Guida alla scelta dei master

In autunno si aprono i bandi per tantissimi corsi post laurea. Come capire quali sono veramente validi e quali no? In attesa di una istituzione pubblica che intervenga a mettere ordine su questo argomento, ecco qualche dritta per riconoscere i master più validi

di 15 settembre 2006

Di master in circolazione, si sa, ce ne sono centinaia: sono circa 900 quelli offerti dagli atenei e più di 200 quelli promossi da scuole private. Un'offerta così vasta dipende anche dall'elevata richiesta di corsi da parte dei laureati che sempre di più sentono l'esigenza di perfezionare la propria formazione universitaria. I master però non sono tutti uguali e accanto a corsi ottimi ci sono quelli di livello medio e quelli scadenti, organizzati in fretta e furia da chi non ne ha alcuna competenza.

Come valutare se un corso è davvero valido oppure no?
Chi vuole accedere ad una business school italiana può affidarsi all'Asfor, l' Associazione Italiana per la Formazione Manageriale che accredita i corsi solo se questi rispettano determinati standard qualitativi nella selezione dei candidati, nel c.v. dei docenti, nell'assistenza che viene fornita agli studenti. Importantissimo è il dato relativo al "placement", ovvero quella percentuale di diplomati che a 6 mesi dalla fine del corso trova lavoro: per gli accreditati Asfor questa percentuale non deve essere inferiore all'80%.

I master accreditati Asfor sono comunque pochi se confrontati con le cifre di cui parlavamo prima quindi, in assenza di un ente pubblico ufficiale che in futuro possa giudicare, accreditare (o far chiudere) i master... dovremo imparare a valutarli da soli.

Da dove cominciare?
Se non è un master alla prima edizione sarà facile trovare qualche informazione sul web. I forum dedicati a questi argomenti sono moltissimi e basterà fare una ricerca su www.google.it per trovare le informazioni che ci servono. Non accontentatevi di leggere dei messaggi positivi o negativi, cercate di contattare l'autore, di farvi spiegare come funzionava il corso e perchè è rimasto contento o scontento.

Informatevi sui docenti e cercate anche questi sul web. Un master truffa scoperto qualche mese fa da una inchiesta di Studenti.it elencava tra i suoi docenti nomi altisonanti e con curriculum vistosi ma cercando quei nomi su www.google.it non se ne trovava traccia da nessuna parte, tantomeno in quelle aziende di cui si diceva fossero dipendenti. Semplicemente quelle persone non esistevano, così come erano inventati i nomi delle aziende.

Leggete bene il programma del corso e controllate che gli argomenti trattati diano effettivamente un valore aggiunto alla vostra preparazione e non siano gli stessi che avete già affrontato all'università. Anche i docenti dovranno essere diversi da quelli che avete avuto nel vostro corso di laurea anche se, sostiene Antonio Colombo - Presidente del Cestor - "nelle università è forte la tentazione di inserire nei master gli stessi docenti dei corsi di laurea".

Verificate che esista un rapporto di collaborazione tra il master e le aziende presso le quali la segreteria organizzativa del corso si vanta di collocare i propri studenti per gli stage. Un corso su cui abbiamo effettuato una inchiesta pubblicizzava sul suo sito decine di marchi prestigiosi di aziende che, contattati da me per una verifica, hanno detto di non sapere nulla dell'ente di formazione in questione, delle convenzioni e della collaborazione pubblicizzata sul sito. Rapporti inesistenti, dunque, ma quella lista di marchi importanti è stato uno specchietto per le allodole che ha fatto guadagnare alla scuola truffaldina centinaia di migliaia di euro.

Vuoi fare un master o uno stage?

Alcune persone vogliono iscriversi ad un master con l'unico obiettivo di poter fare lo stage previsto alla fine della fase d'aula. Chi è alla esclusiva ricerca di uno stage non deve spendere migliaia di euro per iscriversi ad un master a cui non è interessato! Trovare uno stage, ovvero una azienda disposta a farvi lavorare gratis, è un'impresa molto più semplice di quanto non si pensi. Potete cominciare dall'ufficio placement del vostro ateneo, inviare c.v. spontanei alle aziende oppure rivolgervi a strutture che raccolgono la domanda e l'offerta di stage come Sportello Stage.

> Forum post laurea
Discussioni su master, borse di studio & co.

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter
Pagina generata il 2016.09.30 alle 22:16:36 sul server IP 10.9.10.101