"Se fate vedere le mutande niente esame di diritto penale"

Di Valentina Vacca.

Il singolare messaggio è stato rivolto agli studenti tramite il sito web della Facoltà di Giurisprudenza di Cagliari da parte del professore di diritto penale Giovanni Cocco

"Essendo per primo stupito di dovere imporre minime regole di rispetto nei miei confronti e della commissione con riguardo all’abbigliamento, dovendo essere evidente a tutti il contesto di studio e ricerca in cui ci si trova - e non ludico quali la discoteca o la spiaggia, o l’intimità della propria abitazione - preciso ai signori studenti che non verrà più tollerata l'esibizione di mutande od altro abbigliamento intimo, a cui recentemente mi è capitato di dovere assistere con la presentazione agli esami con pantaloni ampiamente calati ad esibire pressoché integralmente le mutande (pare che sia la penultima moda idiota);

STUDI GIURISPRUDENZA? ECCO LA TUA SEZIONE. Clicca qui>>

a parte la ridicolaggine di chi pensa di fare la rivoluzione o affermare la propria personalità in - e con le - mutande (ancorché acquistate a caro prezzo e con il marchietto da esibire), è appena il caso di sottolineare che il rispetto reciproco è alla base di qualsiasi convivenza e d’ora in poi una siffatta mancanza di rispetto impedirà che si proceda ad esaminare l’autore (ovviamente di qualsivoglia genere) di una siffatta esibizione, che dovrà ripresentarsi vestito in consonanza con le aule umutande200niversitarie frequentate"

GUARDA QUI L'AVVISO DEL PROFESSORE>>

Questo il messaggio diffuso del Professore di Diritto Penale dell'Università di Cagliari Giovanni Cocco ai suoi studenti tramite il sito dell'ateneo alla voce "Avvisi" e intitolato "Abbigliamento con cui presentarsi agli esami e alle lezioni". Una sorta di bolla per tutti coloro che saranno beccati con le mutande belle in vista, anche se, come del resto afferma lo stesso Cocco, c'è davvero da stupirsi che certi messaggi debbano essere così sottolineati.

TEST: SARESTI UN BUON AVVOCATO? Clicca qui>>


Dovrebbe essere scontato che all'università si va vestiti in maniera consona, non certo con i pantaloni mezzi calati e gli slip in bella vista. Noi personalmente apprezziamo il messaggio del Professor Cocco e speriamo che in futuro non ci sia bisogno di puntualizzare cose così banali.

Siete d'accordo col professore?