Harry Potter e il calice di Fuoco: trama

Di Micaela Bonito.

Recensione di uno dei libri più letti da ragazzi e non solo. Di seguito la trama che racconta le avventure di Harry Potter e i suoi compagni

    • Titolo: Harry Potter e il calice di fuoco
    • Autore: Joanne Kathleen Rowling
    • Luogo e anno di pubblicazione: pubblicato per la prima volta nel 2000 in Inghilterra.
    • Genere letterario: appartiene ad un genere particolare che racchiude in se romanzo e fantasia.

    Trama - Personaggi - Altri elementi del libro

    Trama: In una casa del villaggio di Little Hampleton, chiamata The Ridde House, molti anni fa un certo Tom Riddle e i suoi genitori sono stati trovati morti. Frank Bryce, il giardiniere, è stato sospettato dell’omicidio, ma poi verrà rilasciato. Bryce che si occupa ancora di Riddle House origlia una conversazione fra Voldemort, il suo accolito Codaliscia e il serpente Nagini. Essi hanno ucciso una certa Bertha Jorkins, e discutono i loro piani per uccidere anche Harry Potter. Nagini si accorge della presenza di Bryce, e Voldemort lo uccide.
    In teoria èsuccesso a Riddle House, ma Harry Potter attraverso la sua cicatrice è misteriosamente in contatto con Voldemort. Sente male alla ferita mentre è dai Dursley e decide di scrivere al suo padrino latitante Sirius per informarlo dello strano incidente.
    La Coppa del Mondo di Qudditch è il più interessante avvenimento estivo per la comunità dei maghi. I Weasley hanno i biglietti per la finale, Irlanda-Bulgaria, e invitano Harry e Hermione. I Weasley vanno a prendere Harry, cercano di essere educati, ma i Dursley si comportano così male che Fred e George, li puniscono inducendo Dudley a mangiarsi una caramella che gli fa crescere la lingua.
    Harry arriva a casa dei Weasley. Percy lavora con Mr. Crouch, un importante funzionario del Ministero della Magia, Fred e George si preparano all’ultimo anno di Hogwarts e sognano di aprire un negozio di scherzi magici alla fine dell’anno scolastico.
    Maghi e streghe usano le "passaporte", oggetti che sembrano comuni ma che hanno il potere di trasportare in luoghi remoti, per recarsi alla finale della Coppa del Mondo. Tutta la comunità magica attende con ansia la finale. Harry e i suoi amici incontrano Mr. Crouch e Ludo Bagman, un gioviale funzionario del Ministero della Magia responsabile delle attività sportive. Egli induce Fred e George a scommettere sulla partita: si giocano tutti i loro risparmi su una vittoria dell’Irlanda e sul fatto che Viktor Krum, la giovane stella della Bulgaria, chiuda la partita catturando il boccino.
    Inizia la finale della Coppa del Mondo. Harry e i suoi amici sono in tribuna VIP, dove il posto di Mr. Crouch è vuoto, ma c’è la sua elfa domestica Winky. Proprio come Fred e George avevano previsto, Viktor Krum conquista il boccino ma l’Irlanda vince la partita, e i gemelli ricevono una bella somma da Ludo Bagman.
    Dopo la Coppa del Mondo maghi mascherati attaccano un gruppo d’ignari "babbani", il che ricorda le malefatte dei Mangiamorte, gli adepti di Voldemort. A conferma dei peggiori timori, il Marchio Nero, appare nel cielo. Il colpevole di questo gesto di sfida non è scoperto, ma Winky è trovata con la bacchetta magica che era stata sottratta a Harry durante la partita e sospettata di qualche malefatta. Mr. Crouch la licenzia in tronco.
    Gli incidenti dopo la Coppa del Mondo sono descritti in tono scandalistico dal quotidiano dei maghi "La gazzetta del profeta". La giornalista che se ne occupa è Rita Skeeter, che ha un gusto per gli scandali e mette in subbuglio il Ministero della Magia.
    Come ogni anno, Harry e i suoi amici raggiungono la scuola. Incontrano Malfoy, Tiger e Goyle che accennano ad un grande avvenimento che avverrà a Hogwarts. Parlano anche di "Malocchio” Moody, il nuovo professore di Difesa contro le Arti Oscure, che sembra ossessionato dai complotti dei Mangiamorte.
    All’apertura dell’anno scolastico, il preside Silente annuncia che quest’anno non ci sarà il torneo di Quidditch. Ci sarà, invece, il Torneo dei Tre Maghi, una competizione fra le tre principali scuole di magia Hogwarts, Beauxbaton e Durmstrang, che non si è più tenuta da settecento anni. Per questo pericoloso torneo, il Calice di Fuoco sceglierà un campione per ogni scuola, ma solo chi ha più di diciassette anni è autorizzato ad inserire il proprio nome nel Calice. I più giovani studenti di Hogwarts studiano vari modi per ingannare il Calice, ma non ci riescono.
    Draco Malfoy ironizza su Hermione che è figlia di "babbani" e “Malocchio” Moody mostra immediatamente di non sopportare Malfoy e lo trasforma in una puzzola. Gli è spiegato che i professori di Hogwarts di solito usano punizioni meno drastiche, e Malfoy ritorna alla sua apparenza normale.
    Moody insegna alla classe i tre Incantesimi Imperdonabili: Imperius, Cruciatus e Avada Kedavra. Chi usa questi incantesimi contro un essere umano rischia la prigione a vita ad Azkaban, ma Moody insiste che gli studenti li debbano conoscere per difendersene ove siano attaccati. Nel frattempo, Hermione si preoccupa per il destino degli elfi domestici, che lavorano gratis e senza vacanze, e organizza un movimento per la loro liberazione (la CREPA).
    Gli studenti di Beauxbatons e Durmstrang arrivano a Hogwarts: la preside di Beauxbatons è la gigantesca Madame Maxime, e ha con sé una studentessa magicamente bella, Fleur Delacour. Il nome di Durmstrang è legato a spiacevoli storie di rapporti con le Forze Oscure e il suo preside, Karkaroff, è una figura sinistra. Uno dei suoi studenti, peraltro, non è altri che Viktor Krum.
    Il Calice di Fuoco sceglie i campioni:quello di Durmstrang è Viktor Krum; Fleur Delacour è scelta per Beauxbaton e Cedric Diggory per Hogwarts. Molti sono delusi, ma il Calice estrae un quarto nome: Harry Potter. Nonostante le proteste sull’età di Harry e sul fatto che Hogwarts abbia due campioni si decide di farlo partecipare al torneo.
    Harry non è per niente contento di essere stato scelto come campione, e pensa che un nemico voglia farlo partecipare al pericoloso torneo sperando che rimanga ucciso.Ma nessuno gli crede e Ron, che avrebbe tanto voluto partecipare, pensa che Harry gli stia mentendo e gli toglie il saluto.
    Le bacchette magiche dei campioni sono pesate in preparazione alla prima delle tre prove del torneo e Harry è intervistato Rita Skeeter.
    L’articolo della Skeeter è pubblicato, ed è incentrato su una sua presunta love-story di Harry con Hermione. Hagrid, gli rivela in anticipo il contenuto della prima prova: si tratterà di affrontare pericolosi draghi.
    Sirius appare, mette in guardia Harry contro il preside di Durmstrang, Karkaroff (che è stato un Mangiamorte), e sta per spiegargli come battere il drago quando arriva Ron e Sirius deve nascondersi.
    Harry informa in anticipo Cedric Diggory sul contenuto della prima prova: si tratta di sottrarre un uovo protetto dal drago. Tutti i campioni superano la prova, ma Harry e Viktor Krum hanno il miglior tempo e sono primi a pari merito. Durante i grandi festeggiamenti di Grifondoro Harry e Ron si riconciliano.
    Hermione raggiunge le cucine nell’intento di parlare agli elfi dei loro diritti, e scopre che solo due di loro sono pagati, Dobby e Winky; ma gli altri elfi li disprezzano per questo e non se la passano molto bene.
    Harry scopre una prova inattesa: come campione, deve aprire le danze al Ballo del Ceppo, il che significa che deve trovarsi una compagna. Ci mette diversi giorni prima di invitare Cho Chan, ma questa gli risponde che andrà al ballo con Cedric Diggory. Ron è a sua volta in ritardo nel rivolgersi a Hermione, che si dichiara anche lei impegnata con qualcun altro. Harry invita Calì e Ron la sorella di Calì, Padma.
    Al Ballo del Ceppo, Viktor Krum si presenta con una compagna inattesa, Hermione. Rattristando alquanto Ron, Krum e Hermione sembrano trovarsi benissimo insieme. Lo stesso vale per Cedric Diggory e Cho Chan, così che Harry non è meno deluso di Ron. Hagrid fa la corte a Madame Maxime, ma commette l’errore di confessarle che ha sangue di gigante e che pensa che anche lei, con la sua mole, ne abbia. Credendo ai pregiudizi sui giganti Maxime fa l’offesa e dichiara che ha solo le ossa un po’ grosse.
    Cedric Diggory restituisce il favore a Harry, e gli consiglia di aprire l’uovo che ogni campione ha ricevuto in vista della seconda prova in una vasca da bagno.
    Rita Skeeter pubblica un articolo su Hagrid, sfruttando i diffusi pregiudizi sui giganti e criticando l’"errore gigantesco" di Silente che si tiene un pericoloso gigante a Hogwarts. Hagrid è disperato e vorrebbe andarsene, ma Silente e il gruppo di Harry lo convincono a restare. Hermione insulta Rita Skeeter, che promette di vendicarsi.
    Harry, che ha cercato di capire il significato dell’uovo senza usare l’informazione di Cedric, finalmente lo apre nell’acqua e lo sente dire che dovrà andare a salvare sott’acqua, oltrepassando le sirene, chi gli sta più a cuore. La cosa non lo rallegra, perché non sa nuotare. Mentre si aggira per i corridoi di notte, il professor Piton lo accusa di essersi introdotto nel suo ufficio. Moody difende Harry e ricorda a Piton che è stato un seguace di Voldemort.
    Durante la seconda prova Harry scopre che dovrà salvare Ron, Viktor Hermione, Cedric Cho Chan e Fleur la sorella più piccola. Harry è disperato ma Dobby trova gli offre un’ Algabranchia, che permette di respirare sott’acqua. Harry passa le sirene e raggiunge per primo l’ostaggio. Libera Ron e potrebbe vincere la prova, ma è preoccupato per la sorella di Fleur perché Fleur è in ritardo. Decide così di fermarsi a liberare la ragazzina, e arriva terzo dopo Cedric e Krum. La giuria gli concede dei punti in più per il suo coraggio, e ora Harry è primo a pari merito con Cedric. Rita Skeeter pubblica un articolo dove descrive Hermione come una che usando la magia tiene legati a sé sia Harry Potter sia Viktor Krum. L’articolo appare sul giornale femminile “Il settimanale delle Streghe”, e Hermione riceve lettere di protesta sia dai fan di Harry sia da quelli di Krum. Hermione resiste coraggiosamente, ma si chiede come abbia fatto la Skeeter a sapere che Krum l’ha invitata in Bulgaria per l’estate. Harry incontra Sirius, che lo mette in guardia contro Mr. Crouch, che nel frattempo si è dato malato ed è sparito dal Ministero. Crouch, spiega Sirius, ha combattuto le Forze Oscure con grande crudeltà.
    Viktor Krum, durante una passeggiata, chiede a Harry se Hermione è stata o è la sua ragazza. Harry lo rassicura negando categoricamente. Mentre parlano, s’imbattono in Mr. Crouch che sembra impazzito, e cerca Silente. Harry corre a cercare Silente ma quando ritornano Krum è a terra privo di sensi e Crouch è sparito. Karkaroff accusa Hogwarts e Silente di complottare contro il suo campione.
    Harry entra in uno stato di trance durante una lezione, e vede Codaliscia riferire a Voldemort che ha appena ucciso qualcuno e che i piani per uccidere lo stesso Harry sono ormai in fase avanzata.
    Harry va nell’ufficio di Silente per raccontargli la sua visione. Mentre aspetta il preside, vede in un catino magico chiamato Pensatoio scene di vecchi processi contro i Mangiamorte.
    Mentre i campioni si preparano per la terza prova (un labirinto dove, superate alcune delle bestie di Hagrid, vincerà chi metterà per primo le mani sulla coppa che si trova al centro), Harry è distratto da un nuovo articolo di Rita Skeeter che lo descrive come "malato e pericoloso" perché entra in trance durante le lezioni e perseguita studenti "pacifici" come Malfoy.
    La terza prova ha una partenza a handicap basata sulle prove precedenti: Harry e Cedric, che sono in testa alla classifica, partono per primi. Harry incontra una sfinge, risolve un indovinello e avanza, insieme a Cedric. Sentono un grido di Fleur, e Harry vede Viktor Krum che tenta di usare l’incantesimo Cruciatus contro Cedric. Harry salva Cedric, che potrebbe arrivare per primo alla coppa e vincere, questi però, non lo fa, sostenendo che è Harry a meritare la vittoria: discutendo fra loro decidono di toccare la coppa insieme, determinando un pareggio. Quello che non sanno è che la coppa è una passaporta, che li trasporta in un luogo remoto.
    Cedric e Harry atterrano nel cimitero di Little Hangleton. Qui trovano Codaliscia, che uccide Cedric, si taglia un pezzo di carne, prende le ossa di Tom Riddle e un po’ di sangue di Harry per farne una pozione che permette a Voldemort di risorgere a nuova vita.
    Voldemort racconta la sua vita dicendo che Tom ridde era suo padre e che era stato lui ad ucciderlo.
    Dopo i suoi problemi con Harry, Voldemort aveva bisogno della carne di un suo adepto (Codaliscia), delle ossa del padre (Riddle) e del sangue del nemico (Harry) per risorgere. I Mangiamorte ritornano al richiamo di Voldemort; tra loro, il padre di Draco Malfoy e altri antichi adepti. Voldemort lascia intendere peraltro che il suo agente più fidato è a Hogwarts e sta facendo il doppio gioco.
    Voldemort sfida Harry ad un duello magico. Durante il duello le bacchette magiche di Harry e di Voldemort si incontrano, da quella dell’Oscuro Signore escono gli spettri delle sue ultime vittime: Cedric, Bertha Jorkins, Frank Bryce e infine i genitori di Harry. Gli spettri aiutano Harry a scappare portando con sé la salma di Cedric.
    Harry tornato a Hogwarts, viene soccorso da Silente e da Moody quest’ultimo gli rivela che è lui l’agente doppio di Voldemort.
    Silente arriva, salva Harry e rivela che Moody non è il vero Moody. Quest’ultimo è stato imprigionato da Barty Crouch, il figlio di Mr. Crouch, che ha occupato il suo posto.
    Il Ministro della Magia, Cornelius Caramell, non crede a Silente. Si rifiuta di credere che Voldemort sia risorto e crede alle allucinazioni di Harry.
    Silente avverte Caramell che una tremenda battaglia è alle porte e gli dà due consigli: togliere i Dissenatori da Azkaban, e inviare messaggeri ai giganti scusandosi per le discriminazioni del passato, per evitare che si schierino con Voldemort. Caramell rifiuta e Silente gli dice che i loro cammini si dividono.
    Alla chiusura dell’anno scolastico Silente annuncia agli studenti che Voldemort è tornato: onora la memoria di Cedric, e loda il coraggio di Harry. Silente manda messaggi a tutti i suoi potenziali alleati (compresa Madame Maxime, che si è riconciliata con Hagrid) per prepararli alla battaglia. Consiglia a Harry di non dare nell’occhio in estate, e gli studenti si imbarcano sul treno per tornare a casa. Harry si chiede perché Rita Skeeter non abbia scritto nulla sulla drammatica conclusione del torneo, e Hermione rivela di averla colta impreparata nella sua forma d’insetto e di averla imprigionata in una bottiglia da cui la libererà solo in estate.
    Draco Malfoy e i suoi amici cercano di liberare la giornalista e di vendicarsi di Hermione, ma sono messi in fuga dagli scherzi di Fred e George. Harry ha ricevuto l’intero premio in denaro del torneo. Ma lui non vuole i soldi, e li dà a Fred e George perché aprano il loro negozio di scherzi magici. I gemelli gli hanno, infatti, raccontato che i soldi con cui Bagman ha pagato la scommessa della Coppa del Mondo con oro che svanisce dopo qualche ora.
    Ma Harry ha ben altro di cui preoccuparsi: oltre Voldemort che lo cerca per ucciderlo, alla stazione lo aspettano i Dursley per un’altra orribile estate fra i "babbani" ma diversamente da altre volte, Voldemort non è stato sconfitto.