Consiglio d'amministrazione, senato accademico, consiglio degli studenti...

Ogni Università è regolata oltre che dalla legislazione nazionale dal suo "Statuto dell'Autonomia", e, dal punto di vista del funzionamento da un insieme di regolamenti di vario tipo. Il Regolamento principale per gli studenti universitari è sicuramente il Regolamento Didattico di Ateneo, che detta le regole circa l'attività didattica. Normalmente gli Atenei si dotano di Regolamenti finanziari e per la contabilità, di regolamenti per le Attività di Orientamento e Tutorato, regolamenti di Facoltà e di Corsi di Laurea, regolamenti per le elezioni degli organi di governo previsti dallo Statuto.

Il Rettore

Il Rettore è l'organo di rappresentanza dell'università: anche se non sembra, il suo potere è notevolissimo. E' l'uomo che tiene insieme le varie fazioni di docenti contrapposte. E' eletto tra i docenti ordinari e possono eleggerlo solo i professori: alcuni atenei hanno dato la possibilità ai rappresentanti degli studenti di votare per tale elezione e fortunatamente questa pratica democratica si sta estendendo. Gli studenti però solo raramente hanno inciso realmente sulla scelta del rettore.

Il Senato Accademico

E' il massimo organismo che decide sulla didattica: apertura di nuovi corsi di studio, introduzione del numero chiuso, programmazione dei crediti formativi, assunzione i nuovi docenti ecc. su tutti questi temi il senato accademico ha l'ultima parola.
Questo è in assoluto l'organo dove gli studenti hanno meno rappresentanti e meno voce (infatti è il più importante). Si narrano al suo interno scontri e litigi memorabili tra docenti abituati a ben diverso contegno!

Il Consiglio di Amministrazione dell'Università

E' l'organo di gestione amministrativa, finanziaria, economica e patrimoniale dell'Ateneo. Approva il bilancio dell'ateneo, cura la gestione del personale tecnico ed amministrativo, definisce il piano edilizio d'Ateneo. Esprime parere, per gli aspetti di sua competenza, sulle decisioni del Senato Accademico.
In tutti gli atenei, in varie forme, vi sono in questo organo i rappresentanti degli studenti, che, manco a dirlo, costituiscono comunque una minoranza esigua rispetto al totale.

Il Consiglio di Amministrazione dell'Azienda per il Diritto allo Studio Universitario

E' l'organo di gestione amministrativa, contabile e politica dell'Azienda che eroga i servizi del Diritto allo studio universitario. Il presidente del CDA è di nomina regionale, per cui la scelta è esterna all'università. Il resto del consiglio ha una percentuale di nomine politiche ed un'altra percentuale di rappresentanti di docenti e studenti.

Il Consiglio/Senato Studentesco

Un vero e proprio parlamentino degli studenti. Non ha normalmente poteri reali, ma esprime solo pareri consultivi sulle materie di "interesse studentesco" (come se solo un pezzo del mondo dell'Università fosse d'interesse per gli studenti). A volte, soprattutto quando la maggioranza è insensibile ai veri problemi degli studenti, sembra più una palestra politica che un organo davvero utile per tutelare i diritti degli studenti e migliorarne le condizioni.