Patentino a scuola

Di Redazione Studenti.

Dal 1° luglio 2004 tutti i ragazzi dai 14 ai 18 anni devono avere un "patentino" per poter guidare il ciclomotore. Questo documento, che si chiama certificato di idoneità alla guida del ciclomotore, potrà essere conseguito anche a scuola

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

Dal 1° luglio 2004 tutti i ragazzi dai 14 ai 18 anni devono avere un "patentino" per poter guidare il ciclomotore.

Questo documento, che si chiama certificato di idoneità alla guida del ciclomotore, potrà essere conseguito anche a scuola.

La nuova legge istituisce l'obbligo del certificato e conferisce ai destinatari (giovani sotto i 18 anni) di seguire un corso. Contestualmente obbliga le istituzioni scolastiche e le autoscuole ad organizzare i corsi.

I giovani che frequentano le scuole medie e superiori, statali e private, possono partecipare gratuitamente all'interno della scuola
con domanda firmata dal genitore del minore all'Ufficio Provinciale del Dipartimento dei Trasporti Terrestri per il tramite del Dirigente dell'Istituzione scolastica. I docenti potranno essere: gli insegnanti di autoscuole, forze di polizia, carabinieri, vigili urbani, guardia di finanza, docenti che hanno insegnato educazione stradale per almeno 3 anni, personale designato dalle associazioni e dagli enti, pubblici o privati, impegnati in attività collegate alla circolazione stradale che hanno collaborato con le scuole per attività di educazione stradale per almeno 3 anni.

Ai corsi possono accedere studenti tradicenni che compiano i 14 anni nel corso dell'anno scolastico e siano minori di 18 anni. All'esame si potrà accedere solo dopo aver compiuto i 14 anni.
Nelle autoscuole il corso avrà la durata di 12 ore di cui 6 saranno dedicate alla segnaletica ed alla circolazione, 4 ai comportamenti, 2 all'educazione ed al rispetto delle leggi. Anche a scuola il corso avrà la durata di 12 ore.
Per accedere all'esame finale la partecipazione ai corsi è obbligatoria - le presenze verranno segnate in appositi registri - e sono ammesse solo 3 ore complessive di assenza. Non saranno ammessi all'esame i candidati che hanno terminato il corso da più di un anno.

La prova d'esame avrà la durata di 30 minuti e sarà composta da 10 domande ognuna con tre risposte. la prova è superata con almeno 6 risposte corrette.
Una volta terminato il corso, per accedere all'esame dovrà essere regolarizzata la domanda di ammissione; dovrà essere effettuato il versamento (30,99 € di cui 10.33 per assolvimento dell'imposta di bollo relativa alla domanda, 10.33 per l'imposta di bollo relativa al certificato rilasciato dal DTT, 10.33 per l'esame per conducenti di veicoli a motore) secondo quanto previsto dalla legge e per la domanda dovrà essere utilizzato il modello allegato al D.M. MIT del 30 giugno 2003.

Il certificato di idoneità che verrà rilasciato una volta superato l'esame è necessario per la guida del ciclomotoree e deve essere accompagnato da un documento di identità.

Argomenti d'esame:
- segnali di pericolo e di precedenza
- segnali di divieto
- segnali di obbligo
- segnali di indicazione e pannelli integrativi
- norme sulla precedenza
- norme di comportamento
- segnali luminosi, segnali orizzontali
- fermata, sosta e definizioni stradali
- cause di incidenti e comportamenti dopo gli incidenti, assicurazione
- elementi del ciclomotore e loro uso
- comportamenti alla guida del ciclomotore e uso del casco

Per informazioni: www.istruzione.it/patentino

Informazioni dal sito del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Scientifica