Nobel a Bob Dylan: traccia per la prima prova di Maturità 2017?

Di Francesca Ferrandi.

Nobel per la Letteratura a Bob Dylan: ecco come il Miur potrebbe considerarlo uno spunto per le tracce della prima prova di Maturità 2017

Bob Dylan: un premio Nobel per la Letteratura dalla portata rivoluzionaria

Bob Dylan è il vincitore del premio Nobel per la Letteratura: è questa la decisione del Comitato di Stoccolma, che ha assegnato il premio al musicista e cantautore statunitense per aver «creato una nuova espressione poetica nell'ambito della tradizione della grande canzone americana». Si tratta di una decisione dalla portata rivoluzionaria, presa nello stesso giorno in cui un altro chiacchieratissimo e discusso premio Nobel come Dario Fo è passato a miglior vita: segno che, forse, la letteratura sta cambiando. Finalmente, potremmo aggiungere.
Perché, oltre a consolidare un rapporto tra poesia e musica che esiste dalla notte dei tempi (basti pensare ai cantori greci o ai poeti provenzali), quello che ci dice il premio Nobel assegnato a Bob Dylan è che la letteratura, e in particolar modo la lirica, non è un prodotto di nicchia, destinato agli ascoltatori più attenti ed educati: anche una canzone può avere valore letterario ed esprimere i tormenti, le emozioni e i desideri dell’essere umano.
Cosa c’entra tutto questo – Bob Dylan, il Nobel per la Letteratura, il rapporto musica-poesia – con la prima prova di Maturità 2017? È presto detto.

Maturità 2017: come può il Nobel di Bob Dylan incidere sull’analisi del testo in prima prova

Bob Dylan
Bob Dylan — Fonte: ansa

Lo abbiamo visto con la traccia su Umberto Eco durante la Maturità 2016: il Miur, per la traccia di prima prova, non esclude la possibilità di guardare ad autori contemporanei, soprattutto se, in qualche modo, hanno dato di che parlare durante l’anno. Potrebbe verosimilmente optare per un’analisi del testo su Dario Fo oppure, perché no, rispettare finalmente la “regola” dell’alternanza e scegliere un testo poetico.
Ed è proprio qui che entra in gioco il rivoluzionario Nobel per la Letteratura assegnato a Bob Dylan, portatore di un messaggio ben preciso: anche la musica può farsi mezzo di diffusione della poesia, e anzi è forse il più efficace, quello che meglio riesce a coinvolgere qualsiasi strato della popolazione. Perché, quindi, non iniziare proprio dalla Maturità 2017 a considerare i grandi cantautori anche dei grandi poeti? Viene subito in mente un nome per la musica italiana, quello di Fabrizio De André, i cui testi hanno da qualche tempo trovato spazio in alcune antologie di letteratura del Novecento. Non manca nulla: metrica, figure retoriche, richiami alla letteratura, alla storia, alla politica. Ovviamente De André non è l’unico autore papabile per un’analisi del testo in prima prova di Maturità: si può pensare anche all’opera di Francesco Guccini, oppure a Francesco De Gregori che con la musica di Bob Dylan, vincitore del Premio Nobel, ha da sempre un rapporto privilegiato.

Nobel a Bob Dylan: possibili tracce per il saggio breve della Maturità 2017

Ovviamente quella dell’analisi del testo non è l’unica via attraverso la quale il Nobel a Bob Dylan può interferire con la prima prova di Maturità 2017. Un'altra possibile traccia potrebbe riguardare il saggio breve di ambito artistico-letterario: il Miur potrebbe optare, ad esempio, per un excursus letterario sul rapporto che da sempre unisce musica e letteratura. Dai cantori greci ai poeti provenzali, passando per l’episodio di Casella nel Purgatorio dantesco e i vari canzonieri della letteratura italiana: non è di certo con Bob Dylan che scopriamo questa affinità tra versi e note, come del resto ci suggeriscono i nomi di alcuni componimenti poetici quali il sonetto, la ballata o la canzone.

Insomma, il rivoluzionario premio Nobel per la Letteratura assegnato a Bob Dylan può essere spunto per diverse tracce alla prima prova dell'esame di Stato 2017: maturandi, tenetevi pronti!

Resta aggiornato su tutte le novità della maturità 2017: iscriviti al gruppo su Facebook!

PRIMA PROVA MATURITA': ECCO COME SVOLGERE LE TRACCE 2017

  • Traccia A, analisi del testo: secondo gli studenti la tipologia più difficile da affrontare alla maturità. Ecco i nostri consigli per farne una in modo eccellente
  • Traccia B, saggio breve o articolo di giornale: la seconda tipologia è una delle più gettonate dagli studenti della maturità. Saggio breve e articolo di giornale sono molto diversi: per lo svolgimento di entrambi esercitati con le nostre dritte
  • Traccia C, il tema storico: un tema non semplice ma sicuramente interessante. Per lo svolgimento è necessario conoscere bene la storia ma anche riuscire a creare riflessioni e collegamenti
  • Traccia D, il tema di attualità: uno dei favoriti dei maturandi. Per la tipologia D è necessario essere aggiornati sugli avvenimenti più recenti di attualità, magari guardando alle notizie di cronaca