I Paesi dove si guadagna di più e si lavora meno. La classifica Ocse 2013

Di Valeria Roscioni.

Scopri quali sono i Paesi in cui le ore di lavoro non solo sono di meno, ma vengono anche retribuite in maniera migliore

Quali sono i Paesi migliori in cui lavorare? Stando all’Ocse la risposta è: l’Olanda, la Danimarca e la Norvegia; esattamente in quest’ordine. Sono queste le Nazioni che occupano i primi tre posti della classifica avente come parametro il rapporto tra le ore lavorative settimanali e uno stipendio medio annuale.

SCOPRI I PAESI IN CUI SI LAVORA DI MENO E SI GUADAGNA DI PIU’. CLICCA QUI

E l’Italia? Il nostro Paese, malgrado la percezione che in molti hanno, è al decimo posto con una media di 36 ore settimanali retribuite all’incirca 25.500 euro all'anno. Una situazione quasi paradisiaca che, però, deve essere assolutamente contestualizzata. Le statistiche dell’Ocse hanno come riferimento i dati dei dipendenti aventi un contratto nazionale e prendono in considerazione qualunque settore escludendo coloro che non hanno un contratto stabile e tutti i lavoratori autonomi. In altre parole la fascia di persone che effettivamente lavora quel numero di ore per la retribuzione riportata non è esattamente rappresentativa di tutti gli italiani e lo stesso probabilmente si può dire per almeno una parte dei Paesi citati nella classifica che, dunque, va presa in considerazione con le dovute precauzioni.

Ora siete pronti a scoprire tutti i dati dell’Ocse senza lasciarvi abbagliare. Eccoli