Origini e storia del Natale

Di Francesca Ferrandi.

Le origini del Natale: dal Cristianesimo, all'Ebraismo, passando per il 25 dicembre pagano, ecco la storia e il vero significato di questa festa

NATALE, LE ORIGINI E LA VERA STORIA

Come tutti noi ben sappiamo, il giorno di Natale viene celebrata la nascita di Gesù Cristo, colui che sarebbe stato poi identificato da buona parte degli appartenenti alla religione ebraica come il Messia profetizzato dalle Sacre Scritture. Nato intorno agli anni 0-4 in una capanna di Betlemme in Giudea, ora facente parte della Palestina, Gesù Cristo ha completamente rivoluzionato la storia dell’umanità e in tutto il mondo, il 25 dicembre, si festeggia la sua venuta sulla Terra. Tuttavia per le Chiese ortodosse orientali questa festività cade il 6 gennaio, il giorno in cui la Chiesa cristiana occidentale festeggia l’Epifania, la manifestazione di Gesù davanti ai Re Magi.

Vedi anche: Compiti vacanze di Natale: temi, appunti, schede libro e tesine

L'ORIGINE EBRAICA DEL NATALE

I cristiani iniziarono a festeggiare il giorno del Natale solo intorno al IV secolo d.C., riallacciandosi a tradizioni e festività già esistenti e caricandole di un messaggio completamente nuovo. Tra queste va sicuramente menzionata la festa ebraica dell’Hannukkah, in cui viene ricordata la consacrazione del Secondo Tempio di Gerusalemme, ordinata da Giuda Maccabeo dopo la terribile occupazione ellenica del II secolo a.C. che voleva portare il popolo ebraico ad adottare alcune pratiche contrarie alla propria religione. La festa di Hannukkah si protrae per 8 giorni a partire dal venticinquesimo giorno del mese di Kislev che, solitamente, coincide con il mese di dicembre: durante questi giorni di festa gli ebrei sono soliti accendere progressivamente le otto candele della Chanukiah, per tener fede alla leggenda che vuole che, per accendere il candelabro del Tempio, i Maccabei avevano a disposizione un solo fiasco di olio, ma le candele continuarono a rimanere accese per 8 giorni.

Da non perdere: Ricerca sulla festa di Natale

IL NATALE COME FESTA PAGANA

La vera storia del Natale
La vera storia del Natale

Oltre a quelle religiose, il Natale ha anche delle origini pagane e laiche. Le più significative sono quelle legate al solstizio d’inverno, il giorno più corto dell’anno che i Celti festeggiavano – erroneamente – il 25 dicembre. Si tratta di una festività molto importante in tutti quei culti in cui l’adorazione del Sole, detta Eliolatria, occupava una collocazione di assoluta preminenza, e a cui il Cristianesimo si è di certo riallacciato, in quanto il sole può essere visto come emblema della figura del Cristo.
I Romani invece, nei giorni appena precedenti al Natale, erano soliti festeggiare i Saturnali, dedicati all'insediamento nel tempio di Saturno, il dio dell’agricoltura: per augurare un periodo di pace e prosperità, era usanza scambiarsi dei doni.

Approfondisci: Tutti i riassunti dei libri per le vacanze di Natale