Nomi commissari maturità 2017: quando e perché vengono sostituiti

Di Marta Ferrucci.

A gennaio i maturandi hanno saputo le materie della seconda prova, quelle affidate ai commissari esterni e agli interni. Ma questi ultimi potrebbero anche essere sostituiti. Ecco le motivazioni

COMMISSARI MATURITA' 2017

Era tutto perfetto: a Gennaio i commissari interni con cui avevi capito che ti saresti confrontato ti andavano benissimo. Ti eri fatto i tuoi calcoli, una panoramica della situazione e di come sarebbe potuta andare... eppure i tuoi piani possono saltare da un momento all'altro perché uno o più di loro possono essere sostituiti e le prospettive del tuo esame di maturità possono cambiare completamente.

Sfoglia la gallery: 5 dritte per andarci subito d'accordo

Commissari maturità 2017
Commissari maturità 2017 — Fonte: istock

I prof nominati commissari sono tenuti ad accettare l'incarico e a portarlo a compimento, lo dice la legge. Ma in presenza di valide motivazioni, certificate e da verificare, commissari e presidente possono essere sostituiti. A quel punto il dirigente scolastico verifica le motivazioni, dispone gli accertamenti e la sostituzione. Ora la domanda è: con chi possono essere sostituiti i tuoi commissari interni? Con il terribile professore dell'altra sezione? Con quella docente con cui hai litigato durante l'occupazione ma con cui eri convinto che non ti saresti ma dovuto confrontare?
I criteri che devono essere adottati vanno ancora definiti e lo saranno nella prossima Ordinanza ministeriale sugli esami di Stato dell’anno scolastico 2016/2017 che non è stata ancora emanata. I criteri stabiliti gli anni scorsi - e che verosimilmente varranno anche per quest'anno - sono:

  • I dirigenti dell' Ufficio Scolastico Regionale provvedono alla sostituzione dei componenti che non possono assolvere l’incarico, tenendo conto,ove possibile, dell’elenco dei non nominati, distinto per sede di servizio e di residenza, e dei criteri di nomina.
  • Il capo d’istituto, al fine della sostituzione del commissario interno, valuta l’opportunità di nominare un docente della stessa materia dello stesso corso o di altra classe di diverso corso o un docente di materia non affidata ai commissari esterni, della stessa classe o dello stesso corso o di altra classe di diverso corso del medesimo istituto, anche se svolge detta funzione in altra commissione.
  • Qualora ciò non si renda possibile, il capo d’istituto designa un docente compreso nelle graduatorie d’istituto della stessa materia del commissario da sostituire o, in mancanza, di materia non rappresentata.
  • Nelle operazioni di sostituzione deve essere assicurata la presenza in commissione dei docenti delle materie oggetto della prima e seconda prova scritta.

Insomma, tutto può cambiare.... ma anche in meglio! A dover rinunciare all'incarico potrebbe essere il prof a cui proprio non sei andato giù per tutti i 5 anni o quello severissimo di cui non sopporti la materia. Comunque vada, la parola d'ordine è NO PANIC. Punta tutto sulla tua preparazione e vedrai che sarà un successo!

Commissione di maturità no problem! 7 foto
Commissione di maturità no problem!