Ninna Nanna

Di Micaela Bonito.

Piccola raccolta delle ninna nanne raccontate ai piccoli fanciulli prima per cercare di farli addormentare

Far addormntare i bambini è uno dei momenti più difficili! Se ne provano tutte e riuscirci diventa un'impresa!
Solitamente le "ninna nanne" sono strumenti d'effetto che con la rima particolare e la melodia melanconica possono indurre il bimbo a gettarsi nella braccia di Morfeo.

Di seguito alcune delle ninna nanne più famose tra le tradizionali che almeno una volta abbiamo sentito o intonato.


Acqua santa che mi bagna

Vado in letto
con l'angelo perfetto
con l'angelo di Dio
con San Bortolomio
con la Madonna benedetta
con Santa Elisabetta
coi dodici Apostoli
coi 4 Evangelisti
tre volte la dirò
e una bona morte farò
"Acqua santa mi bagni
il Signor mi accompagni
Il Signor sia con mi
Brutta bestia va via de mi"
Io vado in letto e non so di levar
Tre cose a Dio voglio domandar
Confession Comunion Olio santo
Padre Figliolo e Spirito santo


Bambino d'amore

Fate la nanna bambino d 'amore
la vostra mamma ti ha fatto col cuore
la vostra mamma ti ha fatto col cuore.
fate la nanna bambino d 'amore

Canta, canta bel bambino

Canta, canta bel bambino
che il cielo è tutto turchino;
tutto turchino, pieno di stelline
da riempirti le manine.
Due ti son cadute dentro gli occhi,
te n'è caduta una dentro il cuore
per donarti il suo splendore.

C'era una nave in mezzo al mare

C'era una nave in mezzo al mare,
su quella nave c'era un gattino.
Sotto la nave, in fondo al mare
nuotava invece un pesciolino.
Quando la luna saliva nel ciclo
cantava a tutti la ninna nanna.
La nave allora cullava il gattino
e in fondo al mare, vicino alla mamma
chiudeva gli occhi il pesciolino.


C'era una volta, una volta c'era

C'era una volta,
una volta c'era
un vecchio e una sera.
Se non dormi, non c'era
né il vecchio, né la sera
e neppure la volta che c'era.
C'era una volta,
una volta c'era
una vecchia e un vecchio
riflessi dentro uno specchio.
Se non dormi, non c'era
né vecchia, né vecchio, né specchio.
C'era una volta,
una volta c'era
un omino che andava sul Po.
Vuoi che te la racconti un po'?


Chiudi gli occhi dolce orsetto


Chiudi gli occhi dolce orsetto

posa il capo sul mio petto
canterò fino al mattino
qui poggiata sul cuscino.
Canterò una melodia
sin che il buio non va via,
sarò accanto col sorriso
finché il sole vedrà il tuo viso


Cinque coccole d'alloro


Cinque coccole d'alloro,
quattro foglie d'insalata,
una rosa profumata,
sette spighe e un pomodoro,
nove rondini nel cielo,
otto penne di pavone,
tre violette e un fior di melo,
due formiche e un formicone,
o che numero farà?
Forse dieci, forse cento,
forse millecinquecento,
un milione, chi lo sa?
Due sbadigli, tre sbadigli,
dei sospiri e dei bisbigli.
Quando il bimbo dormirà?