha apportato numerosi confort come l’elettricità, la radio e il cinema per tutti i cittadini. Questo periodo di spensierata prosperità fu ribattezzato in Francia con il termine Belle Époque, purtroppo questa parentesi di serenità sarà interrotta dall’incombere della Prima Guerra Mondiale. Riassunti e temi svolti: iscriviti al gruppo su Fb

Prima guerra mondiale: le caratteristiche del conflitto - Prima Guerra Mondiale: la conclusione del conflitto - Prima guerra mondiale: la conferenza di Pace del 1919

Prima Guerra Mondiale
Prima Guerra Mondiale

Alleanze Pre-conflitto - Durante il periodo di maggiore tranquillità per l’Europa le potenze europee crearono nuovi rapporti e accordi tra di loro sia di tipo politico che economico come l’accordo Franco-Russo che prevedeva una solida alleanza tra i due Paesi di carattere militare ed economico, la Francia, infatti, avrebbe finanziato la conclusione della rete ferroviaria denominata Transiberiana. La Francia si legò anche con la Gran Bretagna con il trattato Entente Cordiale il quale riconosceva e denominava i territori dell’Africa d’influenza dei due Paesi. La Russia stipulò un accordo con la Gran Bretagna, Entente Anglo-Russa, che regolò le sfere d’influenza sui territori dell’Asia occidentale. Questi trattati posero le basi per la firma della Triplice Intesa (1911) un accordo di tipo militar politico tra Gran Bretagna, Francia e Russia. L’Italia era legata a Germania e Impero Austro-Ungarico con la Triplice Alleanza (1882) un patto militare di tipo difensivo.

Prima guerra mondiale: la mappa concettuale

Prima Guerra Mondiale: cause del conflitto - Il 28 giugno 1914 l’Arciduca Francesco Ferdinando e la propria consorte Sophie, in visita ufficiale a Sarajevo, durante un tragitto in macchina, furono uccisi da un giovane studente: Gavrilo Princip appartenente a un gruppo politico pro indipendenza serba (l’Impero Austro-Ungarico annetté nel 1908 ai propri possedimenti la Bosnia Erzegovina di cui la Serbia faceva parte). L’uccisione dell’erede al trono austriaco provocò una crisi internazionale la quale sfociò nella Prima Guerra Mondiale. Il 23 luglio 1914 l’Impero Austro-ungarico inviò un ultimatum alla Serbia, i vari punti del testo facevano leva su due concetti basilari, ovvero, che il Governo Serbo s’impegnasse a sopprimere qualsiasi campagna anti austriaca sul proprio territorio, e che il Governo riconoscesse la complicità nell’assassinio da parte del servizio di sicurezza assegnato all’erede al trono austriaco. Le richieste dell’Austria non furono soddisfatte a dovere per tanto Vienna il 28 luglio dichiarò guerra alla Serbia con la mobilitazione dell’esercito.

Approfondisci con il: Riassunto completo della Prima guerra mondiale

Paesi coinvolti - Il giorno dopo la dichiarazione ufficiale di guerra da parte dell’Austria (29 luglio 1914), la Russia mobilitò le truppe contro l’Austria, in breve tempo gli altri Paesi europei interverranno nel conflitto. Il 31 luglio la Germania inviò i propri ambasciatori in Russia e Francia a consegnare gli ultimatum: alla Russia fu richiesta la sospensione della mobilitazione dell’esercito contro l’Austria e conseguentemente contro la stessa Germania legata da accordi militari con l’Austria; alla Francia fu richiesta la possibile neutralità francese nel conflitto tra Austria e Russia. Entrambi i governi rifiutarono gli ultimatum e il 1 giorno di Agosto la Germania inviò ufficiale dichiarazione di guerra alla Russia. Il 2 Agosto la Germania richiedeva al neutrale Belgio di far attraversare all’esercito tedesco i propri territori per consentirgli di raggiungere la Francia più agevolmente, il Belgio ricordò che proprio nel mantenimento del proprio stato di neutralità non concedeva tale passaggio.

Tesina sulla Prima guerra mondiale

Alla richiesta della Germania di attraversare il territorio belga, la Gran Bretagna intervenne inviando un ufficiale nota d’ammonizione alla Germania ricordandole che qualsiasi prepotenza attuata nei confronti del Belgio avrebbe fatto scendere in battaglia la Gran Bretagna. Nel giro di pochi giorni la situazione Europea si complicò ulteriormente e le intenzioni dei vari governi furono rivelate. Il 3 agosto la Germania dichiarò ufficialmente guerra alla Francia accusandola di atti d’ostilità perpetuati dalla flotta aerea francese ai danni dei territori tedeschi. Il 4 agosto la Gran Bretagna a seguito dell’occupazione da parte della Germania di alcune regioni Belga le dichiarò ufficialmente guerra.

Cause e conseguenze della Prima guerra mondiale

Il 4 agosto l’Italia dichiarò la propria estraneità al conflitto rivendicando la propria neutralità legittima poiché non vincolata da alcun accordo: la Triplice Alleanza, di fatti, era un accordo difensivo e perché la Germania fu la prima a compiere atti ostili nei confronti delle altre potenze ciò scioglieva l’Italia da ogni obbligo. Nel mese di luglio 1914 il conflitto mondiale delineava i propri schieramenti: da un lato la Germania e l’Impero Austro-Ungarico e dall’altra Serbia, Russia, Francia, Belgio e Gran Bretagna.