Orientamento al lavoro: figure professionali più richieste nei prossimi anni

Di Chiara Casalin.

Quali saranno le professioni più cercate nei prossimi anni? Ecco le previsioni dell’ultimo rapporto Unioncamere ed Excelsior

LE FIGURE PROFESSIONALI PIU’ RICHIESTE

Unioncamere, cioè l’Unione delle camere di commercio d’Italia, ha fornito attraverso il progetto Excelsior una panoramica sul mercato del lavoro e sulle professioni più cercate in futuro. Nell’ultima “Previsione dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine (2016-2020)” ha raccolto una serie di anticipazioni su quali saranno i settori che cercheranno più personale nei prossimi anni.
La fotografia che ne è emersa è uno strumento molto utile per i giovani che, nella scelta del proprio percorso di studio, vogliono tenere conto anche delle prospettive di lavoro che si apriranno una volta ottenuto il diploma o la laurea.
Vediamo quali sono le interessantissime informazioni fornite dall’ultima ricerca Excelsior!

LE PROSPETTIVE D'OCCUPAZIONE

Orientamento lavoro: le figure più richieste nei prossimi anni
Orientamento lavoro: le figure più richieste nei prossimi anni — Fonte: istock

La “Previsione dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine (2016-2020)” dà una stima dell’evoluzione dell’occupazione per ben 28 settori, esclusi quello agricolo, della pesca e dei servizi domestici.
L’indagine ha specificato che nei prossimi anni è previsto un tasso medio anno di crescita dell’occupazione dello 0,4%, che si alza allo 0,8% nel caso di uno scenario particolarmente positivo. Ora scendiamo più nello specifico!

I SETTORI CON UN FABBISOGNO COMPLESSIVO PIU’ ALTO

Il documento di Unioncamere fornisce la previsione dell’evoluzione del gruppo di occupati dal 2016 al 2020. Il fabbisogno di lavoro complessivo tiene conto di due fattori: expansion demand (domanda di lavoratori “aggiuntivi”) e replacement demand (domanda di lavoratori che dovranno sostituire quelli in uscita).
Incrociando questi dati emerge che il tasso di fabbisogno medio sarà più elevato nel settore dei Servizi (prime 13 posizioni della classifica, tranne per le Public Utilities) che in quello dell’Industria manifatturiera.
Andando più nel particolare, i tre settori con il fabbisogno complessivo di lavoratori più alto saranno:

  • Sanità e assistenza: (tasso medio annuo di fabbisogno del 4,1%)
  • Servizi avanzati alle imprese (3,5%)
  • Public Utilities (3%) (aziende che forniscono servizi o prodotti che soddisfano bisogni collettivi. Es: aziende che forniscono elettricità, gas, ecc.)

Il settore manufatturiero col tasso di fabbisogno di lavoratori più elevato sarà quello dell’Industria alimentare, anche se si colloca al 14° posto nella classifica complessiva, mentre il settore dei servizi con il fabbisogno più contenuto sarà quello dell’informatica-telecomunicazioni (20° posto della classifica complessiva).

IL FABBISOGNO DI FIGURE PROFESSIONALI

Dall’indagine Excelsior emerge che nel periodo 2016-2020 è previsto ogni anno un fabbisogno di circa 510.500 lavoratori. Le tipologie più richieste, suddivise per grandi gruppi di professioni, saranno:

  • 1° posto: Professioni tipiche del commercio e dei servizi e Professioni tecniche (21% del totale in entrambi i casi)
  • 2° posto: Professioni specialistiche intellettuali e scientifiche (18%)
  • 3° posto: Professioni impiegatizie (12%)
  • 4° posto: Operai specializzati e artigiani e Professioni non qualificate (10% in entrambi i casi)
  • 6° posto: Conduttori di impianti industriali e mezzi di trasporto (6%)
  • 7° posto: Professioni dirigenziali del settore pubblico e privato (1%)
  • 8° posto: Professioni delle Forze Armate

Di seguito potete vedere una tabella riassuntiva, tratta dal documento ufficiale di Unioncamere, che approfondisce le tipologie di figure più richieste all’interno dei Grandi gruppi di professioni appena elencati:

Fonte: ufficio-stampa

FABBISOGNO DI LAUREATI PER INDIRIZZO DI STUDI

L’indagine condotta da Unioncamere ed Excelsior ha preso in considerazione anche quali saranno i laureati più richiesti tra il 2016 e il 2020, suddivisi per corso di studio. Le tipologie di lauree più richieste saranno:

  • 1° posto: corsi del settore Economico-Sociale (24%)
  • 2° posto: corsi del settore Medico
  • 3° posto: corsi del settore Ingegneria
  • 4° posto: corsi del settore Insegnamento
  • 5° posto: corsi del settore Giuridico
  • 6° posto: corsi del settore Letterario
  • 7° posto: corsi del settore Politico-Sociale
  • 8° posto: corsi del settore Architettura
  • 9° posto: corsi del settore Linguistico
  • 10° posto: corsi del settore Scientifico
  • 11° posto: corsi del settore Psicologico
  • 12° posto: corsi del settore Chimico-Farmaceutico
  • 13° posto: corsi del settore Geo-Biologico
  • 14° posto: corsi del settore Scienze motorie

Volete avere maggiori dettagli? Allora consultate il documento completo della Previsione dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine (2016-2020).