900.000 nuovi posti di lavoro in Europa con le nuove tecnologie

Di Valeria Roscioni.

Entro il 2015 la Commissione Ue ha un obiettivo difficile da portare a termine: colmare il gap occupazionale di 900.000 posti di lavoro nel settore delle nuove tecnologie e del digitale

RILANCIARE L’ECONOMIA. “Se, insieme, riusciremo a invertire la tendenza negativa e a occupare il sempre maggior numero di posti vacanti nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, potremo incidere positivamente e in modo trasversale su tutti i settori dell’economia” con queste parole il presidente Barroso ha motivato il nuovo obiettivo della Commissione Ue: colmare il gap occupazionale nel settore delle nuove tecnologie e del digitale creando una “grande coalizione”.

CERCHI UN LAVORO? LO TROVI SU STUDENTI.IT. Clicca qui >>

NUOVI POSTI DI LAVORO.
Si tratta della creazione di ben 900.000 nuovi posti di lavoro entro il 2015. Non solo: il progetto è pensato per rivoluzionare dall’interno il sistema instaurando un circolo virtuoso in grado di mettere in moto tirocini, start-up e corsi universitari gratuiti online coinvolgendo governi, educatori e fornitori di servizi per l’occupazione e organizzazioni della società civile. Invertire la tendenza è fondamentale dato che ogni anno il numero di posti nel settore aumenta di 100mila unità senza che ci siano persone formate in grado di soddisfare tale richiesta.

10 LAVORI BEN PAGATI DOVE LA LAUREA NON SERVE>>

LE IMPRESE COINVOLTE. Al momento sono circa quindici le imprese e le organizzazioni che hanno deciso di partecipare alla “grande coalizione” di Barroso, ecco quali sono le iniziative più significative al momento attivate
- Sap ha dato vita alla piattaforma online di e-learning Academy Cube allo scopo di fornire formazioni specializzate per determinati posti di lavoro vacanti.
- Telefonica ha fatto partire un progetto a sostegno di mille startup
- Microsoft si è impegnata a raddoppiare, rispetto ai novemila attuali, il numero di stage nei prossimi tre anni
- Hewlett-Packard si è impegnata a formare un milione di studenti e professionisti con competenze digitali e imprenditoriali entro la fine del 2015.
- Cisco ha previsto l’avvio di corsi di formazione online per centomila installatori di reti energetiche intelligenti