Controllo utente in corso...

Scoperta la "particella di Dio"

Il Cern ha annunciato uan scoperta sensazionale: finalmente è stata isolato il bosone Higgs

di Valeria Roscioni 4 luglio 2012
Quello di ieri è di certo uno di quegli annunci unici destinato a rimanere nella storia dell'umanità: finalmente dopo ben  quarantotto lunghissimi anni di ricerca è stato trovato il bosone Higgs, alias la particella grazie a cui ogni cosa ha una massa nota, non caso, anche come “particella di Dio”, nome che già di per sé la dice lunga sull'epicità dell'evento.

SCOPRI DI PIU' SULLE PARTICELLE ELEMENTARI E SUL BIG BANG >>

laboratorio1L’attesissima scoperta è stata presentata da Cern nel corso di una conferenza stampa a Ginevra ed è stata accolta da un fragoroso applauso. I dati diffusi  portano anche una firma nostrana visto che sono stati elaborati dagli esperimenti Cms, coordinato dall'americano Joseph Incandela, e Atlas, coordinato dall'Italiana Fabiola Gianotti. I calcoli svolti hanno un margine di errore vicino allo zero e indicano che il bosone di Higgs ha dimensioni comprese fra 125 e 126 miliardi di elettronvolt (GeV), ossia pesa fra 125 e 126 volte più di un protone, una delle particelle che costituiscono il nucleo di un atomo.

PARTICELLE E SUBPARTICELLE ELEMENTARI: I NOSTRI APPUNTI >>

Certo, per noi comuni mortali questi sono dati del tutto illeggibili ma l’importanza di questa scoperta è fortunatamente racchiusa nella ben più chiara  dichiarazione del direttore del Cern Rolf Heuer:  "Abbiamo raggiunto una tappa storica nella nostra comprensione della natura". Infatti la “particella di Dio” era l’unica ancora mancante tra le 17 particelle elementari che compongono la materia a noi nota.

LEGGI TUTTE LE ALTRE NEWS SULLE SCOPERTE SCIENTIFICHE PIU' INTERESSANTI >>


Caricamento in corso: attendere qualche istante...

1
Commenti

Higgs giovedì, 5 luglio 2012

Dio

Come aveva detto la stessa Margherita Hack, l'esistenza (allora non ancora provata) del bosone di Higgs presupporrebbe un "creatore" da cui il nome di "particella di Dio": ebbene, sembra proprio che da ieri gli atei non si troveranno a fare i conti con la loro stessa scienza eretta a divinità :-)

n° 1
Chiudi
Aggiungi un commento a Scoperta la "particella di Dio"...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Iscriviti alla newsletter
Pagina generata il 2014.04.21 alle 14:11:00 sul server IP 10.9.10.235