Controllo utente in corso...
home > lavoro > primi passi > curriculum1
  Risorse interne
COS'E' IL CURRICULUM
LA FORMA
IL C.V. DI UN DIPLOMATO
IL C.V. DI UN LAUREATO

  Forum
Orientamento al lavoro

Cerco/offro lavoro

Studenti lavoratori

Che vuoi fare da grande?

  Link esterni
COME CERCARE LAVORO
Perplesso davanti al mondo del lavoro? Muoviti così

LETTERA DI PRESENTAZIONE
Precede il curriculum e motiva la vostra richiesta di lavoro

IL COLLOQUIO
Finalmente vi hanno chiamato! Ecco come dovete muovervi

VESTITI COSI'
I consigli della nostra esperta su come presentarsi al colloquio


 
  Come redigere un buon curriculum

Realizzato in collaborazione con

Gli aspetti ai quali dovete fare attenzione sono due: il contenuto (cosa scrivere) e la forma (come scrivere).

Il contenuto
Non è per niente facile costruire una valida e breve descrizione di sé, delle competenze acquisite, delle attività o degli studi svolti, ma non disperate! Le aziende, fortunatamente, non hanno interesse a sapere molte cose su di voi e perciò i punti da trattare sono pochi.

Un buon curriculum vitae è strutturato a blocchi e solitamente viene sviluppato in sezioni.
· Dati anagrafici : nome, cognome, indirizzo, telefono, luogo di nascita, stato civile.
· Esperienze formative : studi compiuti in ordine cronologico decrescente, partendo dall'esperienza più recente (master o laurea), fino al diploma superiore. Se i voti scolastici sono buoni, indicateli, diversamente è meglio farne a meno. Annotate l'argomento della tesi di laurea.
· Esperienze professionali: Occupazione attuale e precedenti: specificando sempre la posizione ricoperta in termini soprattutto di obiettivi e responsabilità, dipendenza, collaboratori etc... e mantenendo un ordine cronologico decrescente. In questa sezione specificate eventuali conoscenze ed esperienze acquisite: che cosa si sa fare e in quali campi, con quali metodologie, trasferibilità ad altri settori, punti di forza e di debolezza.
· Conoscenza lingue straniere: è opportuno indicare il livello di padronanza relativamente a comprensione del testo, conversazione, traduzione.
· Conoscenze informatiche: linguaggi di programmazione, capacità di utilizzo dei principali pacchetti software, esperienze specifiche su programmi grafici, gestionali, di database. Per dare l'immagine di ordine e chiarezza create degli elenchi puntati.
· Interessi extra professionali: attività culturali, hobby...
· Aspirazioni: progetti per il futuro. Ambizioni, aspirazioni lavorative e motivazioni. Questa sezione si deve integrare perfettamente alle altre.

La coerenza nel vostro c.v. è uno degli elementi che fanno da regola su quale stile impiegare.
Importante: il curriculum vitae va aggiornato spesso, preferibilmente sulla base delle informazioni che si riescono a raccogliere sull'azienda destinataria.

Gli ultimi commenti a questo articolo: