Maturità 2015: l’orale è più difficile del previsto

Di Valeria Roscioni.

Il colloquio della Maturità delude gli studenti. L’orale 2015 per molti non è stata affatto una buona occasione per recuperare il voto degli scritti

MATURITA’ 2015: L’ORALE E’ PIU’ DIFFICILE DEL PREVISTO. La prima delusione è arrivata con il voto degli scritti e ora, all’orale della Maturità 2015, sembra che per gli studenti non si stia mettendo meglio. Il colloquio si sta rivelando più complesso del previsto e per molti la speranza di recuperare si è dileguata di fronte alle domande della commissione. È questo ciò che emerge da una recente indagine di Studenti.it condotta su un campione di oltre 600 maturandi a cui è stato chiesto di rispondere alla domanda: “L’orale della Maturità è andato come ti aspettavi?”.

Maturità 2015: il voto per gli studenti è un'ingiustizia

ORALE MATURITA’ 2015: IN ARRIVO UN VOTO BASSO? Il 40% dei ragazzi ha detto “No, è andato peggio del previsto”. Una percentuale importante a cui fa da contrappeso il 32% che, invece, ha risposto “Sì, è andato tutto come mi aspettavo”. Considerando che solo il 28% ha potuto rispondere: “No, è andato meglio del previsto”, non è difficile capire che il voto della Maturità 2015 deluderà ben più di qualche studente. Se, infatti, già dopo la correzione degli scritti in molti sui social avevano definito l’Esame di Stato una “truffa” o una “pagliacciata” che non rispecchiava il percorso effettuato durante l’anno scolastico o, peggio, durante i cinque anni delle superiori, adesso sono davvero in pochi ad essere soddisfatti del risultato finale. Basta leggere le testimonianze lasciate sul gruppo Facebook dedicato al Nuovo Esame di Maturità.

MATURITA’ 2015: L’IMPORTANTE E’ FINIRE. Nonostante questo, però, lo stato d’animo predominante di questi ultimi giorni prima della conclusione della Maturità 2015 è un senso di liberazione. Con l’orale, durante cui spesso i maturandi non riescono a rispondere a tutte le domande dei commissari pur riuscendo ad evitare la tanto temuta scena muta, l’Esame di Stato volge definitivamente al termine e, finalmente, i ragazzi potranno concedersi il tanto meritato riposo. Dopo l’estate li aspetta il futuro, quello vero, una preziosa occasione per dimostrare che il voto di Maturità, in fondo, è solo un numero come tanti.