Orale maturità 2017, tesina: come trovare i collegamenti

Di Valeria Roscioni.

Hai trovato l’argomento della tua tesina di maturità ma ti mancano i collegamenti? Ecco il metodo per creare un percorso perfetto per l'orale

Ormai per i maturandi è arrivato il momento di scegliere l'argomento della tesina di maturità e di iniziare a pensare ai collegamenti con le materie. Iniziando per tempo, infatti, si potrà evitare di correre ai ripari all'ultimo minuto e si avrà tutto il tempo di chiedere consigli e confrontarsi con i professori che faranno parte della commissione.
Devi scrivere la tua tesina e non sai da che parte iniziare per cercare i collegamenti con le varie materie? Segui i consigli di questa guida!

  1. Collegamenti per la tesina di Maturità: tutto quello che devi sapere
  2. Tesina di Maturità: il metodo per fare i collegamenti
  3. Tesina Maturità: come e dove trovare i collegamenti


1. COLLEGAMENTI PER LA TESINA DI MATURITÀ: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

La peculiarità della tesina di Maturità è che, da un argomento centrale, si dirama in diverse discipline attraverso degli attenti collegamenti. Si tratta di un tipo di lavoro affascinante, con il quale si esamina una determinata tematica sotto diversi aspetti, ma altrettanto difficile: trovare relazioni con materie molto lontane tra di loro non è un gioco da ragazzi.
Hai già scelto l’argomento della tua tesina ma, quando hai iniziato a pensare ai collegamenti, ti sei ritrovato con una sorta di "blocco del maturando", versione rivista e corretta nel mood "Esami di Stato" del più celebre "blocco dello scrittore"? Non temere: capita a tutti gli studenti che si accingono ad affrontare l’esame di Maturità. Fortunatamente esiste una regola aurea, un metodo semplice che, di volta in volta, puoi applicare a tutte le materie per riuscire a trovare i giusti collegamenti per la tua tesina: lo trovi al paragrafo 2 di questa guida.
Prima, però, ti diamo un paio di dritte generali:

  • Non cercare collegamenti forzati. Sì, sei rimasto affascinato dal pensiero foscoliano, eppure con l’argomento della tua tesina c’entra poco e nulla. Non cercare di trovare proprio quella sfumatura che possa essere in qualche modo inerente: abbandona Foscolo e cerca qualcosa di meglio.
  • Non collegare necessariamente tutte le materie. Non è obbligatorio portare tutte le discipline nella tesina di Maturità. Certo, se sei al Liceo Linguistico un tentativo per collegare le tre lingue devi farlo, però se proprio non trovi nulla non preoccuparti: meglio una materia in meno, che un collegamento forzato in più.


2. TESINA DI MATURITÀ: IL METODO PER FARE I COLLEGAMENTI

Trovare i collegamenti per la tesina
Trovare i collegamenti per la tesina

Una volta scelto l’argomento della tesina di Maturità, come si deve procedere quindi per trovare i vari collegamenti? Ecco il metodo spiegato passo passo:

  1. Crea uno schema guida
    Al centro di un foglio scrivi l’argomento scelto per la tua tesina, lasciando parecchio spazio intorno. Su un post-it annota invece tutte le materie che intendi collegare (ma sii consapevole che non dovrai per forza inserirle tutte).
  2. Trova il primo collegamento
    A questo punto sarai pronto per cominciare dal primo collegamento. Scegli una materia particolarmente facile da abbinare. Ad esempio, se la tua è una tesina di stampo storico (come può essere ad esempio un percorso sul ruolo della donna nel Fascismo), allora comincia da storia; oppure puoi scegliere una disciplina in cui sei particolarmente ferrato. Insomma: trovare il primo collegamento non dovrebbe essere particolarmente difficile – e, nel caso lo fosse, ti rimandiamo al paragrafo 3 di questa guida.
  3. Annota tutto sullo schema
    Trovato il primo collegamento? Bene. Ora dovrai annotarlo sullo schema guida creato all’inizio: con una freccia che parte dall’argomento centrale scrivi, in uno dei lati, la materia che stai collegando, la tematica scelta e due righe sul nesso trovato. Ti servirà per quando dovrai scrivere la tesina.
  4. Procedi per associazione di idee
    E ora come proseguire? Per trovare il secondo collegamento la strada è più in discesa: puoi scegliere infatti di procedere dal tema centrale oppure dalla prima materia collegata. Nel primo caso, quando trascriverai tutto sullo schema guida dovrai far partire una freccia dal centro; nel secondo, la freccia avrà il suo inizio nel primo collegamento trovato. Non dimenticare di esplicitare il nesso con due righe di spiegazione!
  5. Prosegui (senza disperderti)
    Ok, hai imparato il metodo da seguire. A questo punto puoi continuare su questa via fino alla fine, ricordandoti però di non disperderti dall’argomento centrale. Per la terza materia, ricollegati quindi a quello senza continuare ad agganciarti a quelle già collegate.

Ti servono altre informazioni sul metodo per trovare collegamenti? Dai un’occhiata qui:
La regola aurea per trovare collegamenti per la tesina di Maturità


3. TESINA MATURITÀ: DOVE TROVARE I COLLEGAMENTI

Hai imparato il metodo giusto, ma ora sorge la domanda: e i collegamenti? Come li trovo? Chiederselo è legittimo: d’altronde non siamo una enciclopedia vivente e talvolta qualche nesso può sfuggirci.
Hai tre strade tra cui scegliere:

1. Basati sulle tue conoscenze
La prima strada è ovviamente la più intuitiva: passando in rassegna quello che hai studiato e quello che conosci, cerca di vedere se puoi trovare una tematica ricollegabile all’argomento della tua tesina. È preferibile scegliere all’interno del programma di quinta superiore, ma non è obbligatorio: nel percorso multidisciplinare puoi scegliere di agganciarti ad argomenti trattati anche durante gli altri anni oppure che esulano dai programmi delle superiori.
Per riuscire a trovare il giusto collegamento, poniti le seguenti domande circa l’argomento della tua tesina:

  • Si basa su un qualche principio scientifico, fisico, chimico o matematico?
  • Può essere ricondotto a un particolare momento storico?
  • È stato fonte di ispirazione e riflessione per artisti, letterati, filosofi e pensatori?
  • Qualche personaggio storico lo ha sfruttato per i propri giochi di potere?
  • La legge dice qualcosa a riguardo?

Puoi aiutarti a rispondere a queste domande consultando gli indici dei tuoi libri scolastici.

2. Consulta internet
Se tra le tue conoscenze o nei tuoi libri non trovi nulla che ti convinca, puoi provare con internet: il web, se usato nel modo corretto, può davvero tornarti utile nella ricerca dei collegamenti per la tua tesina. Come procedere? Ti basterà aprire un qualsiasi motore di ricerca e digitare il nome del tuo argomento + la materia da collegare (ad esempio “la curiosità letteratura italiana”). In alcuni casi potrai addirittura trovare intere tesine da cui prendere spunto. Ad esempio, puoi dare un’occhiata sul nostro database delle tesine, o chiederci aiuto su SOS tesine: faremo del nostro meglio per trovare i collegamenti che ti servono.

3. Chiedi ai tuoi professori
Se nessuna delle due strade precedenti è riuscita a dare dei frutti, non ti resta che chiedere aiuto ai professori: recati dal docente di ciascuna delle materie che intendi collegare e, dopo avergli parlato della tua idea di tesina, domandagli se conosce qualche collegamento che può fare al caso tuo. L’importante è mostrare di avere le idee ben chiare, di averci messo impegno e non di essersi recati da lui per svogliatezza!