Nuove lauree per nuove professioni

Di Eleonora Tranquilli.

La scelta della facoltà universitaria rappresenta un compito non facile in un mondo del lavoro in rapida e continua trasformazione

In particolar modo le sfide che le imprese italiane si trovano ad affrontare nella sempre più agguerrita competizione e all'interno di un panorama internazionale, fa sì che il mondo del lavoro, oggi, richieda nuove figure professionali in grado di adeguarsi facilmente ai continui cambiamenti e di operare all'interno di un panorama globale.

I corsi di laurea in Disegno Industriale e Mediazione Linguistica e Culturale si prefiggono di creare professionisti rispondenti alle mutate esigenze del mercato.

Disegno Industriale
Questo corso di laurea nasce con il preciso obiettivo di dare una formazione adeguata ai futuri progettisti industriali che permettano all'azienda un continuo aggiornamento. In che modo?
Ideando e creando nuovi prodotti o apportando modifiche a quelli esistenti.

Inoltre il corso fornisce competenze finalizzate a svolgere le seguenti attività professionali:

- assistenza nella predisposizione dei progetti esecutivi, nella costruzione dei prototipi, nella gestione della distribuzione e del marketing dei prodotti industriali;
- assistenza nella predisposizione di analisi e di verifiche dei requisiti del prodotto di serie, quindi prove e controlli delle prestazioni tecniche dei materiali e dei componenti impiegati nel prodotto di serie.

Sbocchi professionali:
I laureati in Disegno Industriale potranno svolgere attività professionali in diversi ambiti , quali le grandi aziende,la libera professione, le istituzioni e gli enti pubblici e privati, gli studi e le società di progettazione, le imprese e le aziende che operano nel campo del disegno industriale, delle comunicazioni visive e multimediali.

E' un corso di laurea generalmente appartenente alla facoltà di Architettura, ecco alcune delle città in cui si trova:
La Sapienza di Roma
Università degli Studi di Firenze
Università degli Sudi di Genova
Università degli Studi di Palermo
Politecnico di Milano
Politecnico di Torino

Mediazione linguistica e culturale
Obiettivo del corso di laurea in Mediazione Linguistica e Culturale è creare una figura professionale che sia in grado, all'interno delle imprese, negli enti pubblici e privati operanti in ambito transnazionale, nelle organizzazioni e negli organismi internazionali, di condurre direttamente trattative, di gestire rapporti professionali o di assicurare una funzione interlinguistica.

Il laureato in mediazione linguistica è dotato di capacità e conoscenze adeguate (in ambito economico, giuridico e culturale) per gestire e svolgere attività professionali nel campo dei rapporti internazionali, nel settore del turismo, nella new economy e in ogni altro settore pubblico e privato nel quale siano richieste competenze linguistiche.

S bocchi professionali:
- expert assistant: responsabile dei rapporti internazionali all'interno delle aziende pubbliche e private;

- tourist promoter: figura in grado di gestire e promuovere le attività turistiche;

- mediatore linguistico: traduttore di linguaggi specialistici per le imprese.

Tra le facoltà di Lingue e Letterature straniere e Scienze Politichein cui questo corso di laurea si trova ci sono:
Università per gli stranieri di Siena
Università degli Studi di Milano
Università degli Studi di Padova
Università degli Studi di Napoli "L'Orientalele"