Novartis BioCamp, i migliori ricercatori di domani a confronto con scienziati e manager

Tre italiani tra i 60 giovani talenti di tutto il mondo selezionati per prendere parte al Novartis International Biotechnology Leadership Camp, in corso a Basilea. In programma workshop e incontri con alcuni tra i maggiori esperti mondiali di biotecnologie. L'iniziativa è giunta alla sua settima edizione

di andrea maggiolo 30 agosto 2010
Prende il via a Basilea il Novartis Biotechnology Leadership International Camp 2010 (BioCamp), esclusivo seminario di tre giorni dedicato alle biotecnologie, riservato a 60 studenti, tra i quali ben tre italiani, selezionati da università di 24 paesi di tutto il mondo. Con questa iniziativa, che coinvolge scienziati di livello internazionale ed esperti di business, Novartis sottolinea il suo costante impegno nel promuovere la ricerca e l'innovazione.

Nato sette anni fa a Taiwan, il BioCamp è oggi un forum internazionale per la scienza in cui giovani talenti provenienti da tutto il mondo hanno l'opportunità di imparare, condividere idee e lavorare insieme in un contesto economico altamente competitivo. Svoltosi in precedenza a Tokyo, Hong Kong e Cambridge in Massachusetts, il BioCamp quest'anno si tiene per la prima volta presso l'headquarters di Novartis a Basilea, Svizzera.

"Il Novartis BioCamp consente ai talenti emergenti di sperimentare direttamente che cosa comporta sviluppare nuove terapie, a partire dal laboratorio fino ai pazienti", ha dichiarato Joseph Jimenez, CEO di Novartis, "È  affascinante vedere i partecipanti al BioCamp trarre ispirazione e motivi di leale competizione dal confronto reciproco nel corso del programma, generando nuove idee intorno all'innovazione scientifica e al miglioramento dei risultati per laboratorio_ragazzai pazienti."

Anche quest'anno, la partecipazione dell'Italia al BioCamp Novartis ha fatto registrare numeri importanti, a testimonianza dell'interesse crescente di cui gode la ricerca tra le giovani generazioni: tra gli oltre 230 candidati espressi dal nostro Paese, tre sono gli studenti selezionati in base ai risultati accademici, alle esperienze professionali e alle attività extra-curriculari, che hanno preso parte al BioCamp. Si tratta di Federico Corti, dottorando in Biotecnologie all'Università di Siena, Marco Donia, dottorando in Oncologia Medica presso l'Università di Catania, e Flavio Scaloni, dottorando in Biochimica presso l'Università La Sapienza di Roma.

Nel corso delle tre giornate dell'International BioCamp, i partecipanti al seminario hanno l'opportunità di apprendere e interagire direttamente con gli scienziati che in Novartis seguono e guidano il processo di drug discovery, scambiandosi idee sulla promozione dell'innovazione. Gli studenti possono partecipare a workshop di alto livello e conoscere il progresso delle nuove soluzioni terapeutiche studiate per rispondere alle esigenze mediche ancora insoddisfatte. Inoltre, hanno modo di ascoltare esperienze e testimonianze su come avviare e gestire una società biotech da parte degli imprenditori del settore, che li aiutano a comprendere meglio le tendenze e le sfide nel settore delle biotecnologie. Il BioCamp fornisce, inoltre, agli studenti l'opportunità di esplorare le prospettive di carriera nelle industrie farmaceutiche e biotech.

"Per Novartis, l'obiettivo finale è quello di ricercare le intuizioni necessarie per portare il farmaco giusto al paziente giusto, con il giusto dosaggio", ha detto Dhavalkumar D. Patel, Direttore dei Novartis Institutes for BioMedical Research (NIBR) in Europa. "Il BioCamp ci offre l'opportunità di far emergere i migliori talenti in termini di creatività e ricerca scientifica, qualità necessarie a guidare l'innovazione farmaceutica."

Gli studenti avranno anche la possibilità di visitare alcuni dei più innovativi laboratori di Novartis. L'avveniristico Campus Novartis di Basilea favorisce innovazione e creatività, con aree di lavoro che incoraggiano la collaborazione e il lavoro di squadra. Il Progetto Campus include 10 nuovi edifici per i laboratori e gli uffici già operativi e sono in corso di sviluppo ulteriori progetti per diverse strutture aggiuntive. Attualmente, sono circa 6.500 i collaboratori che lavorano presso il Campus Novartis. In futuro, il sito sarà in grado di ospitare nei propri spazi i lavorativi circa 10.000 persone.

Quest'anno, i partecipanti al BioCamp internazionale sono stati scelti attraverso un processo di selezione che ha interessato 14 paesi, oltre che attraverso 10 programmi locali e regionali svolti in Bangladesh, Cina, Egitto, India, Giappone, Corea, Pakistan, Filippine, Singapore e Taiwan.
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Novartis BioCamp, i migliori ricercatori di domani a confronto con scienziati e manager...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.07.23 alle 18:02:39 sul server IP 10.9.10.176